Search for content, post, videos

6 esperienze da non perdere in Alsazia

L’Alsazia è un’incantevole regione francese, stretta e lunga, collocata a nord-ovest del Paese. A sole 5 ore di macchina da Milano, è una mecca gastronomica, contando all’appello oltre 30 ristoranti stellati (in patria, è seconda solo alla regione di Parigi!). Oltre alla cucina, può vantare molteplici assi nella manica, dalle foreste verdeggianti, alle graziose cittadine, ricche di musei e cattedrali maestose. Per non parlare della rinomata Strada dei Vini. L’inverno è una stagione intrigante per organizzare un viaggio in Alsazia, complici anche i mercatini di Natale. Vi propongo 6 esperienze che meritano di essere vissute.

I sapori d’Alsazia

L’alsazia è una regione golosa. Avrete l’imbarazzo della scelta su dove andare a cena. Tra i piatti tipici per i vegetariani, ci sono i crauti aromatizzati al ginepro; per gli altri è un trionfo di stufati di carne, zamponi e la tipica choucroute, un piatto a base di cavolo, con diversi tipi di salsiccia, lardo affumicato e patate. Tra i dolci, c’è il pain d’épices, con anice, cannella, zenzero e chiodi di garofano. Si cambia registro nei numerosi ristoranti stellati della regione. Se volete viziarvi (e l’alta cucina è un delizioso modo per farlo!) scoprite l’Auberge de l’Ill, che da oltre mezzo secolo vanta 3 stelle Michelin. Nel villaggio mignon di Illhaeussern, lo chef Marc Haeberlin (fu la sua bisnonna ad aprire il ristorante nel 1967) prepara piatti eleganti e saporiti, come la tartare di branzino, ostriche, Champagne, gelatina di cetriolo e gelato al caviale Petrossian. Se siete vegetariani, basta avvertire quando prenotate: l’estro dello chef galoppa anche nel mondo vegetale.

La sala del ristorante l'Auberge de l'Ill.

La sala del ristorante tristellato Auberge de l’Ill.

La Strada dei Vini e la cantina Cattin

La Strada dei Vini alsaziana è una suggestiva serpentina di 170 chilometri, che attraversa vigneti millenari e scorci bucolici. Sono circa 400 le cantine aperte al pubblico, dove potrete degustare i 7 vitigni autoctoni della zona, dal celebre Gewürztraminer, un aromatico con note di frutti esotici e spezie, al Riesling, minerale e salato.

Il paesino di Riquewihr ed i suoi vigneti circostanti.

Il paesino di Riquewihr ed i suoi vigneti circostanti. ®Tristan Vuano

Tra le tante, vi suggerisco di fare tappa alla storica cantina Cattin, che ha visto il susseguirsi di 12 generazioni (siamo alla tredicesima). Oggi la famiglia vanta 70 ettari di vigne ed una terrazza mozzafiato con una veduta a 360 gradi sui vigneti. Da provare: il Crémant d’Alsace, con bollicine eleganti e il Pinot Noir, con sentori golosi di vaniglia e ciliegia. Per maggiori informazioni: cattin.fr

Per orientarvi meglio ed organizzare il vostro itinerario ad alto tasso alcolico, potete consultare il sito dedicato al paesino di Riquewihr ed i suoi vigneti circostanti.

Relax nella natura

Dato che le coccole sono sempre benvenute, perché non rilassarsi e dedicarsi un po’ a se stessi, circondati dalla quiete della foresta? L’Hostellerie La Cheneaudière vanta una Natura Spa che si declina su 2.000 metri quadrati, con generose vetrate che permettono di ammirare il paesaggio circostante, popolato da alberi maestosi. La struttura, riconosciuta come migliore Spa d’hotel d’Europa, vanta un lussureggiante muro vegetale, un bacino d’acqua filtrato da piante e massaggi profumati agli oli essenziali di rosmarino, santoreggia e ginepro.

La sauna con vista della Natura Spa La Cheneaudière.

La sauna con vista della Natura Spa La Cheneaudière. ®Jérome Mondière

L’ecomuseo del Piccolo Principe

Se, come me, avete letto e riletto i libri di Antoine de Saint-Exupéry, sappiate che a 18 chilometri dalla bella città di Mulhouse c’è un poetico parco tematico dedicato al Piccolo Principe, Le Parc du Petit Prince. Il tema aereo la fa da padrone: oltre 31 attrazioni dedicate all’aviazione, tra animali, piante e giochi d’acqua. Una meta perfetta se avete dei bambini, ma anche se siete adulti ed avete saggiamente custodito l’esprit dell’infanzia. Tra le esperienze che vi consiglio: “Addomesticami”, il tête-à-tête con una volpe virtuale, il volo in mongolfiera per ammirare dall’alto lo spettacolo della Foresta Nera e l’Aérobar del pianeta dell’Ubriacone, per sorseggiare un calice a 35 metri d’altezza.

Mongolfiera, Parc du Petit prince

La mongolfiera, una delle attrazioni del Parc du Petit Prince.

La cattedrale di Strasburgo

Millenaria e imponente, la cattedrale di Nôtre Dame di Strasburgo è inserita nel Patrimonio mondiale dell’Unesco. Collocata nell’antico quartiere tedesco, uno dei più caratteristici, dall’alto dei suoi 142 metri vigila e domina con grazia architettonica la città. Lasciatevi incantare dalle sue vetrate, in particolare quella della Cappella Sainte-Catherine, vera e propria opera d’arte contemporanea: rappresenta il viso di Cristo, costituito da oltre 200 ritratti fotografici di persone di Strasburgo.

La cattedrale di strasburgo illuminata.

La cattedrale di strasburgo illuminata. ®Emmanuel Viverge

I mercatini di Natale

Per respirare della sana e briosa aria di festa, ci sono i mercatini di Natale. Dal 24 novembre al 30 dicembre, ogni città e villaggio ha il suo! La pittoresca Colmar, ribattezzata la “Piccola Venezia” per i canali che la attraversano e l’atmosfera poetica che si respira, ne conta ben 5. Quello di Strasburgo è famoso in tutto il mondo, mentre Mulhouse ogni anno produce localmente una nuova stoffa di Natale esclusiva, migliaia di metri di tessuto che decorano la città. Tra il profumo di pan di spezie, il vino caldo e la romantica ruota panoramica, la sera ci sono molteplici eventi e spettacoli.

Il mercatino di Natale di Mulhouse.

Il mercatino di Natale di Mulhouse, con la ruota panoramica. ®Ville de Mulhouse

E voi, ci siete mai stati in Alsazia? Avete in programma di andarci? Fatemi sapere, se vi va, quali sono le esperienze più belle che avete vissuto in questa intrigante regione francese.

6 comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Leggi articolo precedente:
Ocean Film Festival Italia 2017 locandina
Ocean Film Festival in Italia: le tappe

Alcune sere fa ho partecipato alla serata inaugurale dell'Ocean Film Festival, una rassegna cinematografica nata in Australia per promuovere l’esplorazione, la...

Chiudi