Search for content, post, videos

Parchi americani da non perdere: Lassen Volcanic Park

Lassen Volcanic Park

Dove andare in vacanza negli Stati Uniti? Il tour dei parchi americani è ormai un classico: Grand Canyon, Yellowstone, Yosemite, Death Valley sono solo alcuni dei più famosi. Sono infatti 59 i parchi nazionali gestiti dal National Park Service. Da quale partire? Io mi sono lasciata affascinare da una piccola area vulcanica nel nord della California: il Lassen Volcanic Park. Pentita della scelta? Assolutamente no e vi spiego perché.

Parchi americani: oltre 100 anni di storia

Il primo parco nazionale americano è stato quello di Yellowstone nel 1872 ma la data che ha segnato la storia del Paese è un’altra: il 25 agosto 1916, quando il presidente Wilson ha creato il National Park Service, un ente per la protezione di una serie di zone considerate importanti per la natura e per la storia.
Nello stesso anno è stato istituito anche il Lassen Volcanic Park, un luogo dove passato, ambiente e magia si intrecciavano e continuano a legarsi. La zona infatti era un punto di incontro per molte tribù di nativi americani e ancora oggi rappresenta un luogo sacro per i loro discendenti. E per quanto riguarda la natura?

Parchi americani: cosa vedere al Lassen Volcanic Park

Se il vostro sogno è andare in Islanda tra geyser e vulcani…questo è il parco americano che fa per voi! Ci sono una sessantina di vulcani, alcuni spenti, altri attivi. Tra quest’ultimi, il Lassen Peak. Le ultime eruzioni risalgono al periodo 1914 – 1917 ma gli effetti distruttivi sono ben visibili ancora oggi. Una di queste eruzioni è stata ripresa e c’è chi dice sia stato il primo filmato di un fenomeno vulcanico nella storia.

Lassen Peak

Oggi tutta la zona è altamente monitorata per cui non c’è pericolo. Anzi merita proprio l’ascesa al Lassen Peak (3189 m). L’escursione non è troppo impegnativa (8 km) e, con le giuste scarpe e riserve d’acqua, è adatta per tutta la famiglia. La vista dalla cima è emozionante e durante il percorso potreste imbattervi in cervi, (tantissime) farfalle, scoiattoli e il pika americano, un mammifero simile a un criceto. Il pika viene studiato e monitorato proprio in questo parco perché è considerato un importante indicatore per capire gli effetti dei cambiamenti climatici.

Lassen Peak Lassen Volcanic Park

Lassen Peak (foto di Carlotta Mariani)

Cinder Cone

Secondo alcuni questa escursione è ancora più bella del Lassen Peak. Questo vulcano ha infatti la tipica forma a cono che tutti noi ci aspetteremmo ed è stato dichiarato monumento nazionale nel 1907 dal presidente Teddy Roosevelt. Io purtroppo non ho avuto tempo di fare questo trekking. A questo proposito, se volete godervi davvero il parco, vi consiglio di prendervi una settimana.
Il vulcano Cinder Cone è alto 2105 m e il percorso di andata e ritorno è lungo circa 6,4 km.

Bumpass Hell

Al Lassen Volcanic Park non perdetevi il Bumpass Hell, un percorso facile di circa 4,8 km che permette di raggiungere un bacino di fenomeni idrotermali. Fumarole, pozze di fango, sorgenti d’acqua bollente… dimenticate il forte odore di zolfo e sentite l’energia della terra tutto intorno a voi! Per godervi i fenomeni naturali in tutta sicurezza sono state costruite delle comode passarelle. Non è stato così fortunato l’uomo che ha scoperto questa zona nel XIX secolo, Kendall Vanhook Bumpass, che si è bruciato una gamba mettendo il piede nel punto sbagliato.

Bumpass Hell Lassen Volcanic Park

Bumpass Hell (foto di Carlotta Mariani)

Sulphur Works

Lungo la strada principale troverete questa grande pozza di fango fumante e borbottante. Nell’aria si respira l’inconfondibile odore sulfureo che ricorda un uovo marcio. Pensate che i ricercatori della Nasa proprio qui stanno facendo degli studi sui microrganismi per avere indicazioni sui primi esseri viventi della Terra e su quelli di altri pianeti del sistema solare!

Sulphur Works al Lassen Volcanic Park

Sulphur Works (foto di Carlotta Mariani)

Terminal Geyser

Anche il Lassen Volcanic Park ha il suo geyser. È piccolino e, sono sincera, dopo aver visto la forza dello Strokkur islandese, per paura di rimanere delusa, non sono andata a vederlo. Se avete tempo però fate un giro perché in questa zona ci sono altre attività idrotermali. La Devils Kitchen è un’area di fumarole e pozze di fango bollente. Il Boiling Springs Lake è un lago la cui acqua ha una temperatura di circa 51° C. Curioso che non tanto distante ci sia un altro laghetto, il Cold Boiling Lake, in cui l’acqua è fredda ma effervescente, come se fosse frizzante.

Lago Manzanita

Un ottimo posto per rilassarsi in mezzo alla natura, prendere il sole o andare in kayak. Non solo. Passando alle questioni pratiche, qui si trova il campeggio più grande del Lassen Volcanic Park, con un piccolo supermercato con negozio di souvenir, bagni e la pompa di benzina.

Dove dormire nel Lassen Volcanic Park e nei parchi americani

Agli americani piacciono le vacanze in campeggio e sicuramente questo è il modo migliore per vivere l’atmosfera dei parchi americani. Al Lassen Volcanic Park ci sono vari punti in cui è possibile affittare lo spazio per la propria tenda o il camper. Al Lago Manzanita ci sono poi dei bungalow in legno. Se per mille motivi cercate qualcosa di più comodo, all’interno e all’ingresso del parco ci sono alcune possibilità come il Drakesbad Guest Ranch (costruito a inizio ‘900), l’Hat Creek Resort & RV Park, il Childs Meadow Resort e il Lassen Mineral Lodge. Altrimenti trovate varie soluzioni nelle cittadine vicine: Chester, Susanville e Burney.

Lassen Volcanic Park

Lassen Volcanic Park (foto di Carlotta Mariani)

Informazioni utili per visitare i parchi americani

I parchi nazionali americani sono gestiti dal National Park Service quindi hanno caratteristiche simili se non uguali fra loro. Prima cosa: il centro visitatori. Al Lassen Volcanic Park ho cercato di evitarlo, mi sembrava una perdita di tempo. Sbagliato! Confrontandomi anche con chi ha visitato altri parchi la sensazione è sempre positiva. Sono spazi molto curati, con tante informazioni davvero utili per capire meglio il territorio.
Altra cosa da sottolineare: si paga l’ingresso. C’è un pass annuale che permette l’accesso con la macchina a tutti i parchi americani che costa 80 dollari (circa 71 euro). Per accedere al Lassen Volcanic Park con la macchina il costo è di 20 dollari, circa 17 euro (a veicolo, indipendentemente dal numero di passeggeri) e il pass dura fino a 7 giorni. Se entrate con la bicicletta il prezzo è di 10 dollari (poco meno di 9 euro) a persona e dura sempre 7 giorni. L’ingresso è gratuito in questi giorni: 16 gennaio (Martin Luther King, Jr. Day), 20 febbraio (Presidents’ Day), 16-16 e 22-23 aprile (National Park Week Weekends), 25 agosto (National Park Service Birthday), 30 settembre (National Public Lands Day), 11-12 novembre (Veterans’ Day Weekend)

Quando visitare i parchi americani?

La risposta è: dipende. In alcuni, come per il Grand Canyon, da giugno e agosto le temperature sono altissime e quindi non è il massimo della vita. In altri, come per il Lassen Volcanic Park, l’estate è il periodo migliore. È questo il momento dell’anno, infatti, in cui potete arrivare ovunque senza trovare troppa neve.

Vista dalla cima del Lassen Peak al Lassen Volcanic Park

Vista dalla cima del Lassen Peak (foto di Carlotta Mariani)

Io sono stata a inizio agosto e sulla cima del Lassen Peak c’era un manto bianco, ma era alto pochi centimetri quindi si superava facilmente senza bisogno di scarpe particolari.

 

Carlotta Mariani

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Leggi articolo precedente:
ragazza che spunta dal tettuccio di un'auto
In viaggio con Auting, il car sharing tra privati

Alcuni giorni fa ho avuto l'occasione di provare un viaggio su un'auto presa con Auting, il nuovo servizio di car...

Chiudi