Search for content, post, videos

Visita al castello di Kronborg, il castello di Amleto

Castello di Kronborg visto da lontano

Copenaghen, si sa, è una città fantastica che ti stupisce per la sua grande bellezza, in particolare quella dei loro abitanti, sempre felici e rilassati in sella alle loro biciclette. Una meta che diventa ancora più bella se esplorata anche al di fuori delle mura cittadine.

Infatti, basta “uscire” e avventurarsi in una gita fuori porta per scoprire un territorio davvero unico. Prendendo il treno dalla stazione centrale della città si può arrivare fino alla parte più settentrionale dell’isola, nella regione della Selandia del Nord, in un piccolo paese, Helsingør. Apparentemente vi potrà sembrare il classico posto da film, immerso nella nebbia invernale, circondato dal Mar Baltico ma soprattutto da un suggestivo castello che domina tutta la costa: il castello di Kronborg, eretto nel punto più vicino tra Danimarca e Svezia, quest’ultima visibile nelle giornate limpide e di sole dalla costa danese.

Castello di Kronborg

Il Castello di Kronborg (foto di Serena Fregni)

Il castello è diventato famoso in tutto il mondo grazie a William Shakespeare, che ha deciso di ambientare una delle sue opere più conosciute, Amleto, proprio in questo luogo.

Commissionato da Re Federico II, fu fatto costruire tra il 1574 e 1585 e oggi si presenta molto bene, mantenuto al meglio e con parecchie sale visitabili, da quella del Re, della Regina, il salone delle feste e fino alla Chiesa. La visita è resa ancora più piacevole grazie a dei “quadri” animati e interattivi che in molte sale mostrano la vita di tutti i giorni nei secoli scorsi e come venivano utilizzate.

kronborg_castello

Interno del Castello di Kronborg

La leggenda del Castello di Kronborg

La parte più suggestiva e “danese” del castello rimane però quella dedicata alla leggenda di Holger il danese. La sua statua dimora nelle parti basse del castello, le cosiddette “casematte”, spazi angusti, bui e umidi usati anche come stalle e prigioni, dove un tempo si dice riposassero i soldati. Si dice che il guerriero fosse il protettore della Danimarca e che la sua barba fosse così lunga da essere raccolta sul pavimento in modo da poter creare un letto sul quale lui sarebbe caduto in un sonno profondo fino a che la Danimarca non sarebbe stata in pericolo. E in quel caso, Holger si sarebbe svegliato e avrebbe combattuto per la sua terra.

Castello di Kronborg

Castello di Kronborg – la statua di Holger il danese

Oltre alla leggenda, anche il mito di Amleto continua a vivere nel castello, che ogni estate, da più di 200 anni, rivive attraverso spettacoli, nel cortile del castello.

Quando visitare il Castello di Kronborg

Certo, una visita estiva vi permette di ammirare il mare e godervi il verde che circonda il castello, ma la bellezza e la malinconia del mare, il rumore e la potenza delle onde che si stagliano sulla costa, il tutto immerso nella nebbia autunnale e invernale, magari con la neve, credo sia un’esperienza davvero unica e irripetibile.

 

Nei dintorni del Castello di Kronborg: il Louisiana Museum

Dopo aver visitato il castello e fatto un giro per le vie del paese, mentre siete di ritorno a Copenaghen fate un’altra sosta: il Louisiana Museum of Modern Art, ovvero la casa dell’arte contemporanea della Danimarca.

Il museo si trova sulla strada di ritorno per Copenaghen (se venite dal Castello di Kronborg) o viceversa sulla strada per Helsingør; decidete voi quando preferite visitarlo, io consiglio al tramonto perché l’atmosfera è magica. La fermata del treno è Humlebæk, a circa mezz’ora di treno da Copenaghen e si affaccia sulla costa della Selandia del Nord, anche questa davvero suggestiva in certi periodo dell’anno.

Il museo vanta pezzi d’autore, da diverse sculture di Alberto Giacometti e tanti, ma davvero tanti, artisti contemporanei che il museo valorizza al meglio in un viaggio straordinario e unico.

Se siete amanti del design, non solo la Danimarca è il posto giusto dove trovare spunti interessanti ma dovete assolutamente fare un giro nello shop del museo dove si trovano oggetti e accessori di design, contemporanei e originali.

 

Curiosità: in tutta la Danimarca il concetto di famiglia e bambini è molto presente nelle loro vite e in molti luoghi (ristoranti, bar, negozi) come nel caso del museo, ci sono spazi dedicati per loro dove possono giocare e imparare. Quindi è la vacanza ideale da fare anche in famiglia.

 

Informazioni pratiche sul Castello di Kronborg

Il castello è aperto tutto l’anno dalle 11:00 alle 16:00 tranne il 1 gennaio, 24, 25 e 31 dicembre. In estate invece il castello apre mezz’ora prima e chiude mezz’ora dopo.

Prezzi: il castello prevede due biglietti: il “grande biglietto” che include la visita alle camere reale, la sala da ballo, cappella e casematte e costa 75 DK (circa 10 euro) mentre un altro più ridotto che consente la visita alla cappella del castello e alle casematte e costa 35 Dk (5 euro circa).

Come arrivare: dalla stazione di Copenaghen si può prendere il treno per Helsingør. È molto comodo e in 45 minuti circa si può arrivare al castello.

Il castello è raggiungibile anche in auto o con l’autobus ma il mezzo migliore e consigliato è sicuramente il treno. Potete acquistare la Copenaghen card (se visitate anche musei e monumenti della città e dove è incluso anche il castello di Kronborg) oppure acquistare il biglietto A/R.

 

Ti potrebbe interessare anche questo articolo: Cosa vedere a Copenhagen, la città dei colori

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi articolo precedente:
Tetti di Saluzzo (foto di Simone Mazzali)
Saluzzo, uno dei borghi più belli d’Italia

L’inverno scorso mi si è presentata l’intrigante possibilità di trasferirmi in provincia di Cuneo a Saluzzo per diversi mesi dopo...

Chiudi