Search for content, post, videos

Di corsa verso un nuovo obiettivo: la Milano Relay Marathon 2014

staffetta Europ Assistance

Il 6 aprile 2014 Milano ospiterà la maratona e Europ Assistance, per il quinto anno, sponsorizzerà la Milano Relay Marathon 2014 , la gara a staffetta. Ieri c’è stata la conferenza stampa di presentazione e io non potevo mancare, perché tra 135 giorni ci sarò anche io: sarò proprio uno dei 4 membri del team di Europ Assistance.

La staffetta copre l’intero percorso della maratona, ma lo divide in 4 parti per far condividere i 42,195 metri con altri compagni di squadra. Lo so che vi state chiedendo se gli altri 3 che correranno con me sanno che sono pigra e flaccida: la risposta è sì.

Ridendo e scherzando io sono andata a correre la prima volta nel 2004, durante il mio anno di studio a Klagenfurt, in Austria. Vivevo vicino al lago e andavo a correre con regolarità sulla riva circondata da anatre e cigni, con il sole e con la neve, per scaricare lo stress e smaltire i kg accumulati nel mio primo anno fuori casa. Correre lì era bellissimo.
Gli anni sono passati, la cellulite si è accumulata e ho provato altri sport, ma con poco successo. Mi è piaciuto molto fare Muai Thai, ma i lividi e la paura degli incontri non erano grandi attrattive, quindi ho smesso dopo 2 anni. Gli sport di squadra che ho potuto provare non mi hanno mai conquistata: grazie pallavolo, ma non mi vedrai mai più.
Però, anche se a ritmi alterni, la corsa è sempre stata con me. Mi è sempre piaciuta perché mi permetteva di andare fuori, nel verde, lontano da casa. Che è principalmente il motivo per cui viaggio.

Ho corso in Grecia, in Austria, in Svizzera, a Firenze, a Roma, a Rimini, a Spoleto, in campagna, in città, al lago, al mare.
Ultimamente corro a Milano, ma lo smog, i clacson e la voglia di essere altrove mi demotivano molto e mi fanno avere risultati altalenanti. Arrivo al sesto chilometro maledicendo i passanti, sbuffando e brontolando tra me e me.

Ma ora credo di aver trovato un nuovo obiettivo che spero mi stimoli a dare di più, impegnarmi seriamente (almeno stavolta) e raggiungere un traguardo. Seguirò un programma di allenamento personalizzato e otterrò un buon risultato: mi dispiace solo che ad allenarmi sarò da sola, perché nei prossimi mesi sarò all’estero (ma questa è un’altra storia).
È iniziata una sfida verso me stessa, la nemica più pigra che io potessi avere.
Cara Francesca, il 6 aprile 2014 tu alla Milano Relay Marathon 2014 correrai una decina di km da sola, sull’asfalto, con le voci del pubblico che ti spronano e la musica nelle orecchie. E non deluderai nessuno.
(Vero?!)

5 comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Leggi articolo precedente:
Barbanera
Barbanera

Forse anche per voi la parola 'Barbanera' evoca l'infanzia. Per me è istantaneo associare al nome di questo famoso almanacco...

Chiudi