Search for content, post, videos

Sport, cibo e relax sulle Tre Cime delle Dolomiti

La montagna dovrebbe godere della stessa considerazione che si ha per il mare: fa bene alla salute, all’anima e al corpo. Ho appena passato un week end in Val Pusteria ai piedi delle Tre Cime delle Dolomiti, le montagne che il mondo ci invidia, e sono tornata a Roma come nuova. Ho camminato tra la neve fresca che, delicata, copriva con la sua magia tutto il panorama, ho visto un capriolo saltellare tra gli alberi e ho bevuto tè in cima al Monte Specie con vista sulle Tre Cime (3 Zinnen). Poi ho saltellato sul Lago di Braies coperto di ghiaccio e neve, ho sciato, ho coccolato 5 simpatiche renne, ho respirato a pieni polmoni ogni singolo atomo dell’ossigeno puro delle montagne e ho mangiato di gusto.

[Salita al Monte Specie - foto di Misa Urbano]

[Salita al Monte Specie – foto di Misa Urbano]

Il fine settimana è cominciato proprio a tavola, nella cantina dell’Hotel Orso Grigio di San Candido, una vera e propria istituzione. Questo albergo così accogliente infatti, con oltre 500 anni di storia, è uno dei primi nati in Alto Adige e da 250 è guidato con amore dalla famiglia Ladinser. San Candido, oltre ad essere un centro davvero grazioso, è un punto di partenza ideale per visitare la zona e lanciarsi in tutte le attività possibili, adatte a a ogni età, gusto o stagione.

San Candido

[San Candido – foto di Misa Urbano]

Vi piace svegliarvi la mattina presto? Io ci riesco senza sforzo solo quando sono in viaggio, perché non voglio perdermi proprio nulla. Così capita che le giornate diventino molto più lunghe e intense di quelle in città ma non avverto la stanchezza, anzi, sono un fiume di energia. Sveglia presto quindi, saluto alle cime innevate che circondano San Candido e sono pronta ad iniziare la giornata. L’aria del mattino è fresca e frizzante e mette un certo appetito. Il bello della montagna è anche che ci si può viziare un po’ a tavola senza paura di ingrassare. Così dopo colazione si parte per l’escursione in cima al Monte Specie.

L’Escursione sul Monte Specie

Lasciata l’auto al parcheggio del rifugio Prato Piazza, a 2000 metri sul livello del mare, proprio davanti alla Croda Rossa, nel parco naturale delle Dolomiti di Fanes-Senes-Braies, comincia la camminata verso la cima. La guida, Albuin Gruber, è un alpinista competente e molto simpatico, con una grandissima passione per la storia e l’arte. Mi insegna a riconoscere le impronte degli animali sulla neve e ad apprezzare le qualità del Pino Cembro, Albero dell’Anno 2011, capace di sopravvivere e germogliare anche dopo essere stato colpito da diversi fulmini. È noto per le sue resine profumate dal potere balsamico e rilassante. Le sue qualità, conosciute da secoli dagli abitanti delle Alpi, sono state confermate anche da uno studio scientifico degli esperti dell’Istituto Universitario di Tecnologia della Salute e Prevenzione di Weiz, in Austria. Gli oli essenziali e le resine del Pino Cembro sono in grado di abbassare e stabilizzare il ritmo cardiaco durante il sonno, favorendo il riposo notturno; hanno proprietà antibatteriche e tengono lontane tarme e altri parassiti. Un alberello niente male, no?

[Pino Cembro - foto di Misa Urbano]

[Pino Cembro – foto di Misa Urbano]

La camminata fino alla cima del Monte Specie è veramente piacevole e il panorama stupendo. Ci sono diversi sentieri da percorrere a seconda della propria preparazione fisica, nessuno comunque troppo impegnativo. La fatica per la leggera salita finale è ampiamente ripagata dalla vista delle Tre Cime di Lavaredo, tra le vette più famose delle Dolomiti. Una meraviglia, e quando si è di fronte a spettacoli come questo secondo me l’unica cosa da fare è tacere e godersela il più possibile.

[Le Tre Cime - foto di Misa Urbano]

[Le Tre Cime – foto di Misa Urbano]

È quasi ora di pranzo quando comincia la discesa al rifugio Prato Piazza, in una bella zona tranquilla e soleggiata del parco. Una cosa importante: le porzioni servite in montagna sono enormi, quindi state attenti quando ordinate i piatti (o fatevi preparare una doggy bag) e lasciatevi sempre un po’ di spazio per una fetta di strudel o le frittelle di mela.

[Strudel di mela - foto di Misa Urbano]

[Strudel di mela – foto di Misa Urbano]

Saltellare sul lago di Braies

Nonostante il ricco pranzo il ghiaccio ha retto. Di cosa parlo? Della passeggiata sul lago di Braies completamente coperto da una spessa lastra di ghiaccio e neve: vinta l’incertezza iniziale ci ho anche saltellato sopra! È un posto incantato, veramente, e ha anche tante storie da raccontare.

[Lago di Braies - foto di Misa Urbano]

[Lago di Braies – foto di Misa Urbano]

L’albergo costruito davanti al lago, quasi un castello a dirla tutta, alla fine della II Guerra Mondiale ha ospitato i prigionieri politici di Hitler, politici e personaggi di peso da tutta l’Europa finita sotto il dominio nazista che rappresentavano una merce di scambio importante per il dittatore tedesco. Sulla chiesetta che si trova accanto al lago di Braies c’è affissa, a imperitura memoria, la foto dei prigionieri liberati. È strano pensare come un posto così incredibilmente bello sia stato nello stesso tempo il custode di tanto dolore.

[La chiesetta del Lago di Braies - foto di Misa Urbano]

[La chiesetta del Lago di Braies – foto di Misa Urbano]

3 Cime: una giornata sugli sci

Il mio secondo giorno nel territorio delle 3 Zinnen (ossia 3 Cime – il nome scelto dal consorzio della zona) l’ho trascorso sulle piste da sci, partendo dalla stazione di Versciaco. Amo sciare, lo faccio fin da quando ero una bimba alta un soldo di cacio e devo ammettere che le piste di questo comprensorio mi hanno sorpreso positivamente. Lunghissime, ampie e con un panorama spettacolare tra la Croda Rossa e le altre magiche vette delle Dolomiti di Sesto nel Parco Naturale Tre Cime; impianti moderni e confortevoli, rifugi accoglienti – provate i canederli veg ai funghi e le frittelle di mela del rifugio Rudi, vicino alla cabinovia Croda Rossa – e per finire innevamento curato così bene che non c’è ghiaccio in nessuna parte dell’intero tracciato (93 km di piste), neanche se la temperatura scende, come capita, oltre i 10 gradi sotto zero.

[Le piste del comprensorio 3Zinnen - foto di Misa Urbano]

[Le piste del comprensorio 3Zinnen – foto di Misa Urbano]

Il Gran Giro delle Cime

In una giornata di sci ho percorso tutto il famoso Giro delle Cime, ma se riuscite ad essere più veloci di me potete percorrere il Gran Giro delle Cime, che porta fino alla Ski Area Val Comelico attraverso tre valli e cinque montagne. Di mercoledì o di domenica potete anche farvi accompagnare gratuitamente da un maestro di sci (su prenotazione). In più, il collegamento ferroviario Ski Pustertal Express permette in poco più di mezz’ora di raggiungere gli impianti di Plan de Corones. E se non amate lo sci alpino? Le alternative sono moltissime, dallo sci di fondo (200 km di piste), dalle escursioni con o senza ciaspole alle discese in slittino su 3 piste delicate: un’attività adatta a tutte le età e davvero divertente. Ogni martedì e venerdì poi le piste da sci e di slittino del Monte Baranci a San Candido sono aperte anche in notturna, fino alle dieci di sera.

[Sciare con panorama sulle Dolomiti - foto di Misa Urbano]

[Sciare con panorama sulle Dolomiti – foto di Misa Urbano]

Qual è il finale ideale di una giornata sugli sci se non una cena al rifugio? Dopo un’adrenalinica salita in motoslitta la mia è stata al rifugio Jora, per assaggiare le specialità del famoso chef Markus Holzer. Nonostante le porzioni ho fatto il bis di ogni piatto, dolce compreso (avevo sciato tantissimo comunque!). Se amate la pasta vi consiglio di non perdere l’appuntamento del giovedì sera, mentre ogni sabato potrete partecipare alla Mountain Dining, la serata gourmet. Nonostante tutto sono tornata a casa senza neanche un kg in più, potere della montagna!

[Finire la vacanza in dolcezza - foto di Misa Urbano]

[Finire la vacanza in dolcezza – foto di Misa Urbano]

Informazioni utili e prezzi sulle 3 Zinnen/3 Cime delle Dolomiti

SKIPASS (sci)

  • Skipass giornalieri: adulti 51€ / junior 35.50 / senior 46€
  • Skipass mezza giornata: adulti 39€ / junior 27€ / senior 35€

SKIPASS (piste da slittino)

  • Skipass giornaliero: adulti 29€ / bambini (da 3 a 7 anni) 14.5€ / juniores (fino a 15 anni) 20€

Riduzioni

  • Disabili: 30%
  • Bambini fino a 3 anni: gratis
  • Giornaliero GRATIS 1+1: con l’acquisto di 1 giornaliero per un adulto, un bambino fino agli 8 anni riceve 1 giornaliero Gratis
  • Esistono due app per smartphone per guidarvi sulle piste: l’app 3Zinnen e la Giro App.

Prezzi noleggio slittino

  • Noleggio una giornata: 11 €
  • Noleggio mezza giornata (fino alle 12.00): 6€
  • Noleggio mezza giornata (dalle 12.00): 8€
  • Noleggio un’ora: 4.5€

Escursione Monte Specie

Prezzo guida Globo Alpin: da 75€ a persona con noleggio ciaspole, a partire da 5 persone

Dove mangiare sulle 3 Zinnen/ 3 Cime

Rifugio Prato Piazza – si trova all’interno del parco naturale delle Dolomiti di Fanes – Stenes – Braies ed è facilmente raggiungibile in auto, vicinissimo al parcheggio Prato Piazza. Cucina locale e italiana, disponibili ricette vegetariane. Spesa media a pranzo: 15/20 euro a persona.
Winkelkeller – Dobbiaco: le autentiche ricette tirolesi servite nella tipica Stube e tra volte gotiche risalenti al ‘600. Se cercate un ambiente romantico questo è il posto giusto. Spesa media a cena: 30/35 euro a persona.
Rifugio Rudi – si raggiunge a piedi o con la cabinovia Croda Rossa ed è vicinissimo al punto di partenza della pista per lo slittino. Cucina tipica tirolese e dolci fatti in casa. Spesa media a pranzo: 15/20 euro a persona.
Rifugio Jora – specialità tirolesi preparate con prodotti dei contadini locali dallo Chef Markus Holzer. L’ambiente è caldo e familiare. Il rifugio si trova sul Monte Baranci, nel cuore di San Candido. Si raggiunge a piedi o con una corsa in motoslitta. Spesa media a cena: 35/40 euro a persona.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Leggi articolo precedente:
camera d'albergo con letto sedia e tv
Le novità Best Western

I vertici di Best Western Italia hanno presentato oggi nella sede milanese i traguardi raggiunti negli ultimi 15 mesi e...

Chiudi