Search for content, post, videos

Volontariato nel Borneo con gli orango: intervista ai volontari

Come alcuni di voi già sanno, recentemente ho fatto la ranger volontaria nei Phillip Island Nature Parks e lì ho conosciuto molte persone incredibili. Tra queste ci sono Rich (ho lavorato con lui al Koala Conservation Centre) e la sua ragazza Mindy. Questa coppia stupenda ora è pronta a mollare tutto e andare in Borneo, dove entrambi lavoreranno come volontari nel programma di riabilitazione e reinserimento degli OrangoTango; perciò ho chiesto loro come hanno fatto e come si sentono.

1. Siete pronti e emozionati?
Abbiamo fatto le vaccinazioni, ottenuto i visti e indossiamo i nostri stivali da giungla! Siamo molto emozionati e pronti a partire.

2. Come e quando avete saputo di questo progetto?
Era il sogno di una vita, ma dopo aver visto il film ‘Born to be Wild‘ abbiamo fatto un pò di ricerche internet e abbiamo trovato le posizioni aperte su un sito, www.orangutan.org.

3. Il progetto di reinserimento dell’OrangoTango del Borneo fa parte di qualche associazione? Se sì, come e quando avete mandato la vostra candidatura?
Noi lavoreremo alla Orangutan Foundation International (OFI) nel loro centro di assistenza, nel parco naturale di Tanjun Puting parco naturale di Tanjun Puting, in Borneo. Abbiamo inviato la candidatura in giugno e abbiamo dovuto rispondere a alcuni questionari, fornire i curriculum e le referenze, e superare alcune interviste telefoniche.

4. Cosa serve per andare ad aiutare gli Orangotango? Ci vuole qualche requisito particolare?
Devi conoscere la fauna, i loro comportamenti e il loro arricchimento. E’ preferibile avere qualche conoscenza sui primati. Hanno bisogno di essere riabilitati: molti hanno perso le loro madri e hanno bisogno di imparare come si vive allo stato brado. Possono volerci anche 8 o 9 anni! Noi aiuteremo gli orangotango a imparare a sopravvivere per conto loro e li rilasceremo in una foresta protetta.

5. Quanto rimarrete nel Borneo?
6 mesi. E’ uno dei periodi di volontariato più lunghi.

6. Sapete già di che tipo di attività vi occuperete?
Non nello specifico. Principalmente lavoreremo a contatto diretto con gli orangotango e li porteremo a giocare nella foresta durante il giorno. Osserveremo e prenderemo appunti nella speranza che imparino i comportamenti giusti per sopravvivere da soli allo stato brado.

7. Vitto e alloggio vi verranno forniti?

Pagheremo 250$ al mese per cibo e alloggio. Staremo presso una famiglia locale.

8. Vi daranno un qualche tipo di contributo economico per il vostro aiuto? Se no, esiste un modo per aiutarvi facendo una donazione?
No, non veniamo pagati. Facciamo i volontari per aiutare, quindi dobbiamo pagarci da soli tutte le spese. Se volete donare a noi personalmente sarebbe magnifico perchè ci aiuterebbe a coprire i costi di alloggio, cibo e viaggio. Potete anche donare in alternativa all’Orangutan Foundation International  (OFI), per non aiutare noi ma per aiutare direttamente gli orangotango.

9. Cosa ci farete con i soldi che ottenete dalle nostre donazioni? Non è che ci andrete a bere una birra con le scimmie, eh? 😉
Le eventuali donazioni ci aiuterebbero a coprire i costi di viaggio, cibo, alloggio, vaccinazioni, medicine e visti.
Le donazioni all’ ofi invece andrebbero a proteggere le foreste per gli orangotango e aiuterebbero il rilascio nella foresta degli orfani. Andrebbero anche a favore della ricerca. Noi abbiamo una pagina donazioni per la OFI.
Niente birre…purtroppo, ma forse possiamo raccontarvi le nostre avventure davanti a un bicchiere di vino quando visiteremo l’Italia!

10. Quando e come avete scoperto questo progetto di riabilitazione per gli orangotango del Borneo?
Rich è uno zoologo ed è interessato agli orangotango da tanto, e cerca di tenersi aggiornato su cosa succede. All’inizio ha fatto delle donazioni e adottato un orangotango 6 anni fa. Poi abbiamo scoperto di questo progetto tramite il sito.

11. Avete avuto altre esperienze di lavoro con animali?
Rich ha lavorato con la fauna australiana negli ultimi 5 anni e ha molta esperienza. Mindy è cresciuta in fattoria e ha fatto la volontaria per la protezione della fauna.

12. Avete lasciato il vostro lavoro? Lo rifareste?
Sì. Rich sta per finire il lavoro come Ranger Ambientale nei Phillip Island Nature Parks. Ha lavorato per un anno
con pinguini, koala, foche, ecc. Mindy sta per finire i suoi due lavori, come assistente commessa in farmacia e addetta ai servizi per i visitatori.

Se lo rifaremmo? Non lo sappiamo. E’ un lungo periodo di tempo senza lavoro; ma non abbiamo impegni che ci legano seriamente come un mutuo o un figlio, quindi non è difficile imbarcarsi in quest’avventura. Nel futuro, se le cose dovessero cambiare, potrebbe non essere così facile.

13. Perchè avete preso questa decisione?
E’ il sogno di Rich! Amiamo la natura, gli orangotango e le avventure. E’ qualcosa che non dimenticheremo mai.

14. Un amico su Facebook mi ha chiesto se gli potete prestare un pò del vostro coraggio. Pensate che ci voglia veramente coraggio per fare quest’esperienza?
Ci vuole un pochino di coraggio, un GRANDE senso dell’avventura e molto amore e rispetto per la natura. Bisogna anche essere pronti a vivere isolati e provare interesse per le altre culture.

15. Dove possiamo seguire le vostre avventure quotidiane?
Al momento abbiamo questo blog: http://rrammadventures.blogspot.com/. Stiamo pensando di mettere su anche un sito. Non siamo sicuri di quanto sarà funzionante il nostro accesso a internet quando saremo in Borneo, ma proveremo a tenervi tutti aggiornati!

Grazie Mindy e Rich per quello che fate e buona fortuna!

Per fare donazioni alla Orangutan Foundation, ecco la pagina donazioni. Se invece volete fare una donazione per aiutare Rich e Mindy a coprire le loro spese per il viaggio, contattatemi o scrivetemelo nei commenti e vi dirò come fare.

E per il resto, aspettate le novità sul loro blog!

(Sono l’unica che ora mollerebbe tutto e andrebbe subito in Borneo?)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi articolo precedente:
Trenitalia bagagli smarriti e rimborso

Mi hanno rubato la valigia in treno e ho ottenuto il rimborso, nonostante Trenitalia. Come? ve lo dico io, perchè...

Chiudi