Search for content, post, videos

Visitare San Luca (Bologna) e il portico più lungo del mondo

San Luca vista dai colli

Il Santuario di San Luca si erge sulla cima del Colle della Guardia (a circa 300 metri di altitudine). Si può scorgere il suo profilo già in prossimità di Bologna, quando si è ancora in autostrada. Per i bolognesi è infatti un punto di riferimento, è il sentirsi già a casa.

Conta la bellezza di 666 archi, non a caso il numero del diavolo – il portico più lungo del mondo infatti rappresenterebbe il serpente, il male, che viene sovrastato dalla bellezza e dalla forza del Santuario, la Madonna.

San Luca vista dai colli

San Luca vista dai colli (foto di Cecilia Bertolani)

Una calda domenica autunnale decido di visitare quel luogo visto sempre da lontano.
 Decido di fare le cose per bene, mi infilo scarpe da ginnastica e tuta, mi armo di reflex e zaino e parto alla volta del Santuario, a piedi ovviamente, per vivere la magia del pellegrinaggio.
Non aspettatevi però un pellegrinaggio vero e proprio, i bolognesi infatti sono soliti percorrere i 4 km di portici con animo sportivo: chi fa jogging, chi cammina, chi fa quattro chiacchiere in movimento.

San Luca vista dai colli

La facciata di San Luca (foto di Cecilia Bertolani)

Una volta arrivati potrete riprendere fiato ammirando la città delle Torri dall’alto, tempo permettendo vedrete il via e vai degli aerei che decollano e atterrano al Marconi, potreste addirittura assistere ad una partita o a un concerto allo stadio.
Se siete praticanti prenderete in considerazione l’idea di partecipare ad una messa, San Luca infatti è un bellissimo santuario in stile barocco in cui vengono celebrate regolarmente funzioni liturgiche. La chiesa è aperta ogni giorno dalle 7 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.

interno San Luca Bologna

L’interno di San Luca (foto di Cecilia Bertolani)

Il pellegrinaggio a San Luca è stato un toccasana: una parentesi sportiva in una cornice storica e sacra.
Attenzione però: un vecchio detto bolognese vuole che intraprendere il cammino col fidanzato porti sfortuna… scegliete bene quindi il compagno di viaggio!

Come raggiungere San Luca dai portici

Dalla Stazione di Bologna – Dirigetevi verso il Museo di Bologna Mam.Bo, zona Parco del Cavaticcio, imbroccate Via Sabotino e vi ritroverete poco dopo nel famoso Quartiere Saragozza, a questo punto non potete sbagliarvi: cominciano i portici! Quando vi ritrovate all’arco del Meloncello prendete fiato e buona scalinata!
É facilmente raggiungibile e ben segnalata la strada che porta a San Luca.

I portici di via Saragozza (foto di Cecilia Bertolani)

I portici di via Saragozza (foto di Cecilia Bertolani)

Per i più pigri: San Luca si può raggiungere anche in macchina. Dall’autostrada prendete l’uscita per Casalecchio, seguite le indicazioni per il centro, poi per San Luca. Dal quartiere di Saragozza potrete scegliere se percorrere la strada dei colli, girando a sinistra, oppure quella adiacente ai portici. Ma quest’ultima è un po’ troppo angusta e stretta per i miei gusti 🙂

 

Cecilia Bertolani

4 comments

  • Domani sarò a Bologna e dopo anni, ho deciso di ritornare a San Luca: ho deciso di raggiungerlo con il bus e fare i portici solo al ritorno! Non vedo l’ora (anche se hanno previsto pioggia … ma tanto sarò protetta dai portici!) 🙂

  • Giulia

    Non lo conoscevo, a febbraio sarò a Bologna e spero di fare in tempo a vederlo, inoltre ci vado con mia mamma, non col fidanzato, quindi niente sfortuna 🙂

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi articolo precedente:
donna sulla neve in un paesaggio innevato in dicembre in lapponia
La Lapponia finlandese a dicembre

La Lapponia finlandese è riuscita a stregarmi con il suo fascino selvaggio e incontaminato. Con i suoi colori, talmente incredibili...

Chiudi