Search for content, post, videos

Burgenland: natura, cultura, enogastronomia e terme in Austria

Burgenland casette sul lago

Il Burgenland è una regione dell’Austria unica nel suo genere. Se siete amanti della natura o del vino e state programmando un weekend a Vienna, non potete fare a meno di allungarvi di appena 60 km per scoprire un territorio ricco come quello del Burgenland.

Dove si trova il Burgenland

Il Burgenland è la regione più orientale dell’Austria, l’ultima che si è unita alla federazione nel 1921, infatti prima faceva parte del territorio ungherese.
È suddiviso in nove regioni raggruppate in tre grandi aree: Il Burgenland del Nord, il Burgenland centrale e il Burgenland del Sud. Confina a est con l’Ungheria, a ovest con le regioni austriache della Bassa Austria e della Stiria, a sud con la Slovenia e a nord per un tratto brevissimo con la Slovacchia. È in una posizione strategica per raggiungere comodamente Vienna (60 km da Eisenstadt, meno di un’ora in auto), Budapest (230 km, 2 ore e mezzo in auto), Bratislava (75 km, circa 1 ora in auto) e Praga (400 km). Anche dal Friuli, volendo fare un piccolo tour, il viaggio è di circa 5 ore in auto.

Io ho visitato il Burgenland del Nord, e l’esperienza è stata meritevole di un secondo round!

Cosa fare in Burgenland: la natura

Come dicevo, il Burgenland è ideale per chi ama la natura e gli animali, insomma per voi lettori di questo blog 🙂

Ho pranzato al Mole West (Seegelände 9, 7100 Neusiedl am See), un ristorante tutto trasparente posto su una palafitta sulla riva del lago Neusiedl, dal 2001 Patrimonio dell’Unesco.

Il paesaggio di questo lago, uno dei più grandi laghi di steppa della Mitteleuropa, è incredibilmente suggestivo.

Si trova a 115 m sul livello del mare, copre una superficie di circa 300 km quadrati per una profondità massima di circa 2 m. La forte evaporazione causa un’elevata salinità che influisce sulla termoregolazione del clima. È circondato da terreni paludosi e canneti ed è l’habitat di una fauna ricchissima ed eterogenea. La zona è di particolare interesse nel periodo da marzo a giugno o in tarda estate per chi pratica (o desidera praticare) il birdwatching.

Infatti, in primavera il parco nazionale diventa una tappa obbligata per molti uccelli migratori tra l’Europa del Nord e l’Africa. Degli oltre 300 esemplari documentati, circa la metà cova sul posto, alcuni sono vere rarità che nell’ambito del territorio austriaco si fermano solo qui.

Il verde in Burgenland copre la maggior parte del territorio, infatti oltre al Parco Naturale del lago Neusiedl ci sono quelli di Neusiedlersee – Leithagebirge, Rosalia-Kogelberg, Landser Berge, Geschriebenstein-Irottkö, Raab-Örsèg-Goricko e Weinidylle.

La regione è prevalentemente pianeggiante, animata da colline dolci intervallate da piccoli centri abitati e castelli.

Burgenland

Burgenland [Foto di Carlo]

Anche l’attenzione all’ecosostenibilità è molto sentita, particolarmente nella zona di Güssing, grazie allo sfruttamento di energia solare, eolica e delle biomasse.

In Burgenland, il sole splende 300 giorni l’anno.

Altra tappa obbligatoria per gli appassionati di birdwatching è Rust, piccolo paese affacciato sul lago Neusiedl, definita anche “la città delle cicogne”.

Rust cicogne Burgenland

Le cicogne a Rust [Foto di Carlo]

Passeggiando tra bellissime case barocche color pastello, alzate la testa per osservare i tetti e vedrete gli enormi nidi di cicogna! Se siete fortunati come me, in inverno potrete osservare le cicogne mentre svolazzano attorno ai nidi.

Cosa fare in Burgenland: la cultura

Nella cornice pittorica del Burgenland sorgono castelli, fortezze, torri di avvistamento e aleggia una piacevole atmosfera culturale.

Le dinastie degli Esterházy, Batthyány e Nádasdy hanno lasciato in eredità sul territorio monumenti di grande valore.

Particolarmente degno di nota è il Castello Esterházy, sito nella capitale del Burgenland, la città di Eisenstadt.
Ora, il castello è sede di mostre. Una delle cose più belle contenute all’interno del castello è sicuramente l’auditorium settecentesco, ma io mi sono innamorato delle carte da parati cinesi che coprono alcune delle pareti delle stanze private del castello!

Castello Esterházy

Il Castello Esterházy [Foto di Carlo]

Storia e musica sono i plus principali dell’aspetto culturale del paese. I più famosi artisti e musicisti internazionali hanno trovato in questa terra una vera fonte di ispirazione e creato con fermento le loro migliori opere.

Uno tra questi è Joseph Haydn, al cui nome è legata indissolubilmente la città di Eisenstadt (che ospita anche la sua casa-museo).

Burgenland: enogastronomia

La cucina del Burgenland ha diverse influenze, in parte austriache e in parte ungheresi, per ovvie ragioni.
Negli ultimi anni, la cultura enogastronomica si è rafforzata e definita, dunque è possibile trovare diversi ristoranti di altissima qualità.

I prodotti utilizzati sono tutti del territorio, che grazie al clima è straordinariamente ricco. Alcuni dei prodotti più interessanti sono le albicocche di Kittsee, le ciliegie di Leithaberger, le mele e le spezie del Burgenland del sud e le piccole fragole di Wiesel.

Ho amato uno dei 10 ristoranti migliori d’Austria, il Restaurant Taubenkobel (Hauptstraße 27, 7081 Schützen am Gebirge), un bistrot easy e al contempo molto suggestivo, dove si pranza tra gli scaffali di un negozio di prodotti gourmet e oggettistica per la casa.

Il mite clima pannonico con 300 giorni di sole all’anno, gli straordinari terreni ma soprattutto l’esperienza secolare di appassionati viticoltori hanno trasformato il succo della vite del Burgenland in un vino di classe apprezzato a livello internazionale.

Sono diversi i tipi di vini prodotti: bianchi corposi, rossi abboccati, dolci insuperabili e l’esclusivo Uhudler, con l’aroma di fragola selvatica. I due principali territori vinicoli si estendono intorno al lago di Neusiedl fino a Leithaberg con i suoi vicoli storici disseminati di cantine.

Il paesaggio è letteralmente disegnato dai filari di vite, che creano bellissimi pattern nelle infinite colline pianeggianti del Burgenland.

I vigneti del Burgenland

I vigneti del Burgenland[Foto di Carlo]

Una cosa veramente ammirevole è la passione dei viticoltori, come quella del proprietario della cantina Feiler-Attinger (Hauptstraße 3, 7071 Rust), e la cura degli interni delle aziende stesse.

Burgenland: terme

Il Burgenland è anche zona di terme!

Nella regione si concentrano sorgenti naturali di acque termali, acque termali fredde, fanghi, acque minerali gassate o gas secco su base di anidride carbonica.
Bellissima la cittadina termale di Bad Sauerbrunn con le sue acque benefiche.

Ora che sapete che l’Austria non è solo Vienna e montagne, vi consiglio di visitare il Burgenland, magari in tarda primavera o prima delle vacanze di Natale!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Leggi articolo precedente:
dettaglio del duomo di modena
Lista di parole in modenese. Piccolo dizionario modenese-italiano

Sono nata e cresciuta in provincia di Modena, ma è stato solo quando ho lasciato questa zona e mi sono trasferita...

Chiudi