Search for content, post, videos

Morimondo, relax e buona cucina lungo Strada dei 5 Colori

morimondo e la strada dei 5 colori

Alcuni giorni fa ho avuto l’occasione giusta per esplorare finalmente il borgo di Morimondo e le campagne tra Milano e Pavia. Ho partecipato alla prima edizione dell’evento Strada dei Cinque Colori, un’iniziativa nata per mostrare la bellezza della campagna e delle antiche cascine della Ca’ Granda. Il nome Strada dei Cinque Colori deriva dalle tinte che contraddistinguono il territorio: rosso delle cascine, giallo del sole, verde dei campi, blu delle acque del Ticino e bianco dei prodotti tipici (il riso e il latte).

In una splendida giornata di sole io e altre centinaia di persone abbiamo visitato questo territorio della valle del Ticino un po’ in bici e un po’ a piedi, un po’ in calesse e un po’ in canoa.

morimondo-milano

Abbiamo gustato i prodotti tipici in agriturismo, siamo entrati nelle cascine più suggestive e abbiamo concluso la giornata visitando l’Abbazia di Morimondo, seguendo un percorso guidato dove guide naturalistiche e storiche spiegavano le bellezze paesaggistiche. Si trattava di un’iniziativa ideata dalla Fondazione Sviluppo Ca’ Granda e lanciata per la prima volta per domenica 18 settembre 2016. E’ stata talmente piacevole e così partecipata che spero verrà ripetuta e che porti all’istituzione di un percorso di turismo sostenibile.

La Ca’ Granda e la storia del territorio di Morimondo

I terreni nei dintorni di Morimondo fanno parte dell’ampia area agricola che appartiene all’Ospedale Maggiore Policlinico di Milano, anticamente denominato Ca’ Granda. Questo ospedale fondato nel 1456 è entrato nella storia e nel cuore dei milanesi per la caratteristica (un tempo unica) di curare chiunque, anche i malati meno abbienti. Grazie ad anni di donazioni e lasciti testamentari, oggi 85 milioni di metri quadrati di campagna tra Lombardia e Piemonte sono di proprietà dell’Ospedale e vengono ancora coltivati dagli agricoltori che hanno in affitto gli appezzamenti.

morimondo-strada dei 5 colori

Anche i beni dell’Abbazia di Morimondo, inizialmente contesa dai milanesi e dai pavesi, vennero ceduti all’Ospedale dopo un periodo di declino. La dimostrazione di quanto la Ca’ Granda abbia lasciato un segno nel territorio non è soltanto di tipo geografico. L’Ospedale, il cui logo include una colomba bianca, si occupava di molte iniziative sociali e ad esempio accoglieva i piccoli orfani della zona. Chi cresceva grazie al supporto della Ca’ Granda acquisiva poi un cognome legato al simbolo dell’Ospedale, divenuto oggi il cognome più diffuso a Milano e provincia: Colombo.

La Fondazione Sviluppo Ca’ Granda

La Fondazione Sviluppo Ca’ Granda è nata nel 2015, non ha fini di lucro e gestisce i terreni dell’Ospedale al fine di sostenere la ricerca scientifica. Si occupa del patrimonio rurale che si estende su 9 province lombarde e una piemontese e ospita 100 cascine storiche; promuove i beni paesaggistici e culturali della zona e sostiene l’economia agricola locale.
In particolare, la Fondazione ha dato impulso alla filiera corta, fornendo ad esempio all’Ospedale il riso e il latte prodotti nei campi della Cà Granda. E sta creando progetti di progetto di turismo sostenibile per valorizzare questo patrimonio con attività di birdwatching, trekking, didattica, oltre che stimolando il turismo enogastronomico negli agriturismi.

Cosa fare e cosa vedere a Morimondo e dintorni lungo la Strada dei 5 colori

Questi territori sono ricchi d’acqua. Si trovano lungo la valle fluviale del Ticino e sono costellati di risorgive e fontanili. Qui scorre il Naviglio di Bereguardo, che irriga i campi e bagna circa 16.000 ettari tra Pavia e Milano. Pedalare in bicicletta lungo il fiume, tra i campi di riso nella pianura, è estremamente rilassante. Si attraversano anche piccoli boschetti dove spiccano pioppi, ontani, salici, felci e piante di equiseto. Qui vivono caprioli e cinghiali, ma anche libellule, aironi, folaghe, garzette e altri uccelli acquatici.
E’ anche possibile andare in canoa sul Ticino, nelle discese da Cerano a Bereguardo. Io l’ho provato nella lanca Lasso con i ragazzi del Centro Aqqua, che organizza percorsi in kayak e rafting di diverso tipo e livello (dalle 2 ore ai 2 giorni) con momenti di formazione e sicurezza (Meglio prenotare: http://www.raftingsulticino.it/).

morimondo-fondazione-sviluppo-ca-granda
Ho visitato anche la Cascina Nuova di Campagna, che in origine era una grangia (granaio) dei monaci dell’Abbazia, poi venne ampliata fino a sviluppare attorno alla corte un piccolo centro abitato rurale (ora abbandonato). Fa parte della cascina un piccolo oratorio dedicato a Sant’Anna, che è visitabile e tenuto in buone condizioni.

morimondo oratorio sant'anna
Una cascina che consiglio di visitare (anche se per altri motivi) è la Cascina Lasso, vicino Morimondo, gestita dal 1910 dalla famiglia Forni. Ospita un allevamento di bovini, suini, pollame e asini e campi di riso (carnaroli e vialone nano) e frutti di bosco. In questo agriturismo mi sono goduta un pranzo fantastico e soprattutto un risotto ai funghi davvero squisito, cucinato direttamente dal signor Forni che ha coltivato il riso. Decisamente a km 0! Ci tornerò sicuramente a mangiare e consiglio anche a voi di farlo. Ho davvero mangiato benissimo, dai formaggi ai dolci, dal purè di carote alle torte salate. Ogni mese il menù cambia. Prenotate subito: http://www.cascinalasso.it/ 02/9452I5 oppure 333/9938556
Vale decisamente una visita anche l’antico borgo di Fallavecchia, nato come aggregazione familiare di terreni agricoli. I monaci cistercensi vennero in queste zone a cercare il luogo dove costruire la propria abbazia: la edificarono a Morimondo, ma nei dintorni costruirono altre chiese, come quella che si trova appunto a Fallavecchia. La Chiesa di San Giorgio, secondo il detto popolare, venne vista piangere lacrime di sangue nel 1500. Intorno alla chiesa si costruì il centro rurale, che nel 1800 arrivò addirittura a diventare comune. In questo borgo la Ca’ Granda fece risanare le case dei contadini e fece costruire scuole e alloggi. Oggi sono ancora attive due cascine, un allevamento di mucche e un magnifico spaccio di alimentari della Azienda Agricola Puliti.

Azienda agricola biologica puliti
Ho concluso la mia giornata nella vicina Morimondo, sede della famosa Abbazia in stile gotico. Al di là della visita all’edificio religioso, vi consiglio di fare come me e passeggiare per i vicoletti del borgo: sono curatissimi e vi porteranno a scoprire angoli meravigliosi. Concludete la giornata nel prato a fianco dell’Abbazia, o rifocillatevi con una buona birra artigianale nel bar antistante.

Morimondo campagna milanese

Morimondo

Sono sicura che apprezzerete anche voi la pace e la tranquillità di questi territori.

2 comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi articolo precedente:
materasso su un prato
Benessere e sport con Dorelan

Dormire bene è fondamentale per il proprio benessere; ancora di più per gli sportivi. L'azienda di materassi Dorelan valorizza benessere...

Chiudi