Search for content, post, videos

9 cose da sapere prima di andare a Marrakech

Medersa Ben Youssef Marrakech

Sono tornata da poco da un viaggio a Marrakech. Per mia fortuna mi ero informata bene prima della partenza e così ho potuto evitare spiacevoli inconvenienti e incomprensioni. Non ero mai stata in Marocco prima, e gli accorgimenti che sto per darvi hanno contribuito a rendere la mia vacanza assolutamente perfetta. Ecco quindi alcuni consigli pratici su 9 cose da sapere prima di andare a Marrakech.

  1. L’arrivo in aeroporto a Marrakech

  2. All’arrivo in aeroporto a Marrakech è obbligatorio compilare il modulo per il visto di ingresso nel paese. Solo dopo i controlli del visto e del passaporto si può accedere al all’area di ritiro bagagli o ci si può dirigere all’uscita dell’aeroporto.
    Non appena sbarcati dall’aereo, correte a prendere uno dei foglietti per il visto che troverete distribuiti su vari espositori intorno a voi, NON fermatevi a compilarlo e mettetevi subito in fila per i controlli. Vi conviene scrivere i vostri dati sul foglio mentre siete in fila; ne avrete il tutto il tempo perché i controlli sono molto lenti. Questo piccolo accorgimento vi permetterà di staccarvi dalla massa e accedere ai controlli prima di tutti gli altri. Io ho seguito questo consiglio e quando ho consegnato il mio passaporto per i controlli mi sono accorta di aver lasciato dietro di me una fila di almeno 70 persone!

  3. Ripartire da Marrakech: i controlli in aeroporto

  4. Quando sarà ora di prendere il volo di rientro e lasciare il Marocco, assicuratevi di arrivare in aeroporto con almeno due ore di anticipo rispetto alla partenza del vostro volo, anche se volate con il solo bagaglio a mano. I controlli all’aeroporto di Marrakech sono numerosi e lenti – io ne ho contati sei!
    L’accesso al moderno aeroporto della città è consentito solamente a chi ha dotato di biglietto aereo, perciò già nelle porte di ingresso dell’edificio dovrete sottoporvi al primo controllo del passaporto e dei bagagli. Successivamente dovrete recarvi alla vostra area di check-in anche se volate con Ryanair e anche se viaggiate solamente con un bagaglio a mano. Per accedere ai controlli successivi, infatti, è necessario che il vostro biglietto cartaceo sia timbrato dalle assistenti al banco del check-in di pertinenza.proprio per questo motivo dovrete e quindi anche ricordarvi di stampare il check-in del vostro volo prima di recarvi in aeroporto, dato che il biglietto elettronico su cellulare non sarà considerato sufficiente. Questo dettaglio è risaputo a Marrakech, perciò state tranquilli che il riad da dove alloggerete vi aiuterà volentieri a stampare la vostra carta di imbarco.
    Al check-in seguiranno altri controlli del bagaglio e dei passaporti: considerate almeno due ore di tempo per tutte queste verifiche, e arriverete in tempo al gate.

     

    Marrakech asino con carretto

  5. Il canto del muezin

  6. A Marrakech il canto del muezin alla preghiera si diffonde dal minareto sei volte al giorno. L’imsak, cioè la prima preghiera che invoca “Allahu Akhbar”, è alle 5:30 di mattina, ogni giorno. Tenete presente che la sentirete mentre dormite, a meno che non abbiate il sonno molto pesante. Può essere una buona idea portare in valigia dei tappi per le orecchie, Che possono tornare utili in questo caso. Talvolta li si trova in camera a disposizione degli ospiti nei Riad più attenti, come in quello dove ho dormito io (Riad Al Massarah). Se alloggiate all’interno della Medina di Marrakech sarà praticamente impossibile non sentire i canti delle numerose moschee.

  7. Il tramonto in piazza Jema El Fnaa

  8. Marrakech bar Chegrouni

    Una delle attrazioni più popolari di Marrakech è piazza Jema El Fnaa. Per un’esperienza indimenticabile in città è da obbligo una cappa in piazza al tramonto, per ammirare il cielo infuocato su la zona che lentamente si popola e si anima. Il punto panoramico più popolare per Per godersi il tramonto è il Cafè Glacier, che però tende a essere sovraffollato e quindi poco adatto per scattare foto o godersi l’atmosfera in tranquillità. Se volete una prospettiva diversa (che includa anche sullo sfondo l’area verde della Koutoubia) e preferite un ambiente meno affollato, recatevi all’ultimo piano del vicino bar Chez Chegrouni. Potrete trovare facilmente posti liberi con vista panoramica e godermi un tè alla menta in santa pace.

  9. I taxi di Marrakech

  10. Come quasi in tutto il resto del mondo, i tassisti a Marrakech tendono a “dimenticarsi” di accendere il tassametro quando fanno partire la corsa. Per questo motivo vi consiglio di stabilire il prezzo del viaggio prima di salire in macchina. Ricordatevi che vige la contrattazione, e che dopo il tramonto i prezzi saranno leggermente più alti.

  11. Contrattare i prezzi

  12. Marrakech souk maschere

    A proposito di contrattazione, armatevi di pazienza se intendete fare acquisti nel Suck o in un negozio. Se volete comprare un oggetto, tenete presente che il prezzo che vi verrà comunicato sarà di gran lunga superiore al suo vero valore. Decidete dentro di voi quanto volete spendere, e tenete presente che di norma si tratta del 30% del prezzo iniziale! Non abbiate fretta, dimostrate quanto volete e quella merce ma siate fermi sulla vostra proposta se ne siete convinti. Preparate vi anche a convenevoli con me alla rituale del tè alla menta, da bere in compagnia del venditore tra una proposta e l’altra.

  13. Gli alcolici nella Medina

  14. Marrakech interno ristorante Naranj

    Nell’Islam l’alcol è vietato. Per questo motivo non è così facile reperire alcolici all’interno della Medina. Se risulta pressoché impossibile trovare una birra nei bar intorno a Piazza Jema El Fnaa, è però molto più facile bere alcol nei ristoranti, alberghi e bar dotati di licenza apposita. Se per voi è l’alcol è necessario, ricordatevi di chiedere per tempo al vostro Riad se ve lo può fornire, oppure controllate nei siti dei ristoranti che vi ispirano se possono servire alcolici. Oppure, più semplicemente, prendete questa vacanza a Marrakech come un’opportunità per fare detox!

  15. Dare la mancia

  16. La mancia è considerata una norma e per un buon servizio si aggira intorno al 10% dell’importo totale.

  17. Come vestirsi a Marrakech

  18. Marrakech passanti nella medina

    Il Marocco è un paese arabo e l’Islam ha un forte impatto sugli usi e costumi locali. Dal punto di vista dell’abbigliamento, soprattutto per le donne, è buona norma preferire capi che coprano le spalle, le braccia e le gambe. In generale, un ampio foulard tenuto in borsetta può essere sempre utile. Devo anche dire che ho visto (poche) turiste girare in minigonna o con maglie molto scollate, e non ho notato sguardi incriminatori o atteggiamenti negativi nei loro confronti. Tuttavia dal mio punto di vista anche un abbigliamento consono è un segno di rispetto nei confronti della cultura al locale che ci ospita.

 

Ora siete pronti per partire; buon viaggio e salutatemi Marrakech!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Leggi articolo precedente:
pecora in primo piano
Vento d’Irlanda: novità, itinerari e appuntamenti 2017

Tutti pazzi per l’Irlanda. I numeri parlano da soli: il totale dei visitatori stranieri nel 2016 è stato di 9.584.000...

Chiudi