Search for content, post, videos

10 (+ 1) cose da fare a Modena

Duomo e Ghirlandina di Modena

Cercare di riassumere quanto di bello si può fare durante una visita a Modena non è semplicissimo per una modenese “doc” come me. Ammetto di aver un po’ di timore di tralasciare qualcosa d’importante, che meriterebbe una menzione ☺ Ho deciso, quindi, di scrivere questo decalogo immaginando di parlare a un amico in visita per la prima volta, che desidera conoscere il punto di vista di una persona del luogo pronta a dargli i consigli migliori per aiutarlo a farsi un’idea, il più possibile completa, sulla città.

Che tipo di città è Modena?
Se avete deciso di visitarla probabilmente vi sarete già informati almeno un po’ sul suo conto ☺ Modena è una città d’arte e di eccellenze, famosa per il suo Duomo, che è stato dichiarato nel ‘97, insieme a Piazza Grande e la Torre Civica, la Ghirlandina, Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. È riconosciuta capitale della buona cucina ma anche città di motori e del bel canto. In sostanza, non le manca proprio nulla per essere la meta ideale di un weekend all’insegna della cultura e della gastronomia ☺

Le 10 cose che proprio non potete perdervi a Modena

Come dicevo, scegliere solo 10 cose da indicarvi non è stato semplice 😉 Pronti a scoprire quali sono?

1 – Da vedere subito: Duomo, Ghirlandina e Piazza Grande
La visita alla città inizia obbligatoriamente da qui 😉 Arrivate in Piazza Grande e fermatevi a osservare la bellezza di ciò che vi circonda. Splendido esempio di arte romanica, il Duomo di Modena sorprende sempre per la sua magnificenza. A fianco al Duomo sorge la Ghirlandina, il simbolo della città, che per i modenesi rappresenta un vero e proprio punto di riferimento. Se la trovate aperta, vi consiglio vivamente di salirci! Una volta finita la vostra visita culturale fermatevi per una pausa relax seduti sui gradini delle scale del Chiostro a fianco dei leoni oppure più comodamente a un tavolino del vicino Caffè Concerto.

PiazzaGrande_Modena

Piazza Grande [Foto di Stefania Fregni]

2 – A spasso per il Mercato Albinelli
Il Mercato Albinelli () è in assoluto uno dei posti che preferisco. L’atmosfera che si respira tra i banchi è magica: è il luogo della tradizione, custode dei valori della cultura e della gastronomia modenese. Inaugurato nel 1931, oggi è riconosciuto monumento d’interesse storico nazionale.

3 – Una “vasca” in via Emilia
La via Emilia è la grande via romana consolare millenaria che con i suoi 262 km attraversa l’Emilia Romagna da Piacenza a Rimini. Quest’antichissimo tracciato taglia la città di Modena in senso orizzontale da est a ovest. Via Emilia Centro va da Piazza Sant’Agostino a Largo Garibaldi, dove un tempo c’erano le porte della cinta muraria. Una bella passeggiata da un’estremità all’altra, amichevolmente denominata “vasca”, è dunque d’obbligo! Potrete ammirare così le piazze che si aprono sui lati della via come Piazza Matteotti, Piazza Mazzini e la piccola Piazza Torre dove si erge la bella statua dedicata al Tassoni, uno dei personaggi illustri della città.

4 – Una sosta in Piazza Roma per ammirare lo splendido Palazzo Ducale
Un’altra splendida piazza della città, completamente ristrutturata di recente, è Piazza Roma su cui affaccia l’imponente Palazzo Ducale, dimora del Ducato degli Este per più di due secoli, oggi sede dell’Accademia Militare. Fermatevi a godervi questo spettacolo architettonico seduti su una delle panchine di marmo, guardandovi intorno, ammirando i 9.400 mq di spazio che vi circonda, valorizzati dalle piacevoli fontane e giochi d’acqua.

PalazzoDucale_Modena

Palazzo Ducale [Foto di Stefania Fregni]

5 – Una scorpacciata di gnocco e tigelle
Questa è un’esperienza gastronomica tipica che non potete proprio perdervi! Gnocco e tigelle non sono solo un piatto della tradizione ma rispecchiano quel modo di essere conviviale e caratteristico della gente di Modena. Sia “il gnocco fritto” che la tigella, il cui nome corretto è però crescentina – tigella è il nome gergale e corrisponde ai dischi di terracotta o pietra refrattaria con cui tradizionalmente viene cotta la pasta – sono sostituti del pane e si mangiano imbottendoli di salumi e/o formaggi, meglio se accompagnati da un bicchiere di buon Lambrusco e condivisi con tanti amici.

6 – Una vista al MEF a Modena e al Museo Ferrari di Maranello
Ecco due mete cult per gli amanti dei motori: la Casa Museo Enzo Ferrari (MEF) di Modena e il Museo Ferrari di Maranello. Conosciuti e apprezzati in tutto il mondo, questi due musei sono visitati ogni anno da migliaia di amanti della potente “rossa modenese”.

7 – Alla scoperta dell’oro nero di Modena: l’Aceto Balsamico
Se siete a Modena non potrete certo resistere al gusto di questo condimento così speciale! Interessante è quindi una visita al Museo dell’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena, a Spilamberto, non lontano dalla città. Qui potrete imparare tante cose su uno dei protagonisti delle tavole emiliane ma soprattutto potrete degustare il vero Aceto Balsamico Tradizionale dalle caratteristiche uniche.

8 – Tortellini che passione!
Potevano forse mancare i tortellini in questa lista? Ovviamente no! Che veniate in città in estate o in inverno, un piatto di tortellini, rigorosamente in brodo, lo dovete assolutamente provare ☺ 
Perennemente conteso tra Modena e Bologna, il tortellino è il cibo della tradizione, il principe della tavola. Originario di Castelfranco Emilia, secondo la leggenda, a lui è dedicata l’annuale Festa di San Nicola o Sagra del Tortellino, che si celebra verso metà settembre in questo comune. Se siete vegetariani, non disperate: sono altrettanto tipici i tortelloni burro e salvia ripieni di ricotta e spinaci!

9 – A casa del grande Maestro Luciano Pavarotti

La Casa Museo Luciano Pavarotti si trova nella prima campagna modenese, dove il Maestro, a metà degli anni ‘80, aveva costruito alcune scuderie e aperto una scuola di equitazione. Inaugurato da appena qualche anno, questo luogo, carico di ricordi, celebra la vita e il lavoro di Big Luciano ma soprattutto spiega come quest’uomo sia stato capace di avvicinare la lirica alla musica pop rendendola accessibile alla gente comune.

CasaMuseoLucianoPavarotti_Modena

Casa Museo Luciano Pavarotti [Foto di Stefania Fregni]

10 – Un giro per i musei del centro città
I musei da visitare nel centro cittadino di certo non mancano! 
Iniziate dal Palazzo dei Musei in cui sono collocati: la Galleria Estense, una delle più importanti e antiche Gallerie Nazionali d’Italia, che ospita alcuni capolavori della grande collezione del Duchi di Modena, come alcune opere di Bernini, Correggio, El Greco, Guercino e altri ancora, il Museo Lapidario, dove sono raccolte tutte le testimonianze di epoca romana ritrovate sul territorio modenese, i Musei Civici, divisi nelle sezioni di archeologia, arte medievale e moderna, e la Collezione Gandini con oltre 2.000 frammenti di tessuti prodotti tra l’XI e il XIX secolo.
Per i più piccini (ma anche per i grandi che non smetteranno mai di essere un po’ bambini come me ;)) c’è poi il Museo della Figurina nato nel 2006 per volontà di Giuseppe Panini, fondatore delle Edizioni Panini, che racconta, nella sua sezione permanente, la lunga storia della figurina a partire dal XV secolo per arrivare ai giorni nostri.

E per chi vuole provare un’esperienza unica…

10 (+1) – A cena tra le stelle
Di recente l’Osteria La Francescana dello Chef Massimo Bottura è arrivata in cima alla classifica dei 50 migliori ristoranti del mondo, un traguardo molto importante per l’intera città. Turisti da tutto da ogni dove vengono a Modena per provare la cucina stellata del grande Chef. Probabilmente ora la lista d’attesa sarà un po’ più lunga del solito, ma se volete concedervi un’esperienza speciale, un pranzo o una cena in questo ristorante sono un must 😉

Modena è tutto questo ma molto altro ancora.
Una prima visita vi farà capire quanto la città ha da offrire e sono sicura che dopo vorrete tornarci!

Che aspettate quindi a venirmi a trovare? 😉

Stefania Fregni – My Modena Diary

1 comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi articolo precedente:
spiaggia con mare turchese di cefalonia
Le cinque spiagge più belle di Cefalonia

Lo Ionio che bagna questa isola greca tra Patrasso e la Puglia è bello praticamente ovunque. Lungo le strade sarete...

Chiudi