Search for content, post, videos

Wildlife Photographer of the Year a Milano

Wildlife Photographer of the Year

L’esposizione degli scatti selezionati per la mostra Wildlife Photographer of the Year è uno di quegli appuntamenti che non dovrebbe perder nessuno. Il mondo e la natura che ci circonda dovrebbero essere il principale interesse di ognuno di noi.
Qui l’argomento viene affrontato attraverso spettacolari immagini che incantano ma fanno soprattutto riflettere.

Sala con esposizione di foto e riflesso specchiato sul soffitto

Sala espositiva Wildlife Photographer of the Year [foto di Erika Guerzoni]

La 52° edizione del meglio della fotografia naturalistica mondiale è in mostra a Milano negi spazi della Fondazione Luciana Matalon in Foro Buonaparte 67 fino al 10 dicembre grazie al Comune di Milano e all’associazione culturale Radiceunopercento. Si tratta dell’edizione 2016: la mostra arriva infatti in Italia un anno dopo l’esposizione di Londra (dove attualmente è visibile l’edizione 2017).

Sono 100 le immagini scelte dai giurati del concorso indetto ogni anno dal National History Museum di Londra votate fra le migliori di oltre 50.000 scatti proposti da fotografi, professionisti e non. Provenienti da ben 95 paesi nel mondo sono stati selezionati su criteri di autenticità e fedeltà del mondo naturale con testi scientificamente rigorosi e nel totale rispetto di ciò che ritraggono.

tranquillità dell'artico sopra la superficie dell’acqua e il dinamismo della megattera al di sotto

50 © Audun Rikardsen (Norvegia), Spettacolo artico
Wildlife Photographer of the Year 2016, Ambienti Terrestri – Sott’acqua, Finalista

Ad accogliervi all’ingresso la vincitrice “Vite Intrecciate” di Tim Laman che documenta vita e abitudini degli orangutan del Borneo denunciandone al contempo il dramma causato dall’uomo col commercio illegale di animali da compagnia abbinato alla tremenda deforestazione in atto per favorire la coltivazione intensiva di palme per l’olio.
La distruzione dell’habitat naturale di queste scimmie potrebbe toglierci la possibilità di scoprire aspetti affascinanti di animali intelligentissimi.

Orangutan del Borneo che si arrampica per 30 m su un fico intrecciato intorno a un albero nella foresta pluviale

95 © Tim Laman (USA), Vite intrecciate
Vincitore Wildlife Photographer of the Year 2016, Fotogiornalista di natura – storia

Le sezioni che suddividono la mostra sono Diversità sulla Terra, Design della Terra, Ambienti Terrestri, Documentario e Primi Scatti. Esse comprendono 16 categorie per l’edizione 2016 che per l’Italia segna un anno speciale con ben 8 premiati fra vincitori di categoria e finalisti.

Uno dei vincitori, Marco Colombo, è l’accompagnatore delle visite guidate in programma tutti i venerdì alle 19.30 su prenotazione. Chi meglio di un autore può raccontarvi la meravigliosa delicatezza della natura rappresentata nelle fotografie esposte?!

testuggine che si muove rapidamente tra le ombre alla ricerca di una preda

30 © Marco Colombo (Italia), Un piccolo tesoro
Wildlife Photographer of the Year 2016, Diversità sulla Terra – Rettili, anfibi e pesci, Vincitore

Una sezione che sbalordisce è Primi Scatti perchè vede protagonisti fotografi di età compresa rispettivamente fra 15 e 17 anni, 11 e 14 anni e sotto i 10 anni. Troverete le loro opere al secondo piano della struttura e rimarrete senza parole da come sensibilità e talento non facciano distinzione di età.

Chi non riuscisse a seguire le visite guidate potrà comunque disporre di didascalie e testi completi con requisiti tecnici, retroscena, storia ed emozioni che hanno portato alla nascita delle opere.
Come per gli ipnotici colori di questo disegno che non sono altro che i tentacoli di un verme:

immagine ipnotica dei tentacoli dai colori accesi di un verme dell'oceano

41 © Walter Bassi (Italia), Verme ipnotico
Wildlife Photographer of the Year 2016, Diversità sulla Terra – Invertebrati, Finalista

Posso assicurarvi che uscirete da questa esposizione con la voglia di condividere con altre persone quanto avete imparato e col cuore pronto a fare qualcosa di più per il nostro bel pianeta.
Quindi approfittatene!

Per maggiori info sulla mostra e per prenotare incontri e workshop: info@radicediunopercento.it

Informazioni sulla mostra Wildlife Photographer of the Year

La mostra sarà visibile fino al 10 di dicembre 2017 alla Fondazione Luciana Matalon in Foro Buonaparte 67 – 20121 Milano (vicino al Teatro dal Verme).

Tutti i giorni e festivi h 10 – 19 / Venerdì h 10 – 22 / Chiuso Lunedì
Sabato 18 novembre h 10 -18

Intero € 9 / Ridotto € 7 (bambini 6 -12 anni, Over 65) + Tessera associativa € 1
Gratuito bambini 0-5 anni
Qui il racconto di Fraintesa dell’edizione 2014

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Leggi articolo precedente:
Vista su insenatura di sabbia sulla spiaggia di Anni a Kauai con palme e oceano pacifico
Hawaii: cosa vedere a Kauai, l’Isola Giardino

Kauai è la più vecchia delle 4 Isole maggiori delle Hawaii ed è nata da un enorme vulcano. Dalla sua estinzione...

Chiudi