Search for content, post, videos

Con Veratour in Repubblica Dominicana

Veraclub Canoa Veratour Repubblica Dominicana_1

Lo scorso marzo Veratour mi ha mandata come inviata speciale nel Veraclub Canoa di Bayahibe, in Repubblica Dominicana, dove ho passato una settimana con la mia amica Valentina.

Il Veraclub Canoa: i servizi e l’animazione

Il Veraclub Canoa è un villaggio immerso nel verde. Gli alloggi e i ristoranti si susseguono lungo un ruscello abitato da anatroccoli e tartarughe, e nel sentiero è frequente incontrare oche mentre nel cielo volano uccelli tropicali variopinti.

Insomma, decisamente insolito rispetto a quello che ci si potrebbe immaginare alla parola “villaggio”. Anche gli edifici non sono particolarmente impattanti sul territorio e sulla visuale: è comunque la natura che la fa da padrona. Palme, fiori, cespugli ovunque. Una natura rigogliosa e prorompente così come quella che ho visto al di fuori del villaggio.

Veraclub Canoa Veratour Repubblica Dominicana_1

Le camere si affacciano sul verde e sono molto spaziose, dotate di asciugacapelli, aria condizionata, cassetta di sicurezza e balcone. C’è anche la TV, ma non l’ho mai accesa: la vita fuori dalla camera era molto più interessante.

Il villaggio è molto grande e accoglie ospiti di varie nazionalità. Non è infatti un’esclusiva italiana, è anzi un posto dove gli stessi dominicani vanno in vacanza. Ho sentito parlare spagnolo, francese, tedesco e ho incontrato persone da Cuba, Stati Uniti, CentroAmerica. Questo fa sì che l’atmosfera sia internazionale e che non ci si senta in una enclave italiana (e questo secondo me è un grande vantaggio). Al Veraclub Canoa c’è la possibilità di conoscere diverse culture anche in cucina. Ci sono infatti vari ristoranti: oltre a quello internazionale, ce n’è un altro di riferimento per Veratour dove cucina Eros, lo chef italiano, ma ci sono anche il ristorante messicano, la pizzeria, il ristorante asiatico e quello brasiliano.

Veraclub Canoa Veratour Repubblica Dominicana_1

Uno dei ristoranti del villaggio

Io provato quelli internazionali e quello messicano – dove tra l’altro vi consiglio di gustare l’ottima margarita. Nella mia vacanza avevo il braccialetto full board all inclusive, per cui mi sono impegnata a testare i drink di tutti i bar. I migliori? Pina colada e Coco loco!La Wi-Fi è disponibile gratuitamente un’ora al giorno presso la piscina. Non è una Wi-Fi potente, ma vi chiedo: se siete ai Caraibi in vacanza e volete staccare la spina, avete veramente bisogno di connettervi a Internet?
Tra i vari servizi del Veraclub Canoa segnalo l’incantevole SPA, dove ci si può rilassare nella piscina all’esterno, in quelle interne o nelle sale massaggi. Da provare assolutamente il massaggio nella sala esterna, all’aria aperta! A fianco della SPA si trova anche un centro beauty con parrucchiere ed estetista.
Non manca la palestra, ma le opportunità di fare sport non si esauriscono qui: con Mimmo e Mattia dello staff Veratour si possono provare varie attività tra cui tiro con l’arco, acquagym, beach volley, danze caraibiche, bocce, pallavolo, ping pong, calcetto e fitness. Gli amanti del mare come me potranno invece rilassarsi con una bella gita in catamarano o canoa sotto la guida di Gianni. Se non l’avete mai provato, il catamarano è un’esperienza estremamente rilassante: scivolare lentamente sull’acqua cullati dal vento è qualcosa di unico, che rifarei subito. E il giubbotto salvagente è obbligatorio, perciò potete sentirvi sicuri anche se non siete abituati alla vita da barca.
due ragazzi in catamarano in Repubblica dominicana
Chi preferisce rilassarsi nel villaggio potrà farlo in piena tranquillità,. L’animazione Veraclub non è particolarmente insistente o pressante, e sia in spiaggia che in piscina c’è anche, per chi lo vuole, la possibilità di stare in pace senza essere disturbati.
Veraclub Canoa Veratour Repubblica Dominicana_1
La spiaggia in particolare (di sabbia finissima) è molto lunga e piena di lettini e consente di godersi il sole senza essere troppo attaccati ai vicini. È l’ideale anche per fare lunghe passeggiate all’alba o al tramonto, o per fare reiki o yoga in riva al mare.

Al Veraclub Canoa ci sono anche i classici servizi come farmacia, negozi, bar di ogni tipo, discoteca e teatri per l’animazione serale. Uno dei due teatri è quello esclusivo di Veratour, dove gli animatori si esibiscono ogni sera in spettacoli di ogni tipo, dal cabaret al musical. Paolo, Penny, Alessandro, Alessio, Giulia e gli altri mi hanno fatto ridere ed emozionare come mai mi sarei aspettata. Decisamente molto bravi e capaci – non solo sul palcoscenico, ma anche nella quotidianità della vita da villaggio.
Ci si può divertire anche nelle serate a tema o nella festa in spiaggia. Se non amate la bachata, però, portatevi un paio di cuffie… 😉

Bayahibe

La località dove si trova il Veraclub Canoa si chiama Bayahibe ed è su una penisola nel sud-est della Repubblica Dominicana. Il paesino si trova a ridosso del Parco Naturale dell’Est che domina tutta la zona, ed è un villaggio estremamente tranquillo sul mare, pieno di ristorantini e negozietti, dove si respira la calma della vita caraibica. È a 10 minuti a piedi dal villaggio, ma lo si può visitare anche in occasione di una delle escursioni organizzate da Veratour.

Le escursioni del Veraclub Canoa

Durante la mia settimana ho provato diverse escursioni tra quelle offerte dallo staff. Le escursioni a Savona e Catalina sono quelle che vi consiglio di non perdere assolutamente, perché vi catapulteranno nel blu da cartolina che tutti associamo alla parola Caraibi.

Isola di Saona, Repubblica Dominicana

Saona

Entrambe queste isole hanno lunghe spiagge di sabbia finissima sulle quali ci si può rilassare alcune ore; a chi preferisce fare snorkeling consiglio in particolar modo Catalina. Se optate per queste escursioni ricordatevi una cosa: le stelle marine e i coralli non vanno toccati!

Isola di Catalina in Repubblica dominicana

Io a Catalina

L’escursione Sapori Domenicani, di mezza giornata, porta a scoprire prodotti tipici come sigari, cioccolato e rum, ma non mi ha colpita particolarmente. Ho trovato invece molto più interessante l’escursione Monster Safari alla scoperta dell’entroterra. In questa occasione ho visitato una delle piantagioni di canna da zucchero (che sono storicamente gestite da lavoratori haitiani) e attraversando valli e paesini mi sono ritrovata in un podere dove ho potuto toccare piante di caffè, cacao e frutta tropicale. Qui ho gustato questi freschi frutti della terra e ho visto alcuni colibrì svolazzarmi tranquillamente intorno.

Distesa di fave di cacao in Repubblica dominicana

Distesa di fave di cacao nel podere visitato durante l’escursione

Dopo questa tappa ho avuto l’occasione di visitare anche una fondazione benefica che supporta i bambini orfani o bisognosi (Fundacion de Corazon a Corazon), infine ho passeggiato per la località di Bayahibe.

Sono tornata da questa vacanza piacevolmente stupita. Ero partita senza aspettative, forse perché le mie brutte esperienze a Cuba mi avevano un po’ segnata e non sapevo come sarebbe stato il mio ritorno nei Caraibi.
Invece mi sono goduta l’atmosfera rilassata, mi sono riempita gli occhi di natura e mi sono anche divertita.
Al mio ritorno a Milano chiaramente ho pianto e -sorprendentemente- ho ascoltato musiche caraibiche per un giorno intero. Questo implica una cosa sola: che sarei ripartita anche subito!

Veratour mi ha fatto provare la vacanza nel club che vi ho raccontato. Ho accettato di descrivere la mia esperienza perché spero possa essere utile a chi è indeciso su questa scelta. Nessuno mi ha chiesto un’opinione forzata e, come sempre, le opinioni sono mie e sono sincere.

4 comments

  • Wow, veramente bello! Avevo pensato alla Repubblica Dominicana come destinazione per questa estate, ma poi ho pensato che non era la stagione migliore!

    L’ho, comunque, in testa e magari per Natale realizzo questo pensiero 😉

    Che belle foto!!!

    • Fraintesa
      Fraintesa

      grazie Cassandra! Allora ti auguro di andarci a Natale, dev’essere stupenda in quel periodo 🙂

  • Elisabetta

    Ciao,.solo un consiglio, sarei molto tentata di visitare questo villaggio e la Repubblica Dominicana ma vorrei godermi la.spiaggia e il mare senza.musiche a tutto volume. È così? Te lo chiedo perché alcuni hanno lasciato commenti di musiche tutto il giorno…grazie mille Elisabetta

    • Fraintesa
      Fraintesa

      Ciao Elisabetta, questo è un villaggio turistico perciò sì, la musica è quasi sempre presente. Nulla ti vieta però di prendere il tuo asciugamano e andare un po’ più lontano sulla spiaggia! Ciao

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi articolo precedente:
San Francisco ponte con uccelli sullo sfondo
Next stop: San Francisco sulle tracce della Summer of Love

Eh sì, stavolta ci siamo. Sono stata più volte in Africa, in Asia e in Australia, ma nel Nord America...

Chiudi