Search for content, post, videos

Cosa vedere a Rodi: 8 tappe tra folla e bellezza autentica

Baia di Lindos sull'isola di Rodi

Siete amanti del mare, ma contemporaneamente vi piace scoprire la storia di un paese, visitare reperti e magari anche mangiare bene? Rodi è sicuramente un’isola adatta alle vostre esigenze e questo nonostante sia turisticamente abusata.

Una infinità di agenzie e tour operator ne profanano il territorio con hotel e villaggi mega-galattici, ma, nonostante ciò, rimane un fantastico museo a cielo aperto e questo lo posso ammettere nonostante i miei dubbi iniziali.

A Rodi il bel tempo è un periodo lunghissimo per tutto l’anno e ci si può permettere anche un viaggio fuori stagione spendendo un terzo di quanto si potrebbe spendere in alta stagione. Oltre questo, vagando per l’isola ci si accorge quanto il turismo, specie quello italiano, si concentri in un’area specifica, tralasciando totalmente alcune aree ancora incontaminate e affascinanti.

Se volete decidere se fa per voi per la prossima vacanza, o se siete in partenza e state decidendo dove andare, cosa fare e cosa vedere qualcuno dei miei suggerimenti potrebbe fare per voi.

Cosa vedere a Rodi

Rodi città

Rodi città è la capitale dell’isola ed il suo centro storico è un affascinante pezzo dei patrimoni Unesco. Tra le mura della città vecchia si può scoprire veramente un altro mondo, anche se purtroppo tra luglio e agosto la folla rende la passeggiata abbastanza faticosa.

Il mio consiglio è di godervela sia di giorno che di notte per carpire due atmosfere totalmente diverse, due città quasi opposte.
Il giorno l’afa sembra quasi attaccare il passante, ma la bella luce tra i vicoli ricchi di negozi colorati ed i bei palazzi d’epoca rendono ogni passo un click da Reflex.

La sera la penombra viene interrotta dai lumini dei locali, i negozi rimangono aperti fino a tardi e l’afa viene spazzata via dall’aria che si insidia tra le mura direttamente dal mare.

Il centro storico della città di Rodi

Il cuore di Rodi vecchia

Lindos

Altra città meta fissa per chi arriva sull’isola di Rodi. Passeggiare tra i vicoli, magari sorseggiando una granita, è stupendo anche se in estate, con il caldo, salire all’Acropoli potrebbe essere piuttosto faticoso.

Per la salita ricordatevi comunque che alle 19,30 i portoni si chiudono e dopo la scarpinata potreste ritrovarvi ad essere cacciati perdendovi lo spettacolo e facendo una sudata a vuoto.

Pittoreschi i famosi taxi di Lindos anche se dopo averli osservati per un po’ non posso che chiedervi di evitare la passeggiata su questi poveri asini… anche se questi taxi a quattro zampe sono famosissimi i poveri animali non devono spassarsela granché tutto il giorno con gente sulle spalle a salire e scendere per il promontorio.

Archangelos

Qui le opinioni sono diverse: molte guide suggeriscono questo centro abitato, ma molti, andandoci, trovano che il posto offra ben poco da vedere.

In realtà Archangelos è un villaggio che può ancora definirsi abbastanza greco e poco turistico.

All’ingresso colpisce l’antico castello dei cavalieri di Rodi che si trova in cima alla montagna che lo sovrasta anche se la bellezza a distanza è maggiore di quella sul posto dato che i reperti archeologici non sono particolarmente tenuti con cura.

Una passeggiata ad Archangelos è adatta a chi cerca atmosfere vere per una passeggiata tra le case colorate e le botteghe artigiane.

Stegna

A due passi da Archangelos, a valle, anzi sul mare, si trova il piccolo villaggio di pescatori Stegna. Si tratta di una piccola baia sula quale si affacciano ristoranti e residence.

Stegna è adatta a fare una giornata di mare tra le acque cristalline che lambiscono la costa di sabbia e breccia.

Qui gli italiani sono pochi perché la località è poco pubblicizzata dagli operatori tricolore… non mancano comunque i tedeschi e le loro birre dalle 9 del mattino in poi…

Lahania

Villaggio a sud di Lindos dalla bellezza purtroppo poco pubblicizzata. Il villaggio scende dalla fiancata di una collina verso il mare e si ferma non molto lontano dalla bella spiaggia che dista un paio di chilometri.

Poche taverne, vicoletti all’ombra di case bianche ravvivate da bouganville e la chiesa di S. Giorgio del 1800: una vera magia per una passeggiata al tramonto.

Monolithos

Villaggio molto conosciuto all’interno del territorio di Rodi e costruito ai piedi di quella che è la seconda montagna più alta di Rodi: il monte Akramitis.

È molto bello da visitare anche il castello medievale in stile veneziano poco fuori dal piccolo paese e costruito dai Cavalieri di San Giovanni intorno al 1480 come protezione dell’isola da eventuali attacchi dei pirati.

Haraki

Più che il paese in sé piace la sua spiaggia e il grande castello medievale che la sovrasta: la fortezza di Feraklos.

Chi vuole può salire al castello, ma purtroppo lo troverete piuttosto in rovina anche se la vista sulla baia può ripagare.

Le spiagge più belle di Rodi

Bisogna dirlo: a Rodi di spiagge se ne hanno per tutti i gusti. Le più turistiche si concentrano tra Rodi e Lindos come quella di Faliraki, ultra attrezzata e di sabbia, oppure la bella Tsambica.

Personalmente vi consiglio Stegna (sabbia e breccia), Trounou (di breccia) e Gennati (a sud di Lindos e poco battuta).

Le più belle spiagge di Rodi

Una delle tante cale di Rodi

Agnese Ciccotti 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Leggi articolo precedente:
maremmachevini sassotondo sanlorenzo
Maremma Che Vini: full immersion nei vini della Maremma Toscana

Cominciamo con i fondamentali: la Maremma è un posto bellissimo. Detto questo, la domanda che sorge è: cosa ci fa...

Chiudi