Search for content, post, videos

Corso di cucina giapponese a Tokyo: un’esperienza unica

Piatti al corso di cucina giapponese a Tokyo

Non appena venuta in possesso dell’amato biglietto aereo per il Giappone ho subito cominciato a documentarmi. Cosa fare? Dove dormire? Cosa mangiare?
… Ecco, il cibo! Sulla cucina nipponica avevo aspettative enormi.
Abituata al sushi degli all you can eat europei, ero molto curiosa di scoprire le reali usanze culinarie e i gusti quotidiani dei giapponesi. E poi  -si sa- il modo migliore per conoscere un paese lontano è attraverso il cibo.
Un giorno mi è capitato di ricevere un coupon per prenotare un’esperienza sul sito Tinggly.com e la scelta è stata praticamente immediata: un corso di cucina giapponese a Tokyo!
Arrivata a Tokyo, una volta riscattato il voucher ricevo una mail con i menù in opzione e le indicazioni per raggiungere Yuca, la mia futura insegnante, alla stazione del suo quartiere Tabata, una zona poco turistica di Tokyo ma comodamente raggiungibile con la metro Yamanote Line (compresa nel Japan Rail Pass).
Arriva il giorno concordato: Yuca attende me e altri 2 ragazzi nel punto stabilito e ci accompagna al suo appartamento. All’ingresso ci togliamo le scarpe come d’uso in ogni abitazione tradizionale giapponese e raggiungiamo l’enorme cucina; infilati i grembiuli, cominciamo ad affettare verdure e chiacchierare allegramente in inglese.
Yuca risponde alle nostre domande curiose sugli ingredienti utilizzati, così insoliti per la cucina occidentale, e ci svela qualche trucco per riproporre poi i piatti una volta tornati a casa.
Dall’inizio avevo scelto di preparare gli Okonomiyaki, detti anche pancake giapponesi, a base di uova e verza. Questi diventeranno il nostro pranzo, assieme ai ravioli giapponesi chiamati Gyoza, poi fagiolini in salsa di sesamo, frittata giapponese e la classicissima zuppa di miso con tofu.

Erika al corso di cucina giapponese

Erika al corso di cucina giapponese a Tokyo

Prendo appunti e mangio felice tutte queste delizie che ho contribuito a preparare.
Quasi due ore dopo, sazi e soddisfatti, lasciamo la classe e facciamo tappa al supermercato dove Yuca ci spiegherà come destreggiarci fra tutti quei nuovi ingredienti e ci suggerirà cosa comprare per replicare le ricette.

Perché fare un corso di cucina durante un viaggio?

Innanzitutto il corso di cucina giapponese a Tokyo è stato perfetto per imparare piatti a me sconosciuti. In Italia, tranne che nelle grandi città, la cucina giapponese è molto limitata e raramente proposta come si ritrova poi nella terra del Sol Levante. Ho stupefatto amici e familiari scettici sui gusti orientali e ho assimilato aneddoti divertenti.
Ho fatto nuove conoscenze e  – cosa ancor più particolare – ho avuto l’occasione unica di vedere una ragazza giapponese nel suo ambiente domestico, con le sue abitudini.

Ho potuto domandarle chiarimenti su stranezze e novità riscontrate durante il viaggio. Ad esempio, sapete che in Giappone usano lunghe bacchette per la preparazione dei piatti, come noi usiamo mestoli, forchette e coltelli?
Per coerenza sono corsa a comprarmele per aggiungerle alla mia attrezzatura da cucina e grazie a Yuca ho trovato un’intera area dedicata nel quartiere di Asakusa a Tokyo.

Quartiere Kappabashi Dori a Tokyo

Uno scatto dal quartiere Kappabashi Dori a Tokyo (foto di Erika Guerzoni)

La zona si chiama Kappabashi Dori, letteralmente “città degli utensili da cucina” ed è il regno di ceramiche giapponesi, utensileria, coltelli, oltre alle famose riproduzioni di cera dei piatti che troverete spesso fuori dai ristoranti ad indicarne il menù.

Quanto costa fare un corso di cucina giapponese a Tokyo?

Per quanto mi riguarda ho utilizzato il sito Tinggly dove il corso di cucina è acquistabile a 69€ a persona. La cosa interessante è che se il viaggio non dovesse andare in porto, potrete utilizzare il voucher per prenotare un’esperienza alternativa fra le centinaia proposte in tutto il mondo.
Personalmente mi sento di consigliarvi la classe che ho provato io, quella di YUCa’s Japanese Cooking. Sul suo sito potrete verificare disponibilità e prenotare direttamente il giorno che vi interessa: http://yjc.tokyo/. I prezzi per i corsi sono indicati in YEN e vanno dai 7500 ai 9500 (che corrispondono a 70/80€, variabili in base al cambio).
Vi suggerisco di visitare anche il suo canale youtube perché propone alcune ricette in anteprima e perché così potrete vederla all’opera facendovi anche un’idea in termini di comprensione della lingua.

Buon viaggio e buon corso di cucina!

Erika Guerzoni

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Leggi articolo precedente:
San Sebastian vista dal monte Urgull
Alla scoperta di un’insolita San Sebastián

Mi affaccio ad una delle bellissime terrazze in stile Liberty, l’aria è frizzante e la vista dell’oceano mi lascia senza...

Chiudi