Search for content, post, videos

Organizzare un viaggio in Cile

ghiacciaio Perito Moreno e lago in Cile

State pianificando una vacanza in Sudamerica, ma siete ancora indecisi su quale Paese visitare? Avete mai pensato a un viaggio in Cile? Se la risposta è no, allora continuate a leggere perché vi faremo cambiare idea!

Perché un viaggio in Cile

Il Cile si trova nella zona sudoccidentale del Sudamerica. Stretto fra la Cordigliera delle Ande e l’Oceano Pacifico, ha una larghezza di soli 180n km, ma si sviluppa da nord a sud per oltre 4000 km. Per la sua forma stretta e lunga, il Cile dunque offre paesaggi naturali unici e climi differenti: dai deserti più aridi della terra nel nord ai ghiacciai del profondo sud in Patagonia, la vera protagonista sarà sempre la natura incontaminata.
Un altro motivo per scegliere di fare un viaggio in Cile è senza dubbio la sua storia: dall’epoca precolombiana, passando per il periodo della dominazione spagnola e poi dell’indipendenza fino ai giorni bui del golpe cileno del 1973 e del governo militare di Augusto Pinochet, il Cile ha sempre dimostrato di sapersi rialzare, diventando oggi uno tra i Paesi più sviluppati ed economicamente stabili di tutto il Sudamerica. Tracce della sua storia sono visibili in ogni suo angolo, ma se volete un approfondimento, i musei della capitale, Santiago del Cile, potranno soddisfare tutta la vostra curiosità e sete di sapere.
Ma il Cile è anche un Paese ricco di cultura, terra natale di numerosi letterati e poeti. Tra tutti l’indimenticabile Pablo Neruda, che con le sue poesie di amore e il suo impegno politico, è diventato quasi un simbolo per il Paese. Le sue case sono state adibite a veri e propri musei, da visitare assolutamente se si vuole capire meglio il personaggio e le sue opere.
Infine, se siete amanti del vino, un viaggio in Cile potrebbe riservarvi davvero grandi sorprese. Nella parte centrale del Paese infatti, dove le estati sono calde e gli inverni miti, il clima si presta particolarmente alla coltivazione della vite. Ma sono tanti altri i motivi per cui il Cile è diventato uno dei più grandi produttori ed esportatori di vino al mondo. Ecco perché vi consigliamo di fare almeno una visita in una delle tante bodegas (aziende vitivinicole) delle valli centrali del Cile: vedrete distese immense di vigneti con lo sfondo delle Ande innevate e degusterete vini incredibili, espressione del territorio.

Organizzare un viaggio in Cile

Lama in Cile
Il Cile è un Paese che non presenta particolari criticità nell’ambito della sicurezza e della salute, per questo motivo potremmo consigliarvi anche di organizzare in autonomia il viaggio. Ma se non amate gli imprevisti o semplicemente non avete tempo di informarvi e organizzare il viaggio in Cile, allora vi consigliamo di affidarvi a professionisti come per esempio Tuttaltromondo, agenzia di viaggi online specializzata sul Sudamerica.
Presto vi sveleremo anche un’importante novità che riguarda proprio Tuttaltromondo…Ma nel frattempo, mentre pensate se fare tutto da soli o scegliere l’organizzazione di un’agenzia, vi diamo alcune informazioni essenziali da sapere prima della vostra partenza.

Quando andare in Cile?

Il periodo migliore per andare in Cile è durante la loro estate, ovvero il nostro inverno. Per intenderci l’alta stagione è compresa tra novembre e febbraio, che sono anche i mesi in cui ci sono più turisti, naturalmente. La Patagonia in questo periodo è più bella, ma anche più costosa, mentre le spiagge della parte centrale del Paese sono molto affollate. La media stagione è quella che va da settembre a novembre e da marzo a maggio ed è ideale per chi ama l’autunno e i suoi colori; marzo poi, è anche periodo di vendemmia nelle valli centrali del Cile. La bassa stagione va invece da giugno ad agosto ed è un momento ideale per praticare sport invernali nella zona centrale e per visitare il nord.

Come arrivare in Cile?

Dall’Italia il mezzo più comodo per arrivare in Cile è l’aereo. Esistono anche voli diretti dall’Italia con partenza da Roma e arrivo all’aeroporto di Santiago del Cile in 15 ore circa. Anche per spostarsi internamente, soprattutto per le lunghe distanze, si utilizza l’aereo.

È richiesto il visto?

Il visto non è richiesto ai viaggiatori italiani per soggiorni inferiori ai 90 giorni.

Sono necessari vaccini?

Per entrare nel Paese non sono richieste vaccinazioni.

Itinerario di viaggio in Cile

Per visitare tutto il Paese è necessario circa un mese. Quello che vi suggeriamo è dunque un itinerario di massima alla scoperta di tutto il Cile e della diversità dei suoi paesaggi: da nord a sud, compresa l’Isola di Pasqua. Naturalmente, potrete fare viaggi anche più brevi concentrandovi su determinate zona. Insomma, noi vi vogliamo solo ispirare!
Partite da Santiago del Cile, la capitale cosmopolita, mondana e vivace culturalmente. Perdetevi nei suoi quartieri, ognuno con un carattere particolare, nei suoi splendidi parchi che dominano la città dall’alto e poi visitate i suoi interessanti musei e la sera godetevi una cena in uno dei suoi ottimi ristoranti.
Da Santiago spostatevi verso la costa e visitate Valparíso, città portuale famosa per i suoi dedali di viuzze ricoperte di coloratissimi murales. Qui non dimenticatevi di visitare La Sebastiana, una delle case in cui visse Pablo Neruda, ora adibita a museo.

Nei dintorni di Valparaíso si trova una delle zone vitivinicole più famose in Cile per la produzione di vino bianco ovvero la Valle di Casablanca. Qui grazie alla forte escursione termica tra il giorno e la notte, si producono i migliori Chardonnay e Sauvignon Blanc del Paese. Una visita con degustazione a una delle “bodegas” di questa valle potrebbe essere un’ottima idea se siete appassionati di vino o anche solo se vi incuriosisce.

Da Santiago prendete un volo interno e dirigetevi verso l’aeroporto di Calama, poi da qui, in autobus per esempio, spostatevi verso San Pedro de Atacama, villaggio costruito interamente in adobe (mattoni di argilla, sabbia e paglia) e che si trova immerso in uno dei territori più aridi della terra – il Deserto di Atacama – il cui paesaggio surreale è composto da altipiani, vulcani, geyser e formazioni rocciose dai colori unici.

Da vedere assolutamente qui la Valle della Luna e il Geyser del Tatio, il campo geotermico più alto del mondo (4300 metri sul livello del mare).

Dopo aver esplorato il nord, spostatevi ora verso il sud e andate nella splendida regione dei laghi. Prendete come punto di partenza il villaggio lacustre di Pucòn per immergervi nella bellezza della foresta pluviale temperata. Dirigetevi poi verso Puerto Montt e da qui partite alla volta dell’arcipelago di Chiloè oppure imbarcatevi per una crociera tra i fiordi e i ghiacciai fino a raggiungere Puerto Natales nella Patagonia meridionale.

Da qui potrete poi proseguire verso il Parco Nazionale di Torres del Paine o spingervi fino alla Patagonia Argentina nel Parco Nazionale Los Glaciares dove potrete ammirare lo spettacolo del Perito Moreno, lungo 30 km e largo 5 km per 60 metri di altezza, la cui particolarità è che è in costante movimento. Pensate che avanza fino a 2 metri al giorno.

Da Puerto Natales potrete poi prendere un autobus e andare a Punta Arenas, città che sorge sullo stretto di Magellano e dalla quale potrete partire per escursioni alla scoperta della Tierra del Fuego.
Infine, potreste terminare il vostro viaggio in Cile prendendo un volo da Punta Arenas che vi porti – facendo scalo di nuovo a Santiago – nella splendida isola di Pasqua, una delle isole abitate più remote al mondo, famosa per le sue imponenti statue in pietra: i misteriosi moai.

Moai Isola di Pasqua

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Leggi articolo precedente:
Foto notturna della piazza principale di Bruxelles, la Grand Place
Fiandre: itinerario low cost tra gusto e cultura

Curiosavo fra le mille offerte delle compagnie aeree e il Belgio era una costante fra le proposte più economiche: Bruxelles infatti...

Chiudi