Search for content, post, videos

Viaggio di gruppo in Australia: Sydney, Uluru e la Grande Barriera Corallina

ragazza tiene un cucciolo di canguro tra le braccia in Australia

L’Australia è sempre stata il mio sogno“. Quante volte avete ripetuto questa frase? E quante volte lo avete realizzato, questo sogno?

Se non siete ancora stati in Australia, forse aspettavate solo il momento giusto. E beh, forse il 2018 è il vostro anno, e forse il famoso momento è arrivato.

Ad agosto 2018 tornerò in Australia e per questa occasione potete venire insieme a me nella terra dei canguri! L’occasione è questo viaggio di gruppo ideato in collaborazione con il più famoso tour operator italiano specializzato su questa destinazione, GoAustralia, al quale mi appoggio per l’organizzazione tecnica.

Ecco il programma del viaggio in Australia che vi cambierà la vita. Il viaggio durerà due settimane e toccherà ciò che tanti vedono in un mese o più. Ma che noi, con il mio aiuto e la mia esperienza, riusciremo a vedere tranquillamente in molto meno tempo 🙂
Faremo tutto quello che avete sempre sognato: scopriremo Sydney, andremo nel deserto dell’outback, daremo il latte a cuccioli di canguro, vedremo Uluru (da vicino, all’alba e al tramonto), faremo trekking (non faticoso), faremo snorkeling nella Grande Barriera Corallina, passeggeremo nella foresta pluviale, scopriremo la cultura aborigena, ci rilasseremo al mare, proveremo il surf. Il tutto nel pieno rispetto del motto australiano che amo tanto (e che mi sono addirittura tatuata): no worries!
Il programma è intenso ma è pensato proprio per darvi l’occasione di realizzare finalmente questo sogno. È stato ideato per chi tra voi ha sempre pensato che serva almeno un mese di ferie per andare in Australia (falso), per chi sta ancora aspettando di andarci in viaggio di nozze (e magari è single), per chi ha paura di andarci da solo/a e per chi non avrebbe idea di come organizzarlo.

Con voi ci sarò sempre io, che vado regolarmente in Australia e ho fatto un’esperienza da ranger tra canguri e koala: vi guiderò e vi mostrerò il Paese che conosco meglio al mondo. Vi darò una mano con l’inglese se ne avrete bisogno, vi darò consigli prima della partenza, vi spiegherò la flora e la fauna, le leggende aborigene e le tradizioni australiane.

Sarò sempre con voi, guardandovi mentre vi innamorate di questo posto così incredibile!

Programma del viaggio di gruppo in Australia con Fraintesa

Venerdì 10 agosto 2018: voleremo da Bologna a Sydney

Vi aspetterò in aeroporto, pronta ad aiutarvi nell’imbarco e darvi consigli per affrontare al meglio il volo!
Pasti e pernottamento: a bordo 🙂

Sabato 11 agosto: serata a Sydney

In prima serata arriveremo finalmente a Sydney. Un pullman privato ci porterà direttamente in hotel. Saremo liberi di cenare dove vogliamo e farci una bella dormita rigenerante.

Alla scoperta di Sydney: dalla baia alla città, a piedi e in bici

 

Domenica 12 agosto: alla scoperta di Sydney

Sydney baia
Pronti a esplorare la città che avete tanto sognato? Potremo partire dalla mitica Opera House per scoprire Sydney sia a piedi, sia navigando nella baia, grazie al pass Eco Hopper che ci permetterà di spostarci con i catamarani blu e gialli (effettuando salite e discese illimitate) toccando i seguenti punti: Manly, Watsons Bay, Rose Bay, Circular Quay, Darling Harbour, Pyrmont Bay, North Sydney, Fort Denison e Q Station.
Potremo assaporare i ritmi lenti di Manly o l’anima frenetica della CBD (il quartiere degli affari), vedere i famosi surfisti di Bondi Beach o dare da mangiare agli opossum di Hyde Park, fare shopping tra gli hipster di Paddington o scoprire la zona storica di The Rocks. Lo skyline di Sydney e dell’Harbour Bridge ci accompagneranno in ogni momento.
Un’alternativa? Potreste decidere di vedere da vicino gli animali australiani in uno degli Animal Sanctuary che si trovano poco fuori dal centro città.
Questa giornata sarà volutamente tranquilla così potremo riprenderci dal lungo viaggio e iniziare ad assestarci al fuso orario (vi darò io tanti preziosi consigli, tranquilli!).
E mentre cammineremo, vedremo i pappagalli colorati volarci sulla testa, e magari incroceremo qualche australiano che cammina a piedi nudi anche in città, o scorgeremo lo spruzzo di qualche balena nella baia.

Come vi sembra, questa Australia?

Lunedì 13 agosto: esploriamo Sydney in bicicletta

gabbiani davanti alla Sydney Opera House in Australia

Faremo un tour di Sydney più approfondito…in bicicletta! Potremo scoprire i punti più famosi della città in compagnia di guide simpatiche e preparate. Scopriremo l’Opera House, la baia di Sydney, il Sydney Harbour Bridge, Darling Harbour, il Royal Botanical Garden, Hyde Park, l’Anzac War Memorial, Chinatown, la Sydney Tower, la Parliament House, il Queen Victoria Building, il Museum of Contemporary Art, l’Art Gallery of NSW. A metà della nostra visita sosteremo in un accogliente storico pub, ma giusto per dissetarci tra una pedalata e l’altra 🙂
Sydney in bicicletta è un’esperienza unica e non faticosa, adatta a tutte le età, anche perché la città è pianeggiante.

Lingua: inglese (ma posso tradurre in italiano per chi ne ha bisogno)
Durata: 4 ore, a ritmo lento, comprensive di pause.
Orario di partenza: 10.30
Incluso nell’escursione: Bicicletta (uomo/donna/bambino), caschetto, borse da bici per riporre piccoli oggetti, cassette di sicurezza per gli oggetti che non portate con voi in bici, impermeabile per la pioggia, guida.

Passeremo poi la notte in hotel prima di ripartire per un’altra meravigliosa tappa.

Nel deserto del Northern Territory: Alice Springs e i canguri, il trekking nell’outback e Uluru

 

Martedì 14 agosto: da Sydney ad Alice Springs e Kangaroo Sanctuary

Brolga con canguro in mano al Kangaroo Sanctuary in Australia

Un pullman privato ci porterà in aeroporto, dove partiremo per andare a realizzare un altro grande sogno: vedere il Grande Centro Rosso, l’Outback Australiano! Arriveremo così nel secondo Stato che vedremo in questo viaggio, il Northern Territory.
Atterreremo ad Alice Springs, nel cuore dell’Australia, e un pullman ci porterà in hotel. Dopo una pausa di relax sarà il momento di un’escursione che vi rimarrà nel cuore per il resto della nostra vita: poco prima del tramonto raggiungeremo il Kangaroo Sanctuary, dove potrete tenere tra le vostre braccia un cucciolo di canguro! Il Kangaroo Sanctuary è nato da un’idea di Brolga, un uomo dell’Outback che da anni salva piccoli canguri rimasti orfani dopo che le loro mamme sono state investite dalle auto, li cura in questo centro di recupero e poi li rimette in libertà. Fa formazione nelle scuole locali ed è il protagonista di una serie tv della BBC e di National Geographic, “Kangaroo Dundee”. Il suo motto è: gli animali vengono prima di tutto. Sarà lui stesso a darvi il benvenuto nel suo centro, a darvi informazioni sugli animali e sul volontariato, a presentarvi i canguri e…a mettervene uno tra le braccia!

Trasferimento: in minivan. Non è possibile raggiungere il Sanctuary con auto proprie per non disturbare gli animali.
Lingua: inglese (ma posso tradurre in italiano per chi ne ha bisogno)
Durata: 3 ore
Orario di partenza: 17.00 circa

Mercoledì 15 agosto: da Alice Springs nell’Outback fino ad Uluru (Ayers Rock)

Ranch in Australia

Non vi sarete ancora ripresi dall’emozione di tenere un canguro tra le braccia, quando sarà il momento di riempirsi di nuovo di meraviglia. Da Alice Springs partiremo per un lungo viaggio nell’Australia più vera, per scoprire la magia del Red Center, il deserto rosso.
Di prima mattina un pulmino verrà a prenderci e inizieremo così ad attraversare l’Outback, tra ranch, terra rossa e strade che si perdono nel nulla. ll nostro viaggio inizierà attraversando i James Ranges, facendo una sosta presso un allevamento di cammelli (sapevate che il cammello è un animale tipico dell’Outback?). Qui faremo una sosta per bere un caffè, sentire dal vivo l’accento australiano più incomprensibile e accarezzare i dromedari. Chi lo desidera potrà anche fare una passeggiata guidata a dorso di cammello (da pagarsi sul posto). Proseguiremo poi in un paesaggio da film lungo la strada che porta ad Uluru (Ayers Rock), facendo un’altra sosta in un posto surreale: la Roadhouse di Mount Ebenezer. Questa area di ristoro nel bel mezzo dell’outback ospita un simpatico bar e una piccola galleria di manufatti aborigeni, dove spesso si incontrano gli stessi artisti.
Prima di raggiungere il mitico Uluru (Ayers Rock) faremo un’ultima sosta panoramica per ammirare l’imponente tavoliere di Mt. Connor, che viene spesso scambiato per il suo “cugino più famoso”. Vediamo quanti di voi faranno questo errore…che avevo fatto anche io a suo tempo! 😉

Mt Connor in lontananza in Australia
Arrivati nel campo tendato che ci ospiterà, pranzeremo tutti insieme e poi passeremo il pomeriggio esplorando finalmente Uluru (Ayers Rock).
Vedremo da vicino il maestoso simbolo dell’Australia, cammineremo nel suo cuore più segreto e scopriremo le leggende aborigene che riguardano questo parco nazionale patrimonio UNESCO. Inizieremo con una sosta al Cultural Centre per apprendere di più sulla sacralità del territorio aborigeno e raggiungeremo poi quindi la base di questo massiccio roccioso, dove non è raro imbattersi in guide aborigene. Qui esploreremo l’area in attesa di assistere allo spettacolare calar del sole – quel tramonto che non dimenticherete mai più. Brinderemo all’evento con vino spumante e faremo aperitivo nell’Outback prima di rientrare al campo per il nostro primo pernottamento sotto il cielo stellato.
E la sera ci aspetterà la Endless Star Dinner, una cena sotto le stelle attorno al falò.
Cosa dovrete portare con voi:
 cappello, borraccia (o bottiglia d’acqua), spray repellente per gli insetti, una piccola torcia elettrica, scarpe comode, un piccolo asciugamano, abbigliamento comodo, una felpa e una giacca a vento per la sera e per la mattina (di notte la temperatura può arrivare fino a zero gradi, anche se di giorno fa molto caldo), un sacco a pelo se non volete usare quello fornito gratuitamente.
Com’è il viaggio e com’è il campeggio: Questi viaggi in fuoristrada sono condotti da una guida/autista esperta, sono praticabili a tutte le età a partire dagli 8 anni ed hanno un buon livello di comfort. I campi tendati sono permanenti e hanno tende con letti dove potersi stendere con il sacco a pelo. Ma chi vuole potrà anche dormire sotto le stelle nel famoso swag (tipico sacco a pelo australiano con materasso e cuscino). Ogni campo tendato è attrezzato con servizi igienici e docce con acqua calda.
 Sarà presente presso i campi tendati un assistente che ci aiuterà nell’allestimento del campo per la notte e nella preparazione dei pasti. Sarà una vera propria esperienza di camping: ci daremo una mano a vicenda per la preparazione della cena (ma tranquilli, sono compiti semplici: tagliare le verdure e poi lavare i piatti raccontandoci le emozioni della giornata!).

Camping nell'outback in Australia

Giovedì 16 agosto: da Uluru al Kings Canyon 

Per una volta ci alzeremo molto presto: eh sì, la sveglia suonerà poco prima dell’alba per ammirare il sole che sorge su Uluru e sul vicino massiccio del Kata Tjuta. Raggiungeremo quindi il Kata Tjuta, dove chi vorrà potrà fare un trekking (non impegnativo) sui 7 km di rocce rosse che conducono alle famose gole del vento. Proseguiremo quindi alla volta della tipica roadhouse di Courting Springs ed in ultimo l’enorme Cattle Station di Kings Creek. Questo ranch si estende su un territorio che è grande metà del Belgio! Incredibile, no?
Raggiungeremo infine un secondo campo tendato nell’Outback, dove ceneremo di nuovo intorno falò e avremo un’ultima occasione per dormire sotto l’incredibile cielo stellato dell’emisfero australe.

Venerdì 17 agosto: dal trekking nel Kings Canyon ad Alice Springs

Oggi esploreremo il famoso Kings Canyon con le sue fantastiche formazioni rocciose. Qui hanno girato alcune scene del film “Priscilla, la Regina del Deserto”! Il trekking facile che faremo è di circa 6 km e ci porterà a vedere l’outback dall’alto del rosso canyon.
Nel pomeriggio ripartiremo per tornare “alla civiltà”: ci aspetta Alice Springs!
Un tuffo nella piscina dell’hotel prima di cena, e poi…una bella dormita 🙂

Sabato 18 agosto: dalla desert life di Alice Springs a Cairns

cartello canguro ad alice springs in Australia

Oggi esploreremo Alice Springs girando lentamente in bici con una guida locale (sarà facile: la cittadina è piccola e pianeggiante). Capiremo cosa significa vivere nell’unica città dell’Outback, a centinaia di km di distanza da tutto il resto, e ci faremo raccontare com’è la vita nel deserto. Raggiungeremo l’Alice Springs Old Telegraph Station, del 1800, base per le prime comunicazioni tra il nord e il sud dell’Australia. Qui è facile vedere canguri in libertà! Proseguiremo scoprendo la sede del servizio medico aereo, il Royal Flying Doctor Service, e la scuola via radio (School of the air), nata per scolarizzare i bambini che vivono nell’outback. Arriveremo infine alla Yubu Napa Art Gallery, dove potremo ammirare dipinti aborigeni tradizionali e contemporanei, e probabilmente incontreremo artisti intenti a creare nuove opere.
Nel pomeriggio sarà ora di salutare la terra rossa dell’Outback per passare al blu del mare: pronti a volare a Cairns e vedere la Grande Barriera Corallina?!

Nel Queensland: la Grande Barriera Corallina, la foresta pluviale con gli aborigeni, i delfini e le spiagge dei surfisti

 

Domenica 19 agosto: un tuffo nella Grande Barriera Corallina

tartaruga marina in acqua in Australia

Ci siamo, state per realizzare un altro grande sogno. Pronti a vedere la più grande barriera corallina del mondo?
Siamo arrivati a Cairns, nel terzo Stato australiano che vedremo in questo viaggio: il Queensland.
Con una imbarcazione a doppio scafo partiremo verso il banco corallino di Upolu Cay. Le acque all’interno del banco corallino sono sempre limpide e calme e permettono di ammirare in grande sicurezza uno degli spettacoli naturali più belli al mondo: la Grande Barriera Corallina australiana. Un biologo marino ci parlerà della fauna marina e ci accompagnerà nello snorkeling in due punti diversi tra tartarughe marine, pesci variopinti, stelle marine e coralli. Chi preferisce potrà invece prendere il sole sul ponte, oppure ammirare la Grande barriera Corallina senza fatica, comodamente seduto in un’imbarcazione dal fondo di vetro. I sub con brevetto potranno anche scegliere di fare un’immersione accompagnati da una guida.
Rientreremo a Cairns verso le 17 e potremo goderci una serata libera, magari cenando in uno dei tanti ristorantini vicino al mare.

Lunedì 20 agosto: nella foresta pluviale con le guide aborigene

Daintree_Rainforest_Mossman_Gorge_3

È il giorno in cui scopriremo l’anima più autentica del Queensland: accompagnati da guide aborigene esploreremo la foresta pluviale di Daintree!
Partiremo in mattinata da Cairns per raggiungere Cape Tribulation. Attraverseremo la foresta pluviale monsonica e arriveremo in quella di mangrovie. È qui che il capitano Cook rimase intrappolato dalla barriera corallina con il suo vascello Endeavour! La nostra esplorazione inizierà con la costa di Cooya Beach a nord di Port Douglas, dove le guide aborigene ci mostreranno come pescano tradizionalmente gli aborigeni. Dopo una tazza di tè o caffè accompagnata da pane fatto in casa scopriremo quali sono secondo gli aborigeni gli usi curativi e nutrizionali della foresta (bush tucker e bush medicine). Le guide ci mostreranno l’utilizzo di oggetti tradizionali come ad esempio il didjeridoo. Dopo il pranzo presso il Mossman Gorge Centre, ci dirigeremo alla Janbal Gallery dove avremo modo di vedere l’espressione artistica dell’autentica cultura aborigena. Poi arriveremo alle spettacolari cascate di Niau Niau Falls, dove vivono piante sopravvissute al lontano Giurassico. Una passeggiata tra gli alberi e poi via per un tuffo nelle limpide acque delle piscine naturali!
Pagando sul posto un piccolo supplemento è possibile effettuare la visita del Mossman Gorge accompagnati da uno degli “anziani” del clan locale che da qualche anno si offrono come guide per raccontare in modo anche emozionante i segreti le storie e le leggende della foresta di questa particolare area.
Serata nell’atmosfera rilassata di Cairns.

Martedì 21 agosto: tempo di mare!

Noosa beach in Australia

Un nuovo breve volo da Cairns, per raggiungere l’ultima tappa: Brisbane!
Qui ci divideremo in piccoli gruppi per partire in macchina verso la Sunshine Coast, dove faremo tappa a Noosa Heads.
Eccoci nel paradiso dei surfisti e dello stile di vita rilassato, no worries style!
Potremo curiosare tra i negozi degli amanti del surf incontrando personaggi che non hanno nulla da invidiare ai Beach Boys. Poi esploreremo Hasting Street, la strada della movida notturna e dello shopping diurno, dove il divertimento è di casa. Sarà d’obbligo una tappa nella bellissima spiaggia a mezzaluna con il Surfclub e il famoso promontorio che incornicia un orizzonte da sogno.
Serata libera a godersi l’atmosfera no worries!

Mercoledì 22 agosto: surf, sup o kayak a Rainbow beach

stand up paddling relax

Oggi completiamo la vostra trasformazione in veri australiani 😉 Sarà ora di fare vita da mare e scegliere tra: kayak tra i delfini, corso di surf o lezione di SUP (stand-up paddling)!
Partiremo in auto alla volta della Great Beach Drive per arrivare a Rainbow Beach, una spiaggia lunga oltre 50 km che da Noosa porta a Rainbow Beach Town, percorribile in fuoristrada sulla battigia. Qui passeremo la giornata e in questa zona esclusiva non possono sostare altri escursionisti che non siamo noi!
I panorami di questa costa sono spettacolari con le coloratissime falesie alle quali si deve il nome, all’oasi naturale di Double Island Point con le acque sempre calme e cristalline, a Carlo Sand Blow, la gigantesca duna di sabbia. Qui potreste vedere facilmente delfini, tartarughe, mante e balene. Un paradiso per gli amanti del mare!
Fatemi sapere cosa preferireste fare tra:
kayak, esplorando la calme acque della baia di Double Island dove si possono incontrare delfini, tartarughe marine e mante (e, in lontananza, le megattere che migrano verso nord passando proprio di qui!).
lezione di surf con un istruttore sulle bassissime e lunghe onde della baia: la lunga lingua di sabbia vi consentirà di effettuare atterraggi morbidi e sarete lontano dal caos.
lezione di SUP (stand-up paddling) nelle acque calme e prive di forti correnti.
Naturalmente chi preferisce potrà anche rilassarsi in spiaggia e applaudire gli altri 😉
Serata libera.

Giovedì 23 agosto: relax al mare a Noosa

Giornata dedicata al relax.
Potremo esplorare in macchina la Sunshine Coast o semplicemente rilassarci sulle spiagge di Noosa.

Venerdì 24 agosto: salutiamo l’Australia

È giunto il momento di salutare l’Australia: riportiamo le auto in aeroporto a Brisbane, ci scrolliamo di dosso gli ultimi granelli di sabbia e ci dirigiamo verso il gate. Si torna in Italia

Sabato 25 agosto: cheers, mates! Arrivo a Milano

Arriveremo a Milano. Abbronzati, entusiasti, e consapevoli di aver appena concluso il viaggio più entusiasmante della nostra vita.

Informazioni e prezzi sul viaggio in Australia:

La quota individuale di partecipazione prevede un gruppo di 15 partecipanti. La deadline per le prenotazioni è il 15 maggio.
Quota per persona in camera doppia comprensiva di voli intercontinentali (dall’Italia andata e ritorno) e voli interni in Australia: € 4.790
+ Tasse aeroportuali: € 722.
Per chi volesse la camera singola il supplemento è di € 848.

La quota di iscrizione include l’assicurazione sanitaria, rischio zero ed annullamento viaggio: per approfondire tutti i dettagli tecnici della polizza assicurativa fornita da GoAustralia, vi invito a cliccare la loro pagina sulle assicurazioni.
La quota comprende:
I voli intercontinentali andata e ritorno dall’Italia
I voli interni all’Australia
Tutti i trasferimenti da e per gli aeroporti all’interno dell’Australia
Hotel di categoria 4* e 3* superior con prima colazione inclusa
Due notti in campo tendato attrezzato in pensione completa
Noleggio auto a Brisbane
Tutte le escursioni incluse nel programma con pasti inclusi ove indicato
Ingressi ai parchi e ai luoghi visitati eccetto Uluru (circa 20€), che va pagato sul posto
La mia presenza costante come accompagnatrice e interprete laddove ne abbiate bisogno
I miei consigli per la valigia (cosa portare, come vestirsi, cosa lasciare a casa,…) basati sulla mia esperienza già fatta nello stesso itinerario
La quota non comprende:
Mance
Bevande
Extra di carattere personale
Quanto altro non indicato espressamente nel programma.
Per maggiori informazioni scrivetemi all’indirizzo viaggiaconfraintesa@gmail.com specificando nell’oggetto: “Viaggio in Australia”. Vi risponderò subito e vi spiegherò come prenotare.
E ora chiudete gli occhi, e ditemi dove vi vedete in vacanza quest’estate…♥

 

F.A.Q. – Frequently Asked Questions

Sto ricevendo tantissime richieste e domande per questo viaggio di gruppo, perciò ho pensato di condividere con voi le domande che ho ricevuto finora, nella speranza che siano utili anche per altri lettori.

Sono interessato/a al viaggio, cosa devo fare?

Ottimo! Ti basta scrivermi una mail all’indirizzo viaggiaconfraintesa@gmail.com specificando nell’oggetto: “Viaggio in Australia”. Ti risponderò subito mandandoti un file pdf da compilare. In questo momento non dovrai pagare nulla!

Entro quando devo contattarti per dirti che sono interessato/a?

Il prima possibile! Basta una mail con scritto “ehi, vengo con te” 🙂 Al momento molti dei 15 posti sono già confermati, ne sono rimasti solo alcuni. Per questo ti consiglio di scrivermi subito (anche se avresti tempo fino al 15 maggio) proprio per non perdere l’opportunità di partire!

Devo versare una caparra appena decido di venire?

No, ti chiederò di versare una caparra solo quando il gruppo sarà formato e il viaggio sarà confermato. Perciò non c’è assolutamente modo di perdere soldi se il viaggio di gruppo non sarà confermato.

Sono allergica a un alimento / sono vegetariana, posso partire?

Sì, l’Australia è un Paese dove potrai trovare da mangiare qualsiasi cosa. Io stessa sono vegetariana e ho sempre mangiato benissimo 🙂 Nei ristoranti dovrai solo fare presente le tue esigenze, come fai in Italia. E ti basterà comunicarmelo per tempo per organizzare pasti speciali nel camping e nei voli.

Sono una donna che viaggia da sola, mi va bene dormire in camera doppia solo con un’altra donna, e solo se ho modo di conoscerla prima della partenza. Come faccio?

Bene, quando il gruppo sarà confermato vi metterò in contatto, se entrambe lo desiderate, e a quel punto potrete organizzare un incontro conoscitivo tra di voi prima della partenza, se volete. Al momento varie donne che viaggiano da sole sono interessate al viaggio, perciò non dovrebbero esserci problemi!

Al ritorno voglio volare su Venezia/Torino/Bari/ecc anziché sulla città che proponi. È possibile?

In linea di massima si può fare, ma dobbiamo prima attendere che il gruppo si formi per capire se la modifica dei voli sarà possibile.

Indosso le lenti a contatto e ho bisogno di un bagno con lo specchio ogni mattina e ogni sera. Ce ne sarà uno anche nel camping di Uluru?

Sì, anche nel camping troverai bagni super attrezzati!

Cosa succede nei momenti in cui abbiamo del tempo libero?
Quando nel programma sono segnalate diverse alternative, ognuno sceglie quella che preferisce: questi momenti sono pensati proprio per avere dei momenti di relax, non “forzati”, in cui chi preferisce può stare da solo, o decidere se fare un’attività o meno. Ad esempio non è detto che tutti vogliano fare trekking per 7 km; chi non lo vorrà fare non sarà obbligato, ma potrà aspettare in relax che gli altri ritornino. Ma non accadrà ad esempio che metà gruppo vada ad Uluru e metà a Darwin 😉

Parto da solo/a: troverò un gruppo che mi piacerà?
Troverai SICURAMENTE un gruppo affine a te. L’Australia richiama solo viaggiatori veri, pronti all’avventura, alla scoperta della natura e di un mondo nuovo. Vedrai!

4 comments

  • Da sogno,un solo problema,recuperare i soldi,ma non dispero,grazie comunque per il sogno.

    • Fraintesa

      Ciao Claudio, hai tanti mesi davanti…pensaci, e scegli dove vuoi andare in vacanza quest’anno 😉 io ti aspetto a testa in giù!

  • Sicuramente da sogno. Ma sei un agenzia di viaggi? Perché se per caso non lo sei e non hai la licenza potresti incorrere come abusiva in frode allo stato….

    • Fraintesa

      ciao Norman Tassin, ti sbagli, perché non mi serve nessuna licenza per fare pubblicità ad un viaggio venduto regolarmente da un tour operator. Leggi bene prima di commentare, la prossima volta 😉 E visto che lavori per Caleido, operatore che vende viaggi, se siete interessati a collaborazioni o pubblicità contattatemi via email la prossima volta. Ciao! Buona serata

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Leggi articolo precedente:
veduta della statua Waiting on Shore con baia di Rosses Point sullo sfondo a Sligo in Irlanda
Irlanda autentica: cosa vedere nella contea di Sligo

Se cercate la vera essenza dell’Irlanda allora dovete recarvi nelle zone sperdute lungo la Wild Atlantic Way, ogni angolo e...

Chiudi