Search for content, post, videos

Riscoprire Genova a partire dal mare

scarpe SLAM in primo piano in barca a vela durante la Millevele di Genova

Ho guardato Genova sotto nuovi occhi in un weekend d’autunno dedicato al mare.
Nel weekend del Salone Nautico, in una giornata di settembre che sembrava quasi primaverile sono entrata nella mecca degli amanti della barca, lo Yacht Club Italiano, il più antico club velico del Mediterraneo.
Ogni angolo di questa scuola del mare era in fermento: quella mattina si disputava la regata Millevele, un appuntamento storico dedicato agli appassionati che vede la città di Genova come fulcro geografico.

costa ligure vista dal mare durante la Millevele di Genova
Sono salita sull’imbarcazione Outdoor Portofino e ho provato così per la prima volta l’emozione di una gara tra le onde. Indossavo un outfit tecnico ad hoc per la vela, di SLAM, perfetto per ripararsi dagli schizzi d’acqua e dalla brezza marina – come vi racconterò tra poco.

Genova_Millevele_giaccaSLAM
Assieme a circa altre 200 imbarcazioni, siamo partiti dal porto davanti allo Yacht Club e ci siamo diretti alle boe di partenza. Ai colpi di cannone, la gara è iniziata, e io ho potuto vedere da vicino una sfida dove strategia, fortuna e attrezzatura fanno la differenza. Mentre l’equipaggio continuava a occuparsi della vela, spiegandomi tra un’onda e l’altra il rispetto per questo ambiente, io mi sono goduta la pace del mare.

gruppo di persone in barca a vela durante la Millevele di Genova

Navigando in una spettacolare distesa di vele ho anche conosciuto meglio il team di Outdoor Portofino: questa società locale è formata da esperti e biologi marini e promuove attività ecosostenibili quali il turismo sportivo e l’educazione ambientale nell’Area Marina Protetta, al Parco di Portofino e in altre aree naturali della Liguria.

 

 

ragazzo in barca a vela alla Millevele di Genova

 

Ok, giuro che nella veleggiata ho fatto anche la mia parte: ho mantenuto una cima per qualche minuto – un contributo direi fondamentale, che ci ha portati ad arrivare tra i primi 20 classificati!
Dopo due ore di brezza marina e salsedine, giunti al porto abbiamo onorato lo spirito di condivisione tipico della barca a vela mangiando su un’imbarcazione (focaccia genovese e trofie al pesto), e condividendo i racconti della regata con altri appassionati.

Nel pomeriggio ho incontrato di nuovo il team di Outdoor Portofino per un’altra attività sulla terraferma: l’orienteering. Oltre alle lezioni di kayak, snorkeling, vela, windsurf, sup e nuoto, questa società organizza anche escursioni e tour insoliti alla scoperta della città di Genova. Con gli altri ragazzi che hanno partecipato con me a questo viaggio siamo partiti così alla scoperta della città in un modo decisamente originale. Ci è stata fornita una mappa dove non erano presenti i nomi delle vie, e una lista di quesiti relativi ad alcuni tappe specifiche. La mia squadra ci vedeva gareggiare con l’altro team in una sfida a tempo che, devo dire, si è dimostrata molto più complicata di quanto potessi immaginare: uno smartphone e Google Maps non erano comunque utili per riuscire a orientarsi nel percorso e rispondere alle domande!

 

Chi aveva più spirito di competizione, chi più senso dell’orientamento, chi era invece più interessato a trovare la risposta giusta: la sfida dell’orienteering ci ha appassionati tutti ed è stato un modo decisamente insolito, attivo e curioso per scoprire angoli nascosti e storie segrete di Genova. Il tutto passando un pomeriggio di puro divertimento. Decisamente consigliato a chi è stanco dei soliti percorsi turistici o a chi si annoia tra chiese e musei…tipo me!

Abbiamo concluso la giornata in un luogo dall’anima puramente genovese: il nuovo concept store di SLAM, il marchio di abbigliamento tecnico per la nautica nato proprio a Genova. Lo storico negozio di via Ceccardi ha riaperto da poco con un restyling totale dopo un accurato studio sulla città e sul mare. Nuovo stilista, nuovi prodotti e nuovo logo spin nel tipico rosso SLAM sono solo alcuni degli aspetti di questa rivoluzione che ha dato una nuova iniezione di energia sia al marchio, sia alla città.

interno negozio di abbigliamento SLAM a Genova
Non è cambiata l’atmosfera: quella di chi ha il cuore tra il mare e la vela (SLAM era anche sponsor tecnico della Millevele). All’inaugurazione ha partecipato anche la squadra agonistica dello Yacht Club Italiano, e io ho potuto vedere con i miei occhi uno spirito di famiglia che accomuna chi ha la passione per la vita tra le onde. Nello store ho curiosato tra gli abiti, le scarpe e le borse (pensate per la vela, ma anche per la vita quotidiana in città) rimanendo incantata dalle immagini e dai video della vela proiettati tra gli scaffali. L’ispirazione velica era sempre presente, così come la praticità e l’originalità dei capi, tecnici ma casual e moderni.

Genova_interno negozio_SLAM

Genova_interno negozio_SLAM

Genova_interno negozio_SLAM

Anche i colori richiamano le onde: quelli della collezione autunno/inverno sono ispirati al mare mosso e variano dalle tonalità del blu, del nero e del grigio, con guizzi inaspettati di bordeaux e rosso SLAM.

Nei diversi piani dello store si possono trovare capi di abbigliamento made in Italy per uomo, donna e bambino, oltre a borse e accessori. Attualmente si può scoprire la collezione tecnica Win-D per l’autunno inverno 2017-18, che comprende dalla salopette cerata all’intimo termico ed è caratterizzata da processi di fabbricazione inediti, materiali innovativi, forme dinamiche e tagli ergonomici. Ma anche la collezione BeLeave, una reinterpretazione dei pezzi simbolo della tradizione nautica, caratterizzata da Peacoat, Montgomery e Sailor. I capi leggeri, traspiranti, idrorepellenti e a prova di vento, sono realizzati in Scuba Lana, una tecnostruttura a tre strati di lana/acrilico/poliestere – trattata con la tecnologia brevettata ZeroWet®, atossica ed eco-compatibile, che li rende impermeabili, antimacchia e autorigeneranti a basse temperature.

scaffali del negozio concept store SLAM a genova
Durante la regata ho provato le scarpe tecniche Win-D. La suola è realizzata in mescola Vibram WAVEGRIP con un design che favorisce il drenaggio dell’acqua e assicura un grip ottimale e antiscivolo grazie alla scanalatura del battistrada. Molto comode: le ho usate anche in giro per Genova.
Ho indossato anche la giacca della capsule collection Match Race, in tessuto impermeabile, a prova di vento e traspirante – resistente ma leggerissima, da mettere in valigia in ogni viaggio.
Per gente di mare che ora può riscoprire Genova, e il mondo, a partire da qui.

Che il vento sia con voi!

 

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con SLAM. Come sempre, questo è il racconto di ciò che ho vissuto e provato e quelle che ho espresso qui sono le mie opinioni personali.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Leggi articolo precedente:
palme viste dal basso alle hawaii
Hawaii: cose da sapere prima di partire

La prima cosa che ti sorprende quando arrivi alle Hawaii è il vento tiepido che ti avvolge. Si aggiungono i sorrisi...

Chiudi