Search for content, post, videos

Bamberg: 10 cose da vedere nella città Patrimonio UNESCO

Bamberg, altes rathaus o vecchio municipio, sul fiume

Andare a definire cosa vedere a Bamberg è quasi l’ultimo dei pensieri quando si decide di arrivare in questa città a due passi da Norimberga con l’unico difetto di non essere raggiungibile direttamente per via aerea.
Per raggiungerla l’aeroporto più vicino è proprio quello di Norimberga da dove, con un’auto, si arriva a Bamberg in circa un’ora. Se volete risparmiare sul volo, l’alternativa è arrivare su Francoforte (raggiunta anche dalla Ryanair), ma in questo caso il tragitto è di circa 2 ore e mezza.

Perché visitare Bamberg?

Praticamente uscita illesa dai bombardamenti della seconda guerra mondiale, Bamberg, o Bamberga, è riuscita a conservare in toto il suo centro storico considerato il più esteso della Germania e inserito giustamente tra i Patrimoni dell’Unesco dal 1993.
La sua posizione domina la valle del Regniz, fiume che l’attraversa quasi nel punto in cui si ricongiunge con il Meno. Il centro storico di Bamberg sembra appollaiato su 7 colli e proprio per questo la città viene da molti definita la “Roma francone”… anche se poi il suo lungofiume, con le piccole case di legno un po’ traballanti e affacciate sulla sua riva, viene chiamato la piccola Venezia.

Bamberg

Bamberg, la piccola Venezia

Per passeggiare tra le sue strade può bastare anche una giornata, ma se ci si vuole regalare una serata in uno dei tanti locali… o magari in una delle rinomate birrerie, meglio pensare ad una notte in città.

10 cose da vedere a Bamberg

1- Il vecchio municipio – Altes Rathaus

Piazzata nel bel mezzo del corso del Regniz che d’inverno, impetuoso, sembra volerla trascinare via, si trova la struttura pittoresca del Vecchio Municipio di Bamberg.
L’isoletta è raggiungibile con due ponti che la collegano alle due sponde e leggenda dice che l’attuale sistemazione sia dovuta ad una antica disputa. Il Vescovo di Bamberg si oppose alla concessione di terreno al popolo per la costruzione del municipio. Gli abitanti costruirono così l’isola artificiale per adagiarvi sopra proprio l’edificio del municipio.
Fateci un giro di sera quando con poca gente e una illuminazione particolare sembra un piccolo mondo galleggiante che si regge a malapena sotto l’impeto dell’acqua.

2- Il quartiere dei pescatori – la piccola Venezia

Le casette dei pescatori che, una dopo l’altra, si susseguono sul lungofiume meritano più di uno scatto della vostra macchina fotografica, soprattutto al tramonto.
Ogni casetta ha un suo giardino e terrazzino sul fiume, alcune sono qui fin dal Medioevo e oggi sembrano quasi reggersi a fatica sfidando la forza di gravità… eppure sono abitate e fanno tenerezza con le loro finestre colorate da tendine fiorate.
L’ultimo tratto della Piccola Venezia vede ospitare il Macello Vecchio e di fronte la grande gru in ferro che serviva a caricare le navi da carico che approdavano proprio dove oggi partono le gite in barca.

3- Il Duomo di Bamberg

Passeggiando per Bamberg ci si accorge che la città ha un’altra caratteristica che la avvicina a Roma: la presenza di un gran numero di chiese. Per ogni salita o piazza sembra aprirsi un edificio sacro, e se non è una chiesa è un convento…
La più importante rimane l’imponente Duomo della città. Due secoli ci son voluti per portare a termine la costruzione del Duomo di Bamberg, o meglio del Kaiserdom.
Proprio la lunghezza dei lavori spiega i diversi stili presenti nell’enorme costruzione a 4 campanili che svetta sulla città.
Il Duomo ospita le tombe di Enrico II, l’imperatore che ne volle la costruzione, e di sua moglie, oltre al sepolcro di Clemente II (Papa tedesco).

4- La Vecchia Corte di Bamberg

Quello della Vecchia Corte di Bamberg è uno storico edificio composto da uno spazioso cortile fiorato intorno al quale si trova l’antica residenza imperiale. Durante la bella stagione qui è da non perdere il giardino delle rose, o Rosengarten.

Bamberg

La Vecchia Corte

L’accesso alla Vecchia Corte di Bamberg si trova proprio sulla piazza del Duomo ed è riconoscibile dalla “porta bella”: un portale in cui sono raffigurati la Madonna e i fondatori del Duomo (Enrico e Cunegonda) affiancati dai patroni del Duomo San Pietro e San Giorgio.
Oggi vi si trova ancora la camera di consiglio a tre piani che nel X e XI secolo fu il foro giuridico dell’imperatore.

5- La chiesa di St Michael

Lasciando il centro storico e salendo lungo il colle Michaelsberg si arriva alla piazza che ospita un’altra importante e grande chiesa di Bamberg, la chiesa di St Michael alla quale si affianca quello che una volta era il convento dei benedettini, oggi trasformato in una casa di riposo.
Oltre che per la chiesa vale la pena affrontare la salita anche per lo stupendo scorcio sulla città. Magari gustatevelo prendendo una birra nel piccolo bar all’aperto che si trova nel giardino del belvedere. Troverete anche un ristorante italiano, ma a parte l’angolo romantico e pittoresco non mi sento di garantire sul menù – un menù con pasta con il pollo non mi permette di certo di farlo!

6- Museo della Birra di Bamberg

Visto che siete a St Michael, se siete appassionati di birra, qui troverete il Museo della Birra. Infatti proprio qui nel monastero, fin dal Medioevo, è stata prodotta la storica birra affumicata di Bamberg: la Rauchbier.
Il particolare sapore della birra di Bamberg proveniva, e proviene ancora, da una particolare procedura di affumicatura del legno di faggio. Il Museo della Birra di Bamberg, il cui ingresso è proprio nella piazzetta di fronte a St Michael, può essere una prima tappa di un lungo tour dedicato alla birra a Bamberg.

7- Birreria Schlenkerla

L’indirizzo di questa storica birreria di Bamberg è Dominikanerstraße 6 e la troverete ospitata da un vecchio edificio che un tempo era sede di un convento domenicano.
Anche questa famosa birreria è inserita in un tour particolare di Bamberg: il BierSchmecker, per Itinerario della birra.
Se volete seguire il tour non dovete fare altro che acquistare uno zainetto contenente un boccale per la birra e buoni per vari boccali per provare qualcuna delle 50 diverse birre prodotte in città nei 10 diversi birrifici cittadini (quelli in città… se ne contano almeno altri 70 nei dintorni). Chiedete informazioni agli uffici turistici (il costo del pacchetto è di 22,50€) vi daranno informazioni sulla prenotazione del tour guidato e dello zaino.

8- Castello di Geyersworth

Il castello di Bamberg fu inizialmente dimora della famiglia dei Geyer, ma passò all’arcivescovado nel 1580. Nonostante la sua importanza storica con il tempo ha perso le sue funzioni rappresentative e oggi è esclusivamente un edificio con funzioni turistiche.
La torre del castello è ancora oggi visitabile, basta richiedere la chiave presso l’ufficio informazioni del castello (aperto dal lunedì al giovedì dalle 9 alle 16,30 ed il venerdì dalle 9 alle 12,30).
Proprio a due passi dal castello si trova il parcheggio di “Geyerswort” che è il più comodo se vi trovate ad arrivare in città in auto.

9- La vecchia fortezza di Bamberg

Sul colle più alto di Bamberg si trova invece la Vecchia fortezza di Bamberg. Per raggiungerla è molto meglio prendere il bus che arriva alla fermata Rennersteig. Per le visite informatevi sul sito del castello perché l’associazione che si occupa delle visite al castello organizza spesso eventi e comunque anche gruppi per la visita delle stanze interne.

10- I viali pedonali del centro

È su queste vie ordinate e colorate del centro storico che si finisce per passeggiare… molto spesso a naso all’insù per guardare le insegne in ferro battuto vivaci e lucide, o per guardare i tetti spioventi ricchi di finestrine che guardano i passanti. I viali sono ricchi di negozi di artigianato, di vestiti bavaresi, ma anche di ristoranti dove si servono improbabili pizze o menù tedeschi adatti a stomaci forti, e negozietti di souvenir.
Naturalmente più che il cibo merita la birra, ma berla a stomaco vuoto è impossibile quindi… salsicciotti a non finire (è l’unica cosa che sanno cuocere decentemente) :/
Per concludere i miei consigli vi posso dire che le mini-crociere sul fiume non meritano molto: le parti più interessanti sono il passaggio di fronte alla piccola Venezia (che potete comunque vedere anche dalla strada di fronte), ed il sistema di chiuse per superare i dislivelli del fiume. Insomma se vi avanza tempo o siete stanchi di camminare sono una buona idea, altrimenti lasciate stare.

 

Agnese Ciccotti

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi articolo precedente:
Darwin panorama Australia e Fraintesa
Darwin, Northern Territory: cosa fare e vedere

La prima volta che sono stata a Darwin sapevo che per raggiungere l’Australia le ore di volo non sono esattamente...

Chiudi