Search for content, post, videos

Concept 45, viaggio gastronomico nel Nord Italia all’Hilton Milan

La sala del ristorante Concept 45 all'Hilton Milan

A Milano gli hotel offrono molto di più di una semplice camera da letto dove trascorrere la notte. Spesso ospitano anche spazi dove vivere sfiziose esperienze, dal pranzo al dopocena. E si rivolgono non solo ai turisti, ma anche ai cittadini, proponendosi come un’alternativa polifunzionale dal fascino glocal. Ne è un piacevole esempio l’Hilton Milan, a pochi passi dalla Stazione Centrale, nel quartiere Porta Nuova. Pochi giorni fa ho avuto l’occasione di provare il nuovo ristorante gourmet Concept 45, che ha una bella proposta (anche) di piatti vegetariani. Vi racconto la mia esperienza!

Piatto con portate vegetariane al Concept 45

Uno dei piatti vegetariani proposti al Concept 45 [Foto di Corinna Agostoni]

Aperitivo in terrazza all’Hilton di Milano

L’Hilton Milan, i cui interni sono stati recentemente ristrutturati con gusto, vanta una bella terrazza al primo piano. Ideale per le serate estive, quando si cerca una location en plein air per assaporare l’atmosfera vacanziera. Qui si può fare un ricco aperitivo in perfetto stile meneghino (10 euro, cocktail e buffet). Se amate la musica, andateci il mercoledì, quando l’happy hour è accompagnata da un dj-set (sino a fine luglio).

Ristorante Concept 45

La grande novità 2017 è il ristorante Concept 45, dell’Executive Chef Paolo Ghirardi. L’idea è quella di proporre un viaggio gastronomico all’altezza del 45° parallelo, offrendo una libera interpretazione delle cucine regionali di Lombardia, Piemonte e Veneto. Menù low cost a pranzo, con selezione di insalate e un primo piatto o pizza (16 euro). La sera i giochi si fanno più seri: potete scegliere à la carte o farvi ispirare da una delle tre degustazioni dello Chef, che vedono come protagoniste le città di Milano, Torino e Venezia. Alternative sfiziose anche per i vegetariani. I piatti che più mi hanno intrigato sono il tofu dorato su spinaci novelli e vellutata di carote e la colorata millefoglie di verdure con mopur (un derivato del grano, facilmente digeribile e privo di colesterolo), su crema di patate viola.

Piatto con tofu dorato su vellutata arancione di carote

L’amouse-bouche di tofu dorato [Foto di Corinna Agostoni]

Gustosi anche i ravioli mignon agli asparagi, spadellati con dadolata di pomodori e finferli. Il dessert è una chicca: ananas caramellato al peperoncino, con sorbetto allo zenzero (lo trovate nel menù degustazione dedicato al Veneto).

I vini del Concept 45

Interessante la carta dei vini, che conta 45 etichette (il numero non è casuale!), con scelte non banali. Fatevi consigliare dal sommelier Stefano Gioffredri – Outlet Manager dell’Hilton Milan -, preparato e simpatico. Bella scoperta il Zuani Vigne Collio Bianco, seducente blend di Friulano, Chardonnay, Sauvignon e Pinot Grigio, con affinamento in acciaio (la produttrice è la figlia del noto Livio Felluga, patriarca della vitivinicoltura friulana). I vini si spingono sino al profondo Sud, raggiungendo la Sicilia: ottimo il Nerina 2015 di Girolamo Russo, cremoso e minerale, con piacevoli note di camomilla. “L’Etna è la Borgogna d’Italia” chiosa Stefano; è un bel modo di vederla.

L'etichetta della bottiglia di Nerina 2015 di Girolamo Russo

La bottiglia di Etna Bianco di Girolamo Russo [Foto di Corinna Agostoni]

La connessione Wi-Fi è da migliorare, ma c’è ed è gratuita: un buon punto di partenza. Il ristorante, come tutto l’hotel, è dog-friendly: una piacevole conferma di quanto Milano sia aperta agli amici a quattro zampe. Se dopo cena avete voglia di proseguire la serata, c’è l’accogliente Bar Lounge, con un lungo tavolo all’americana che favorisce gli incontri e le conversazioni.

L’Hilton Milan è in via Luigi Galvani 12. Il ristorante Concept 45 è aperto tutti i giorni, a pranzo e cena. È preferibile prenotare, comunicando se siete vegetariani, allo 02.69831. Il sito dell’Hilton Milan è questo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Leggi articolo precedente:
Facciata di un palazzo a Macao
Macao oltre i casinò: cosa vedere nella Las Vegas asiatica

Avendo vissuto qualche mese ad Hong Kong come ragazza alla pari, facendo un semplice visto sul passaporto ho potuto visitare...

Chiudi