Search for content, post, videos

Vacanza a Lampedusa: consigli, dove dormire, come muoversi

Lampedusa - fraintesa.it

Sono appena tornata dalla mia vacanza a Lampedusa. In 7 giorni sull’isola posso dire di averla girata in lungo e in largo, ma ammetto che per scoprirne gli angoli più nascosti forse ci vorrebbe più tempo. Una settimana è comunque sufficiente per andare nelle spiagge più conosciute, assaporare i gusti locali e imparare a memoria le vie del “centro” – se così si può chiamare il piccolo dedalo di strade con incroci perpendicolari che si snoda attorno alla centrale Via Roma. Mi sono fatta un’idea su dove sia meglio dormire e su come sia meglio muoversi nell’isola, quindi ho pensato di raccontarlo qui, dato che prima della partenza non mi era chiaro se l’estensione dell’isola si addicesse più a spostamenti in motorino o in macchina.

Dove dormire a Lampedusa: hotel o casa vacanze?

L’isola di Lampedusa ha un piccolo centro abitato condensato tra l’aeroporto e due piccoli porti, dove si trovano negozietti, hotel, supermercati e piccoli locali. Se si è in vacanza da soli e si ha voglia di stare in mezzo alla “vita” conviene rimanere in centro, intorno a Via Roma, dove ci sono hotel e bed & breakfast. Il bed & breakfast poi può essere un buon modo per entrare in contatto con persone dell’isola, che a colazione possono darvi consigli preziosi.

Personalmente però credo che il bello dell’isola sia fuori dal centro, dove si susseguono aree brulle, cespugli di capperi spontanei e il profumo del finocchietto e dell’origano selvatico si mischia alla salsedine nell’aria. Fuori dal centro c’è un silenzio magico, interrotto solo dal rumore dei motorini che passano lentamente in lontananza o dei passi dei runner che – chi l’avrebbe mai detto? – corrono numerosi sulle strade non asfaltate, purtroppo tra cani e gatti randagi.

Lampedusa Cala Uccello - Fraintesa.it

Sono contenta che il mio alloggio fosse fuori dal centro perché mi ha permesso di trascorrere del tempo, appunto, “isolata”. Sono stata una settimana in una delle case vacanze a Lampedusa di Soloaffittivacanze, in un residence e complesso di villette chiamato Le Anfore (0922 970183), immerso nella macchia mediterranea vicino a Cala Creta. La villetta bianca dove eravamo io e i miei due compagni di viaggio aveva cucina abitabile, bagno, due camere matrimoniali ma soprattutto una grande veranda con tavolo, divanetti, sdraio e un’amaca che ho adorato da subito.

Casa vacanze a Lampedusa - fraintesa.it

Amaca Lampedusa - fraintesa.it

C’erano aria condizionata e televisione ma non ho mai sentito il bisogno di accenderle. La sera si univa a noi un gradito ospite: un geco che mangiava le zanzare.

Casa vacanze Lampedusa - fraintesa.it
Scegliere una casa e non una camera in hotel si è rivelata per me la scelta azzeccata. Un ampio spazio esterno permette di stendere i teli da mare (che qui chiamano tovaglie!) e l’attrezzatura da snorkeling e farli asciugare; se come me viaggiate leggeri, poi, probabilmente non vi portate 7 costumi per 7 giorni, quindi è fondamentale avere uno stendipanni all’aperto dove mettere ad asciugare vestiti e costumi dopo averli lavati. La sera è impareggiabile stendersi sull’amaca a leggere in silenzio con l’arietta che ti rinfresca le gambe. Un altro lato positivo dell’appartamento è che chi ama cucinare, mangiare in veranda e invitare i nuovi amici conosciuti in spiaggia qui può farlo. Io una sera sono andata a correre e lungo la strada ho raccolto capperi e finocchietto selvatico, che poi al ritorno ho usato per preparare un profumato condimento per la pasta. L’appartamento è la scelta giusta se amate questo tipo di vita in vacanza, che secondo me è quello che più vi permette di assaporare la Lampedusa più selvaggia.
Un’alternativa alla classica villetta è il dammuso, una tradizionale costruzione rurale bassa in pietra funzionale alla raccolta di acqua piovana, che vede le sue origini a Pantelleria. Qui a Lampedusa sono in colore ocra, realizzate con pietre locali.

Come muoversi a Lampedusa: motorino, macchina o mehari?

I più temerai potrebbero pensare che, date le dimensioni ridotte dell’isola (circa 7 km di lunghezza e circa 3 nel suo punto più largo), si possa evitare di affittare un mezzo di trasporto. D’altronde c’è anche un bus arancione che attraversa parte dell’isola: ogni ora parte da Piazza Brignone per la Spiaggia dei Conigli dalle 8 alle 21 e torna ogni ora dalle 8.15 ale 21.15; compie anche la tratta Piazza Brignone – Capo Grecale, andata e ritorno tra le 8.35 e le 21.45. Sull’isola si possono anche affittare biciclette elettriche, che potrebbero sembrare una valida alternativa all’andare a piedi.
Però bisogna valutare due fattori: il sole di Lampedusa e i pesi da trasportare. Dopo una giornata in spiaggia, aspettare il bus stanchi sotto il sole cocente o pedalare per 7 km per tanti può essere un tantino faticoso. Bisogna considerare anche che molte spiagge e calette non sono attrezzate, quindi spesso bisogna portarsi acqua, cibo e, se si desidera l’ombra, l’ombrellone. Per le spiagge con gli scogli può essere comodo portare anche un materassino o un cuscinetto.

Ma c’è un altro peso da considerare: le bottiglie di acqua. Sull’isola c’è un dissalatore che produce acqua dolce ma non in quantità sufficiente; l’acqua dei rubinetti è quella portata da una nave cisterna, per questo è sconsigliabile berla. Perciò bisogna comprare l’acqua in bottiglie di plastica – considerate anche che dovrete trasportare questo peso, quando valutate di viaggiare a piedi o in bicicletta.
Personalmente credo che sull’isola la soluzione ideale per muoversi sia il motorino o l’auto. Si possono noleggiare scooter ecologici, auto elettriche e bici in via Pellico 2 da Turco Salvatore (contatti: prometeo.mare@alice.it o 0922 971607). Ci sono noleggi (forse un po’ meno ecologici) un po’ in tutta l’isola.
Per noleggiare una macchina io ho speso 200€ per una settimana (di fine luglio), più circa 15€ di benzina.
Il veicolo più caratteristico sull’isola è il mehari, spartano ma funzionale, che però costa un po’ di più.

Mehari Lampedusa - Fraintesa.it

Spero di avervi dato consigli utili per la vostra vacanza a Lampedusa. Se partite anche voi per questa splendida isola immersa nel blu fatemi sapere come vi siete trovati e se le mie opinioni vi sono servite.

 

Le altre foto che ho fatto a Lampedusa le potete vedere qui.

4 comments

  • […] i post che ho letto recentemente, ne voglio segnalare uno di Francesca Fraintesa Barbieri, Vacanza a Lampedusa: consigli, dove dormire, come muoversi. Lampedusa, forse l’emblema delle contraddizioni del nostro turismo. Una perla nel […]

  • […] amico è in realtà una amica e fortunatamente ha un blog, per cui non perdetevi “Vacanza a Lampedusa: consigli, dove dormire, come muoversi” e “Turismo responsabile a […]

  • Ciao
    Bello il tuo post, ma é consigliabile andare ad ottobre? Grazie per un tuo riscontro.

    Saluti
    Paola

    • Fraintesa

      ciao Paola, a quanto mi hanno detto direi proprio di sì. Ovvio che dipende dal meteo; e ricorda che i voli potrebbero essere meno frequenti. Ma io ci andrei 🙂
      Grazie per i complimenti e buon viaggio!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Leggi articolo precedente:
Elefante Parco Kruger - Foto di Enrico Mescalinablog
Safari al Parco Kruger: animali, prezzi, dove dormire

Enrico oggi ci racconta la sua esperienza di safari al Parco Kruger, in Sudafrica... Il Kruger è uno dei parchi...

Chiudi