Search for content, post, videos

Frequenterò il corso per guida safari AIEA

fraintesa_safari

Ce l’ho fatta. Ho trovato un corso che non vedo l’ora di frequentare, che mi insegnerà molto sugli animali e che mi permetterà, se sarò brava, di lavorare con loro: è il corso per guida safari AIEA.fraintesa_safari Il corso mi serve per diventare guida di safari fotografico; è organizzato dall’Associazione Italiana Esperti d’Africa, un ente che da anni si batte contro il bracconaggio e per la difesa degli animali africani.
Dovrò frequentare per 4 fine settimana le lezioni che si terranno a Torino, studiare bene due manuali, poi fare pratica per un periodo che va dai 10 ai 20 giorni in Africa, per imparare il mestiere.

Le materie che studierò sono: guiding etiquette, astronomia, geologia, climatologia, ecologia, tassonomia, botanica, etologia (la mia preferita), mammiferi, uccelli, rettili, anfibi, artropodi, pesci. Per me significa davvero realizzare un sogno: ho sempre voluto approfondire le mie conoscenze sugli animali e la natura, ma in Italia sembra(va) che l’unico modo per farlo fosse studiare veterinaria per 5 anni, in corsi che approfondiscono per lo più il mondo dei gatti, cani e cavalli (animali che adoro, sia chiaro, ma come spettro di azione è un po’ limitato).
Sono felice anche perché ho fatto un safari in Kenya, nel parco Tsavo East, alcuni anni fa e quella fu un’esperienza quasi mistica per me, anche se la guida che ci portava in giro non si comportò al meglio nei confronti dell’ambiente (ad esempio, guidò la jeep fuori dai sentieri, in mezzo alla savana: non andrebbe fatto, perché le ruote creano solchi che, nella stagione delle piogge, possono formare nuovi torrenti che vanno a scombussolare il territorio e l’equilibrio faunistico).

Se supererò la prova pratica e un esame finale verrò iscritta nell’elenco ufficiale di guide di safari parlanti italiano e la cosa mi emoziona tantissimo. Mi piace l’idea di avere la possibilità di educare al rispetto per la natura le persone che mi ascolteranno.
E non sono spaventata da questa nuova sfida, anzi. Ho voglia di mettermi in gioco, ma soprattutto di imparare un mestiere pratico, studiare gli animali e sapere che un giorno, se mi impegnerò, avrò l’opportunità di lavorare in mezzo alla natura, se ne sentirò la necessità.
Ho dovuto mettere da parte il mio sogno di andare in Australia, ma questa nuova occasione mi dà decisamente una boccata di ossigeno.

Non vedo l’ora di iniziare il corso. Quando arriva aprile?

24 comments

  • Marzia

    Brava Fra, che bello!! complimenti.. 🙂

  • E allora in bocca al lupo! mi pare una cosa bellissima! Un pò ti invidio! 😉

  • Evvai! Ti calza a pennello questo corso 🙂
    Ti seguirò lungo il percorso, in bocca al lupo, ma so che sarà una bella avventura.

    PS: non riesco a loggarmi per i commenti nè con FB, nè con twitter, così per informazione. ciao ciao

  • Bello!!! Complimenti!!!

    Ma sei sicura di voler educare al rispetto per la natura gli italiani? (questa è cattiva)

    Beh, quando deciderò di fare un safari in Africa so già a chi rivolgermi!! 🙂

  • […] lo scorso fine settimana, ho iniziato il corso per diventare guida safari in Africa. La sede del corso è a Torino, nel Museo di Scienze Naturali: questa volta non ho avuto tempo di […]

  • […] mese sarò spesso a Torino. Oltre al corso da guida safari, sarò in città da venerdì 26 a domenica 28 aprile, durante il Torino Jazz Festival, per il blog […]

    • davide

      Ciao Fra ho letto il tuo post e il tuo entusiasmo è contagioso, una domanda mi sorge spontanea come si fa ad imparare il mestiere in un tempo così breve? Prova a guardare questo link, penso offra corsi decisamente più completi e specifici, e sicuramente con i migliori insegnati su piazza, io mi sono iscritto per l’anno prossimo e staró in sud africa non meno di un anno http://www.ecoranger.co.za in bocca al lupo!

      • Fraintesa
        Fraintesa

        Ciao Davide grazie per il tuo commento, dato che poi mi hai scritto anche su Facebook direi di aver risposto alla tua domanda lì, se hai altre domande comunque scrivimi pure anche qui. Ciao

  • enrico

    Ciao frà, io ho la tua stessa idea sto pensando di mettere da parte il viaggio in australia e vedere un pò questo cors…se ti va di parlarne aggiungimi su facebook o per email, come preferisci! a presto e ciaooo 🙂

    • Fraintesa
      Fraintesa

      Ciao Enrico, chissà dove ci porteranno queste scelte…comunque se hai domande sul corso, scrivimi pure qui! Ciao 🙂

  • […] stata a Torino in due weekend per il corso di guida safari e ho alloggiato in entrambi gli appartamenti che costituiscono questo bed & breakfast diffuso. […]

  • […] per quanto riguarda la mia passione per gli animali…dopo il corso da guida safari a Torino, ne inizierò a breve uno al Centro Recupero Fauna e Oasi WWF di Vanzago, vicino Milano: […]

  • Velia Sajeva

    Ciao!Anche io forse frequenterò questo corso!Mi racconteresti della tua esperienza??;)Grazie!

    • Fraintesa
      Fraintesa

      Ciao, il racconto della mia esperienza l’hai appena letto qui sopra. Fammi sapere come sarà la tua!

  • Gennaro

    ciao! ho appena finito di leggere il tuo post. Ti scrivo perchè anche io ho intenzione di frequentare il prossimo corso di guida turistica nei safari che partirà in autunno a Torino. Come si è conclusa la tua esperienza? una volta finiti i 20 giorni di pratica e dopo l’iscrizione all’albo delle guide parlanti italiano come ci si muove per iniziare a lavorare? io ho 22 anni e sono fortemente motivato a prendere questa strada in quanto è la mia passione, ma vorrei capire bene come funziona la cosa

  • ci sono update in giro per il blog in merito a questo argomento? mi incuriosisce parecchio e vorrei capire se si concilia con la tua scelta di essere vegetariana (essendo io vegana e curiosa di natura!)

    • Fraintesa
      Fraintesa

      Ciao Emilia, ho frequentato il corso ma non ho sostenuto l’esame perché alcune cose non mi convincevano! Dai sono contenta che abbiamo tante cose in comune, andrò a sbirciare il tuo blog 🙂 ciao

  • ma davvero? che peccato 🙁

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi articolo precedente:
Pizzeria ai Cappuccini a Modena: la mia pessima esperienza

Con alcuni colleghi sono andata di recente nella Pizzeria Ai Cappuccini a Modena, che ha aperto da poco.

Chiudi