Search for content, post, videos

Macao oltre i casinò: cosa vedere nella Las Vegas asiatica

Facciata di un palazzo a Macao

Avendo vissuto qualche mese ad Hong Kong come ragazza alla pari, facendo un semplice visto sul passaporto ho potuto visitare Macao, a circa un’ora di traghetto dalla città: potete prendere i catamarani della Macau Ferry Terminal direttamente dal porto di Hong Kong. Un volta arrivati, prendete uno dei mini bus per raggiungere comodamente il centro.

Macao o Macau è conosciuta a livello mondiale per essere la capitale mondiale del gioco d’azzardo, e viene comunemente definita la “Las Vegas Orientale”. Il gioco che vedrete essere più praticato è il Baccarà ma io non ho fatto pratica di questo gioco né sono entrata negli enormi casinò! Ho visitato Las Vegas e mi basta, le caratteristiche sono simili: grandi, enormi edifici che ti fanno perdere la concezione del tempo e dello spazio!
Se, come me, non siete interessati al gioco, potete senz’altro cogliere l’occasione per tuffarvi nella “città vecchia”, a metà strada tra l’antica colonia portoghese e le luci del nuovo mondo.

via cinese di Macao

Anche Macao, come Hong Kong, è una regione ad amministrazione speciale della Repubblica Popolare Cinese e, anche se non è più una colonia, il portoghese, insieme al cantonese, è ancora la lingua ufficiale della città. Qui potete trovare gli azulejos portoghesi alle pareti, camminare attraverso piccole stradine molto tranquille e avere come la strana sensazione di essere in Europa: l’unica differenza sarà la completa convivenza tra le due culture, per cui attraversando un giardino in stile europeo sarete però circondati da un’esposizione di bonsai e ninfee.

Macao ha la più alta densità di popolazione al mondo, con quasi 21.000 persone per chilometro quadrato ma, tranquilli! Al momento della vostra visita saranno tutti concentrati nei casino perché in questi enormi edifici si svolge la quotidianità dei residenti. La quasi totalità di questo luogo è stata creata praticamente dal nulla grazie alle numerose bonifiche del territorio che hanno reso edificabili le aree coperte dal mare.
La moneta di Macau è detta “pataca” e non ho potuto fare a meno di sorridere quando l’ho saputo.

Lago_Nam_Van,_Macao di notte

Il centro storico di Macao, la città vecchia, è stato nominato patrimonio dell’umanità dell’UNESCO nel 2005.

Cosa vedere a Macao

Piazza del Senato

La piazza, davvero molto caratteristica, è circondata da edifici in stile portoghese con la classica pavimentazione che ricorda la cittadina portoghese di Sintra, mentre subito dietro spuntano gli edifici moderni realizzati negli anni ’70.

palazzi in stile europeo a macao

Il museo di Macau alla fortezza del Monte

Non potevo non entrare in un museo a Macau e questo è probabilmente il più grande: espone testimonianze della colonia portoghese ma anche della più antica tradizione cinese.

Le rovine della cattedrale di San Paolo

Questo è un luogo da visitare anche se il tour si esaurirà con una breve camminata per una serie di gradini fino alla chiesa di San Paolo, distrutta dal un incendio nel 1835. Oggi rimane solo la facciata, unica superstite del complesso.

Facciata della Cattedrale di Saint Paul a Macao

Il tempio di A-Ma

Il più antico di Macao, ha una caratteristica quasi unica al mondo: ospita contemporaneamente diversi credi religiosi cinesi, come il Buddhismo, il Confucianesimo e il Taoismo.

Il giardino cinese dedicato a Sun Yat-Sen

Un parco molto amato a nord di Macau: è uno dei 43 parchi in stile cinese dedicati a Sun Yat-Sen distribuiti in tutto il mondo. Fu costruito nel 1987 per celebrare l’amicizia fra la Cina e il Portogallo e inizialmente fu chiamato “Canal Dos Patos Park”. Nel 1990 fu collocata all’ingresso un statua del dott. Sun Yat-Sen e da quel momento il parco cambiò nome in onore del “Padre della rivoluzione”.

giardino di macao

Il giardino Lou Lim Leoc

A differenza del parco Sun Yat-Sen, questo giardino è molto più caratteristico e gradevole sia nella passeggiata che nei colori. Troverete laghetti con le carpe che nuotano tranquillamente tra i fiori di loto e molti locali che qui passano le ore libere.

L’isola di Coloane

Una piccola isoletta di pescatori raggiungibile con l’autobus n°50 dal Grand Lisboa Hotel, molto caratteristica e lontana anni luce dalla confusione dei casinò.

La Spiaggia di Sabbia Nera

Hac Sa Beach, che tradotto significa “la Baia con la sabbia nera” è la più grande spiaggia naturale di Macao e si trova sul lato sud-est dell’isola di Coloane.
La spiaggia è lunga circa un chilometro ed è molto rinomata, anche a livello locale, per la sua sabbia di colore nero dovuto ai minerali che caratterizzano il fondale marino. Da quando l’ho visitata io la spiaggia ha perso molto del suo colore naturale a causa della progressiva erosione del mare e probabilmente a causa del fatto che i turisti portano via parte di questi granelli per ricordo.

La torre di Macau

Parte del fascino della città “nuova” è questa altissima torre che, con il suo pavimento trasparente, si presta a delle fotografie da brivido con un panorama che spazia su tutta la penisola.

Torre di Macao

 

Ho apprezzato molto Macao, il dedalo di stradine e sullo sfondo gli enormi grattacieli, ho fatto ottimo shopping di oggettini di giada ma, se voi avete posto in un container (!), qui si fanno anche ottimi affari acquistando mobili più o meno antichi.

 

Vissia Lucarelli

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Leggi articolo precedente:
olio essenziale naturale con fiori e piante intorno
3 alleati naturali per il benessere anche in viaggio

A molti piacerebbe girare il mondo, avere il tempo e la disponibilità per conoscerlo, scoprirne i paesaggi, assaggiarne il cibo...

Chiudi