Search for content, post, videos

Il mio weekend benessere a Abano Terme

Hotel President Terme - fraintesa.it

Sono passate già due settimane dalla mia due giorni all’insegna del benessere, passata a Abano Terme grazie a Benessere Viaggi. Le 48 ore tra massaggi, fanghi e relax nell’albergo 5 stelle Hotel President Terme hanno avuto notevoli effetti positivi sul mio corpo e sulla mia mente; sto sentendo questi benefici ancora oggi, mentre vi scrivo tenendo le spalle miracolosamente rilassate…

L’albergo che mi ha ospitata è a gestione famigliare e si trova ad Abano Terme, località in provincia di Padova, tra i Colli Euganei, rinomata stazione termale specializzata per la fango-balneo-terapia. In questa terra le acque termali sgorgano in superficie a 87°; provengono dalle Prealpi e in un percorso sotterraneo di 80 chilometri si arricchiscono di sali minerali, fino ad arrivare alle Terme Euganee dopo circa 30 anni di viaggio.

Qui ho passato due giorni sempre in accappatoio e sono felice di averlo fatto. Venivo da un periodo di grossi cambiamenti e di giornate intense e sentivo il bisogno di staccare la spina e passare un po’ di tempo solo a chiacchierare (ero con la mia amica Sara di Viaggio Anima Mente) e coccolare il mio corpo stanco. I miei spostamenti sono quindi stati: dalla camera alle piscine termali; dal ristorante ai reparti dedicati alla bellezza e al benessere. Non sono mai uscita dall’hotel e non me ne sono neanche accorta e questo mi ha fatto capire che avevo proprio bisogno di due giorni così; forse dovrei cercare di ricaricare le energie più spesso.

Il primo giorno ho fatto una visita con la dottoressa termalista, che ha verificato la mia pressione – bassa come sempre – e mi ha dato suggerimenti e prescrizione per i fanghi termali che avrei fatto la mattina seguente; ho passato il resto del tempo a rilassarmi sul lettino a bordo della piscina termale, a prendere il sole che, a dire la verità, andava e veniva, sentendo il tedesco e il francese dagli altri ospiti dell’hotel e provando gli idromassaggi.

La sera io e Sara abbiamo cenato insieme nell’elegante sala ristorante, dove abbiamo scoperto avere un famoso cantante come nostro vicino di tavolo e dove abbiamo conosciuto la vivace e appariscente proprietaria, la signora Sabbion, che è fiera di stupire gli ospiti comunicando la sua età (non voglio rovinarvi la sorpresa, ma ovviamente li porta benissimo).

Il giorno seguente è stato tutto dedicato al benessere.

Fangoterapia

Hotel President Terme - fraintesa.it

Ho iniziato la giornata a stomaco vuoto per fare la fangoterapia: un mix di argilla e acqua termale viene applicato caldo sulla schiena e sulle giunture, poi si viene avvolti in un panno per far aumentare calore e sudorazione. Temperatura e durata del trattamento mi erano state indicate durante la visita dalla dottoressa, ma di solito oscillano intorno ai 37° e 15 minuti. Poi il fango viene sciacquato con una doccia tiepida e ci si immerge in una piscina di acqua termale calda nella stessa stanza, per circa 8 minuti. Questo trattamento è ottimo in caso di dolori articolari o problemi di artrosi; io l’ho fatto per la cervicale e per il tunnel carpale. Per chi soffre di pressione bassa come me è consigliabile bere tanta acqua prima del trattamento e successivamente prendere i sali minerali, che sono a disposizione. Il fango può essere anche applicato parzialmente. Io ho ripetuto questo trattamento anche il secondo giorno perché più lo si fa, più aumentano i benefici.

Shiatsu

 

Dopo i fanghi, ho ricevuto un massaggio shiatsu di un’ora. Avevo grossi pregiudizi su questa tecnica: pensavo che fosse esageratamente forte, invece Ilario, il massaggiatore, mi ha manipolata premendo sui miei meridiani con un vigore deciso ma delicato. Sono riuscita a rilassarmi molto e distendere i muscoli; mi ha però trasmesso soprattutto energia e nuove vibrazioni. Mi ha rinvigorita.

Space Emotion Massage

Hotel President Terme - fraintesa.it

Dopo lo shiatsu ho provato un massaggio emozionale rilassante di tutt’altro genere, lo Space Emotion Massage, che dura un’ora e un quarto e prevede l’utilizzo di una candela di burro di karité dalla quale scende questo unguento caldo. Mi sono sdraiata sul lettino ad acqua e al buio ho ricevuto da Edy un massaggio tonificante e rilassante, che mi ha sciolto con dolcezza le ultime tensioni. Io ero da sola ma questo massaggio lo si può anche fare in coppia.

Dopo aver pranzato in accappatoio nel ristorante sotto il pergolato a bordo piscina, mi sono dedicata alla bellezza: manicure, pedicure e pulizia viso. Ho anche fatto una breve sessione di training autogeno, che praticavo anni fa e che mi ha aiutato a riprendere consapevolezza del mio corpo e di come spesso io tenda a sprecare energia tenendone inutilmente in tensione alcune parti. Di solito sto curva con la schiena e tengo le spalle in avanti: da quel giorno però ho ricominciato a stare più attenta alla postura in ogni momento della giornata. Consiglio questa pratica a tutti; le prime volte può essere complicata o estraniante, ma poi aiuta a rilassarsi e a imparare a contrastare sul sorgere i momenti di tensione, oltre che a combattere l’insonnia.

Massaggio con le campane tibetane

Campane tibetane Hotel President Terme - fraintesa.it

Questo è l’ultimo massaggio che ho provato ed è quello che ho amato di più. Lo avevo già provato alcuni anni fa e mi aveva fatto letteralmente viaggiare con la mente in una sorta di sogno consapevole, per questo l’ho consigliato anche a Sara che ne è rimasta entusiasta.
Prima di iniziarlo, la mia massaggiatrice Alessandra mi ha fatto scegliere l’essenza sulla base del mio olfatto: tra Vata, Pitta e Kapha a istinto ho scelto l’ultimo e questa mia scelta a sentire lei dimostra il mio bisogno di energia.
Durante questo massaggio, le manipolazioni delicate ma energiche si mescolano ai momenti in cui vengono fatte rintoccare le campane tibetane, coppe metalliche sacre che vengono appoggiate al corpo. Il loro suono vibrante si trasmette nel corpo, che fa da cassa armonica, e raggiunge luoghi della mente che piano piano si risvegliano dall’oblio.
Sono emersi ricordi di persone che avevo rimosso e a un certo punto – lo ricordo come se fosse ora – mentre venivo massaggiata ho visto me stessa davanti a una enorme porta statuaria nera, nel deserto, in procinto di attraversarla. Non so cosa significhi, ma questa è solo una delle immagini che la mente produce durante questo massaggio. E no, non è un sogno, perché si è sempre consapevoli di dove si è e delle mani che massaggiano.
È un massaggio che trasforma.

E così ho concluso la mia due giorni di profondo benessere in questo ambiente raffinato e rilassante.
Per tutto il tempo ho camminato sorridente e mi sono sentita come se qualcuno si prendesse cura di me in ogni momento.
Al ritorno a casa Trenitalia ha soppresso il mio treno, ciononostante non mi sono adirata più di tanto – segno che il relax era davvero profondo e duraturo.

Info utili sull’Hotel President Terme a Abano

L’Hotel President Terme si trova in via Montirone 31.
In tutto l’hotel (piscina esterna compresa) c’è la wifi gratuita e non protetta.
Gli ospiti possono anche fare cure inalatorie, riabilitazione, provare la grotta sudatoria o la palestra.
La stazione ferroviaria più vicina non è Abano, ma Terre Euganee – Abano – Montegrotto; da lì in taxi si raggiunge l’albergo con circa 13€ di spesa.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Leggi articolo precedente:
For food
5 consigli per viaggiare low cost

Viaggiare low cost è l'obiettivo di molti di noi: i consigli pratici su come farlo però spesso scarseggiano e spesso in rete...

Chiudi