Search for content, post, videos

Io, la Puglia, il Garganoecotour

garganoecotour

Sicuramente sono stata sfigata. Ma la mia prima e unica esperienza in Puglia mi ricorda scarafaggi, parcheggiatori abusivi e faticate assurde.
Ci sono stata forse ormai 10 anni fa. Sono stata in un trullo vicino a Monopoli, dove in cambio dell’alloggio ho contribuito alla creazione dei mosaici di pietra nella pavimentazione esterna: ogni sera andavo in spiaggia, vicino a una marmeria, a raccogliere le pietre di scarto levigate dal mare, e la mattina, dopo la colazione a base di marmellate fatte in casa e Radio Radicale, preparavo lo stucco e mi mettevo al lavoro posando le pietre raccolte la sera prima.
Bello, romantico, impatto zero e tutto quello che volete, ma un mazzo tanto.
Da lì mi sono spostata a Lecce: bella città, brutti ricordi. Come quando dal buco dello scarico della vasca e del wc cominciarono ad uscire blatte marroni giganti: meno male che amo gli animali, così le amiche che erano con me hanno potuto chiudermi dentro al bagno ed aspettare che io accompagnassi fuori dalla finestra tutte le blatte una a una.
O come quando ho litigato con un parcheggiatore abusivo.
O quando sono rimasta molto delusa da un manifesto della pro loco che spiegava che i turisti non sono nemici (!).
O quando mi sono resa conto di quanti cani randagi dovevo schivare mentre guidavo.

Vabeh, direte voi, queste sfighe possono capitare dovunque. Verissimo. E se vi capitano tutte insieme, voi in quel posto poi ci tornate volentieri?

Io no (anche perché odio pochi generi musicali, ma uno di questi è’ la taranta).

Ho quindi accuratamente evitato tutte le offerte di vacanze in Salento & dintorni negli ultimi 10 anni. Ma in questi 10 anni ho anche conosciuto molti pugliesi, e ad oggi non me ne viene in mente nessuno con cui io mi sia trovata male.

E allora ho pensato che sono una vecchia stupida, chiusa, che sarebbe ora che affibiasse nuovi ricordi alla Puglia (di solito faccio così: se un posto mi dà brutti ricordi, ci torno presto con qualcuno che apprezzo per crearne di nuovi, positivi, e dimenticare piano piano quelli negativi).

Così ho detto di sì al Garganoecotour organizzato da Nonsoloturisti. Parto il 13 e torno il 16 settembre: non tornerò ballando la taranta, ma spero di tornare con uno spirito diverso, che non mi faccia tentennare quando sente la parola “Puglia”.

garganoecotour
Andrò nel Gargano, dove non sono mai stata, ma dove c’è un bed & breakfast (Pizzicato Eco B&B) che invade internet e che, mi sembra, fa di tutto per promuovere la sua regione.

Nel programma del #Garganoecotour ho letto che tra le altre cose faremo un minicorso sulla preparazione dei sottolio, un’escursione nella Foresta Umbra (perché si chiama così? dovrò chiederlo a Google), una visita al borgo antico di Vico del Gargano alla scoperta degli antichi mestieri (no, non dite cosa vi viene in mente leggendo “antichi mestieri”), un corso di preparazione di paposciola garganica (Google, di nuovo) e orecchiette (sarò la nuova Lino Banfi), e una visita alle Tremiti.

Se dopo questo tour non amerò la Puglia, allora tanto vale che lasci l’Italia.
[questa la capiscono solo quelli che hanno letto quest’altro post]

9 comments

  • Cara Fraintesa

    da amante della Puglia e della pizzica 🙂 credo che tornerai innamorata di questa bella terra perchè Vico del Gargano è un gioiello, Giuseppe è coinvolgente ma sopratutto fa dei cocktails da paura! mi raccomando non perdere quello ai gelsi neri e il mojito al ginger! Oddio che invidiaaaaaaaaa

    Non vedo l’ora di sapere come è andata

    Elisa

  • Pure io non ho propriamente bei ricordi di Puglia:
    – prima in agriturismo lager vicino Monopoli (fosse lo stesso?) in cui anni fa mi sono beccata cazziate per essere arrivata in ritardo (5 minuti) alla cena e aver costretto tutti gli ospiti dell’agriturismo ad aspettarmi per la cosidetta cena sociale, per non aver rifatto il letto in camera in maniera corretta e per aver raccolto le prugne come non avrei dovuto fare.
    – poi sul Gargano pochi anni fa dove sono stata mazzolata economicamente e il trattamento è stato pessimo.

    Mi sarebbe proprio piaciuto partecipare a questo blogtour ma non mi sono manco candidata 😀

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi articolo precedente:
lago dei caprioli
Lago dei Caprioli, cosa mi è piaciuto e cosa no

Un paio di weekend fa sono tornata in Trentino per godermi un pò di fresco e di natura. Su consiglio...

Chiudi