Search for content, post, videos

Dove correre e fare trekking a Spoleto: Giro dei Condotti

Dopo il Ponte delle Torri, ho scoperto un nuovo percorso per andare a correre e fare trekking a Spoleto, perfetto per gli amanti della natura: il Giro dei Condotti.

Questo percorso parte proprio dopo il Ponte delle Torri e arriva a Spoleto bassa, attraversando la natura per 13 km. Per raggiungerlo, passato il ponte si sale sul Fortilizio dei Mulini e si prende l’unico sentiero che va verso sinistra, che è in salita per qualche decina di metri.
Da lì in poi, per la mia gioia di donna di pianura, il percorso è interamente pianeggiante, a metà collina e a un’altitudine di circa 400 m, per circa 11 km. Gli ultimi 2 km sono invece in discesa (ripida!).

Nel sentiero sterrato, che ho fatto sia camminando che correndo, mi sono imbattuta in un paio di paletti in legno per esercizi di fitness, da me prontamente ignorate. Per il resto, ho proceduto per un bel pezzo sotto l’ombra di alberi e arbusti alti. Molto rilassante.

Dopo circa 20 minuti di cammino sono arrivata al Ponte Sanguineto. Questo ponte è il primo di due bivi che si incontrano lungo la strada: è sufficiente tenere sempre la sinistra (o seguire le indicazioni Spoleto) per proseguire sul Giro dei Condotti.

Tra ulivi, corbezzoli, farfalle e ginestre in fiore, dopo altri 10 minuti di cammino ho raggiunto l’ex Monastero di Santa Maria Inter Angelos. Lì c’è uno splendido panorama: ho visto il colle che avevo superato, e la Rocca Albornoziana di Spoleto di fronte a me.

Proseguendo, la natura viene intervallata sempre più spesso da edifici. Dopo aver camminato tutto intorno al Colle Ciciano, alle sue pendici ci si imbatte nella Basilica di San Salvatore, centro di culto di epoca longobarda.

Attraversandone il cimitero, che in parte è monumentale, si arriva poco dopo al Monastero di San Ponziano, dove tuttora vivono alcune suore di clausura che -ovviamente- non ho visto. Se non siete di corsa (letteralmente), vale la pena farci una visita accompagnati dal custode, un uomo molto alla mano che ama svelare curiosità e segreti sui dipinti nella cripta della Chiesa.

Scendendo e attraversando una strada poco trafficata si è già a Spoleto bassa, nella zona dove partono le scale mobili per la città alta – una comodità molto gradita dopo i 13 km a piedi.

2 comments

  • Ciao! Vado a Spoleto e pensavo di fare il Giro dei Condotti, magari con il mio bimbo piccolo nello zaino visto che sembra abbastanza pianeggiante. Mi potresti dire quanto tempo mi serve (più o meno) per farlo a piede? Grazie! Courtney

    • Fraintesa

      Ciao Courtney! Io ci ho messo 2 ore. È tutto pianeggiante per 10 km, a parte la piccola salita dopo il Ponte delle Torri; la discesa finale di 2 km invece è abbastanza ripida, quindi fai attenzione, mi raccomando 🙂 Poi fammi sapere se ti è piaciuto! Ciao

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Leggi articolo precedente:
Mangiare vegetariano in Umbria e a Spoleto

Credevo che la tradizione della norcineria umbra mi avrebbe reso la vita difficile in questi 20 giorni a Spoleto. Invece...

Chiudi