Search for content, post, videos

Enoturismo: prospettive e curiosità dal Conegliano Valdobbiadene

Paesaggio vigneto Conegliano Valdobbiadene

Quanti di voi amano andare per cantine? Magari lasciare la città per un weekend all’insegna dell’enoturismo, staccando la spina tra vigneti e degustazioni? Questa tendenza turistica è in forte crescita: vanta 14 milioni di accessi e corrisponde a un fatturato di almeno 2,5 miliardi di euro (fonte: XIV Rapporto sul turismo del vino in Italia).
Ma cosa spinge noi turisti a scegliere questo tipo di esperienza? E le realtà turistiche come possono cogliere al meglio queste opportunità?
Se ne è parlato di recente a un incontro a cui ho assistito al Vinitaly, dedicato alle prospettive e allo sviluppo dell’enoturismo e ospitato nello stand del Consorzio di Tutela del Prosecco Superiore Conegliano Valdobbiadene. Il Consorzio è una realtà che comprende più di 3.000 viticoltori, oltre 400 vinificatori e più di 180 case spumantistiche, e supervisiona la produzione di oltre 90 milioni di bottiglie l’anno di Prosecco Superiore DOCG. Il tutto in una piccola zona tra le Dolomiti e Venezia, in provincia di Treviso.

Paesaggio Conegliano Valdobbiadene

Il territorio del Conegliano Valdobbiadene

Al dibattito al Vinitaly hanno partecipato rappresentanti locali come Cinzia Sommariva, Vicepresidente della Strada del Prosecco e dei vini dei colli Conegliano Valdobbiadene, e Giovanni Follador, Presidente delle Pro Loco Venete. Ma sono intervenuti anche ospiti dalla Toscana, altra regione rinomata per i vini: Doriano Bui, Presidente della Strada del Vino Nobile di Montepulciano e dei sapori della Valdichiana Senese, e Andrea Rossi, Sindaco di Montepulciano e Presidente dell’Unione dei Comuni della Valdichiana Senese.
Ho apprezzato molto che questo dibattito non fosse autoreferenziale, ma coinvolgesse anzi rappresentanti della Toscana, in uno scambio di opinioni mirato a migliorarsi e a imparare dai riscontri altrui.

Cinzia Sommariva ha sottolineato che nel Conegliano Valdobbiadene, cuore Del Prosecco Superiore Docg, si sta registrando una crescita del 10% annuo delle presenze nel territorio (nel 2016 e nel 2017), supportata anche dalle numerose iniziative speciali create per i turisti del vino. Tra queste, Vino in Villa, il giro in Vespa tra le cantine, la 100 miglia in auto d’epoca sulle strade del Prosecco Superiore, o la creazione delle Botteghe del Gusto per riunire sotto un unico cappello tutte le eccellenze locali. Con un minimo comune denominatore: la consapevolezza che scoprire il ciclo della vite o il processo di vinificazione è un vero plus per l’enoturista.
Giovanni Follador ha citato i 60.000 volontari delle Pro Loco Venete che organizzano eventi di successo come le Passeggiate nella Storia o la Primavera del Prosecco Superiore, ma che soprattutto creano “socialità civica“, creando la cultura dell’accoglienza e dell’ospitalità.
Andrea Rossi ha confermato che anche nel territorio di Montepulciano gli operatori enoturistici hanno un obiettivo comune: far vivere un’emozione al turista. Per dimostrargli che dietro le etichette c’è un territorio e ci sono delle tradizioni antiche da scoprire. Doriano Bui ha raccontato che in Valdichiana gli operatori hanno iniziato a coinvolgere i cittadini in laboratori ed eventi per creare consenso sociale e contribuire così alla creazione del racconto intorno al vino.

Al dibattito ha partecipato anche Sonia Speroni, responsabile food & wine di Musement (servizio che vende pacchetti verticali di tour e attrazioni). Dal suo intervento è emerso un dato notevole: negli ultimi anni su Google è cresciuta rapidamente la ricerca della parola chiave “degustazione”. Ulteriore segnale di quanto interesse ci sia sul turismo del vino e del gusto.

prosecco versato in un bicchiere

 

Sembra quindi evidente che sia necessario andare incontro alle crescenti richieste sviluppando prodotti e attività specifiche per gli enoturisti. Tenendo sempre come obiettivo la creazione di un’emozione – quella che diventerà il ricordo da portare a casa dopo il viaggio.

 

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il Consorzio di Tutela del Prosecco Superiore Conegliano Valdobbiadene

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi articolo precedente:
Open City Duomo Milano
Milano, nuove esperienze da vivere con Open City

Negli ultimi anni, complice il grande successo di Expo 2015, Milano si è trasformata da città introversa a metropoli frizzante e innovativa. Ma...

Chiudi