Search for content, post, videos

A spasso per Norimberga tra storia e modernità

Norimberga viale alberato e tetti

Norimberga rimarrà probabilmente associata in eterno a una delle pagine più nere della storia mondiale e forse ci si va per questo con il cuore un po’ pesante e le idee poco chiare su quello che si potrà trovare.
Eppure, una volta che si arriva, nonostante si sappia che quel centro storico è stato totalmente ricostruito dopo la seconda guerra mondiale e ben poco di storico rimane, ti ammalia, ti cattura.
Sarà il tipico ordine tedesco a cui proprio non siamo abituati, sarà la tanta gioventù e la vita delle strade… Norimberga ti regala subito una vera “botta di adrenalina” spingendoti a rincorrere ogni vicolo ed ogni punto della guida turistica appena comprata.

Un viaggio a Norimberga non proprio low cost… e chi l’ha detto?!

È vero… trovare dei voli low cost veramente a prezzo stracciato è difficile, ma ci sono alternative interessanti a prezzi bassi.
Mai pensato di arrivare in bus? Da molte città italiane, specialmente del nord, partono bus per Norimberga e non si devono calcolare chissà quanti giorni in più rispetto ad un weekend con volo.
In fin dei conti il tragitto via strada da Bolzano a Norimberga è solo di 4 ore e mezza! Fatevi quindi due conti…Si può fare!

Norimberga dettaglio tetto

Un’alternativa fuori dal comune: arrivare a Norimberga in nave

Per gli amanti dei viaggi particolari invece ecco un’alternativa: arrivare in nave! Non vi preoccupate non uso sostanze strane: Norimberga è raggiunta dal fiume Pegniz che è un fiume navigabile che confluisce nel Meno, ed il porto di Norimberga si trova a soli 6 km dal centro.
Ecco allora che un giro del centro Europa in Nave con tappa a Norimberga potrebbe essere effettuato anche in nave.

Norimberga casa sul fiume

Cosa fare a Norimberga

Un giro in bici

Molti potrebbero pensare che questo sia un suggerimento da inserire come ultima curiosità, ma non è così. La bici a Norimberga ha un suo status riconosciuto.
I cittadini la utilizzano moltissimo e le autorità fanno di tutto per assecondare questa filosofia.
Vuoi sentirti uno del posto? Noleggia una bici e gira il centro. La maggior parte del percorso è semi-pianeggiante anche se per arrivare al castello potresti avere qualche difficoltà.
Ci sono molti tour organizzati, ma puoi decidere per il fai da te…e magari la prossima volta capitare da queste parti per un bel giro in bici per il centro Germania.

Entrare nel Waffenhof

Proprio di fronte alla Stazione centrale di Norimberga si trova uno degli ingressi principali da cui parte Konigsstrasse, l’arteria principale che attraversa il centro.
Di fianco all’ingresso, inglobato nelle mura, si trova il mercatino di Waffenhof. Forse si può pensare sia un posto estremamente turistico, ma è pittoresco e quasi sospeso nel tempo con negozietti piccoli e affollati di cianfrusaglie affiancati a birrerie colorate.
Se si pensa che qui un tempo si trovava una armeria e ora si beve birra a volontà viene quasi da ridere.

Alle 12 correre al carillon di Frauenkirche

Frauenkirche è la chiesa più vecchia della città. Sulla sua facciata staziona un enorme carillon che ogni giorno alle 12 si aziona regalando una bella sfilata dei sette principi elettori che vanno ad inchinarsi all’imperatore Carlo IV.

Un giro per Hauptmarkt

Hauptmarkt è la piazza principale di Norimberga, quella dove tutti finiscono per passare ogni giorno e anche quella in cui un tempo si svolgeva la vita sociale.
Il consiglio di capitare da queste parti vale soprattutto per il periodo natalizio perché è proprio qui che viene allestito uno dei mercati di Natale più famosi d’Europa: il Christkindlmarkt.

Un salto al Burg

Vi dovrete affaticare un po’ per salire la ripida strada che porta alla cittadella fortificata un tempo residenza degli imperatori e che oggi costituisce il monumento più imponente di Norimberga.
Da qui si gode di una splendida vista sulla città e si può anche decidere di visitare la Kaseirburg dove un tempo si trovavano gli appartamenti privati della famiglia dell’imperatore.
È molto piacevole anche la camminata lungo le mura sbirciando sui tetti spioventi delle case a graticcio del centro di Norimberga.

Norimberga palazzo Kaiserburg con torre

Il Kaiserburg

Sperimentare il cibo a Metzegerei Walk… o anche no!

Ammettiamolo, questa non è tappa per vegani e vegetariani, ma al di là di Berlino, in Germania la vita è dura per chi non mangia bistecca quotidianamente e comunque non si può fare a meno di segnalare questo posto.
Metzegerei sta per Macelleria… ed in effetti lo è, ma a differenza delle normali macellerie cuoce le sue specialità sul posto ed è possibile mangiare senza spendere uno sproposito.
Qui ogni essere carnivoro potrà sfogarsi a Bratwurst a più non posso e provare il salsicciotto tipico in ogni sua forma e sapore.
Per chi ne fa volentieri a meno… tranquilli, anche se la cultura culinaria tedesca non è delle più amichevoli, la città di Norimberga è decisamente attrezzata per garantire vasta scelta.
Come al solito si può anche ricorrere ai ristoranti orientali trovando numerosi piatti privi di carne.
Altrimenti sono tanti i ristoranti vegani e vegetariani consigliati, tra i tanti potete segnarvi:
Chesmu: Johannisstraasse 40;
Vegoner: Poppenreuther Str. 10;
Mariposa: Mostgasse 6-8;
The tasty leaf: Bogenstr 43.

Dove dormire a Norimberga

Inutile dire che avrete una ampia scelta, ma se volete risparmiare meglio non puntare ad hotel all’interno delle mura.
Vi basta scegliere una posizione subito esterna e vi troverete a pagare prezzi decisamente più bassi. Il mio hotel era a 100 metri dalla stazione centrale, e quindi a 150 dalla porta alla città e dal Waffenhof, capirete che il rapporto qualità prezzo era decisamente competitivo!
Per le anime green invece un consiglio curioso: sperimentate il No shoes hotel and Green Bar a due passi dal centro storico, molto particolare, e con una colazione bio niente male.

Muoversi a Norimberga

Girerete il centro storico senza problemi anche senza prendere i mezzi, ma se la sera, dopo locali e baldoria, vi ritrovaste troppo stanchi per tornare a piedi in albergo, una alternativa al taxi c’e: il velotax.
Si tratta di un progetto particolare di taxi/bici lanciato per ridurre l’inquinamento acustico e dell’aria… bella idea, no?
Agnese Ciccotti

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Leggi articolo precedente:
tavola apparecchiata con piantina verde Soulgreen_Milano
Soulgreen, il mio ristorante vegano preferito a Milano

Finalmente ho un posto preferito a Milano: Soulgreen. Era da tempo che speravo di trovare un posto dove mangiare bene...

Chiudi