Search for content, post, videos

Backdoor 43, il bar più piccolo al mondo è a Milano

Si trova a Milano in Ripa di Porta Ticinese, al civico 43, il bar più piccolo al mondo: è il Backdoor 43.

Nasce dall’idea di proporre un’esperienza unica e suggestiva, in pieno stile anni ’30, agli appassionati del bere bene e della mixology. Per chi ama scovare i locali della Milano segreta, questo piccolo angolo misterioso è perfetto per isolarsi dal caos del Naviglio Grande. Immaginate di camminare di fronte a un portone qualunque con una bizzarra vetrina, pensereste mai a cosa si nasconde là dentro? In soli quattro metri quadrati si racchiude la magia di questo fantastico cocktail bar, allestito con le suggestive opere di Simona Cozzupoli.

Aperto tutti i giorni dalle 19.30 alle 3.00.

backdoor43-milano-cocktails

BackDoor 43: le regole del gioco

Il locale è esclusivo, l’ingresso è riservato solo a chi ha prenotato il suo slot (il bar sarà tutto vostro per due ore).

Tre è il numero perfetto e la capienza massima: vi aspettano infatti tre sgabelli, un bancone, un bagno e un mixologist che si prenderà cura della vostra sete.

L’atmosfera giusta la create voi… prendete l’ipad a disposizione e scegliete la colonna sonora che vi accompagnerà durante la serata. E il resto verrà da sé.

Se non avete le idee chiare su cosa ordinare, affidatevi ciecamente all’esperienza del barman, mixerà per voi qualcosa di unico e speciale.

Scegliete con cura la compagnia, con chi condividerete questa esperienza sarà fondamentale. Gli spazi ridotti possono rivelarsi un romantico nido d’amore o una trappola.

Da subito vi sentirete accolti in un ambiente piacevole e familiare, sedetevi e godetevi il momento. Date un’occhiata intorno a voi, una serie di strambi oggetti e decorazioni dalla provenienza sconosciuta sono certa vi incuriosiranno. E forse anche voi vi chiederete come sia possibile far star tutto in così poco spazio. Un’esposizione perfetta di bottiglie da collezione, e tutto il necessario che un bar di questo livello richiede. Il barman vi saprà intrattenere senza essere invadente, e le sue creazioni, sono qualcosa di davvero spettacolare.

Come nasce l’idea del BackDoor 43

L’idea nasce dai ragazzi del MAG (il locale lì a fianco): inizialmente quello spazio era destinato ad essere un magazzino, ma le dimensioni così ridotte lo rendevano poco sfruttabile. Poi l’idea geniale. Ricreare un ambiente affascinante e intimo, dove sia facile entrare in sintonia con il mixologist e degustare cocktail di altissimo livello. Ma non solo. Gli ideatori del BackDoor43 hanno introdotto il concetto di drink-away, trasformando il naviglio in un enorme bar a cielo aperto. Il servizio è attivo solo durante il weekend, e ordinando da una finestrella si può scegliere tra i cocktail presenti in lista. Niente domande al barman, vedrete solo le sue mani al lavoro per voi. E non provate ad aprire la porta del bar: senza chiave non si entra.

backdoor43-milano

 

Il BackDoor 43 è qualcosa di inaspettato e innovativo. In perfetto equilibrio tra il fascino degli anni del proibizionismo e il concept di bere di qualità, al giusto prezzo, per strada. Il bar più piccolo del mondo – e un segreto da custodire gelosamente.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Leggi articolo precedente:
surfer sulla spiaggia a byron bay
Byron Bay: cosa fare nella città australiana del surf

Byron Bay si trova nel New South Wales e, con il suo promontorio Cape Byron, è la località più a...

Chiudi