Search for content, post, videos

Vacanza in Val di Non: natura e benessere

Val di Non: punto panoramico sui due laghi da Merlonga

Conosciamo tutti bene la Val di Non per le squisite mele che troviamo tutti i giorni sulle nostre tavole, ma questa splendida valle nasconde molto di più. Una vacanza in Val di Non ci offre la possibilità di godere di paesaggi incantevoli, panorami mozzafiato e luoghi speciali in cui rilassarsi.

Trascorrere 3 giorni di vacanza in Val di Non fra natura e benessere è davvero rigenerante per il corpo e lo spirito.

Dove soggiornare in Valdi Non

L’Hotel Miraval di Coredo è il punto di partenza ideale per moltissime escursioni nella valle e un luogo incantevole e rilassante in cui godere di momenti di benessere. Le camere sono ampie, confortevoli e arredate in stile locale; il ristorante di cucina tipica offre pietanze squisite e il personale è estremamente gentile e disponibile. Punto forte dell’hotel è lo spettacolare centro benessere. Sauna, bagno turco e piscina accontentano tutti, per finire con una splendida vasca idromassaggio panoramica sulla valle. Dopo una giornata ricca di emozioni nella natura della Val di Non un po’ di relax è meritato.Hotel Miraval Credo in Val di Non: vasca panoramica del centro benessere

Hotel Miraval Coredo: vasca panoramica [foto di Elisabetta Nardelli]

Questo meraviglioso hotel fornisce ai suoi ospiti la Trentino Guest Card. Si tratta di una tessera che permette di utilizzare i mezzi di trasporto locali e accedere gratuitamente o con scontistica a numerose attrazioni (castelli, escursioni etc).

Passeggiate in Val di Non

Per godere di una giornata di relax all’aria aperta, un’escursione sui laghi di Coredo e Tavon è ideale. Ambiente fresco, circondato dalle montagne e dai boschi, una giornata sulle rive di questi due laghi rigenera lo spirito.
Una possibilità è quella di camminare tutt’intorno ai laghi, con una passeggiata adatta proprio a tutti che dura meno di un’ora (a un certo punto troverete anche un bar/ristorante).Passeggiata ai due laghi di Coredo e Tavon in Val di Non

Passeggiata ai due laghi di Coredo e Tavon [foto di Elisabetta Nardelli]

Addentrandovi nel boschetto accanto al parcheggio dei camper, troverete l’antica segheria veneziana, visitabile alcuni giorni nei periodi estivi e una zona pic nic. Da questo punto potrete partire per un’incredibile passeggiata alla Merlonga, un punto panoramico mozzafiato, con un dislivello di 150/200 metri. Si tratta di un sentiero in salita, per cui occorre indossare scarpe comode e avere un buon fiato.
Un altro sentiero che è possibile intraprendere è quello per l’Eremo di San Romedio, raggiungibile con una camminata a passo buono di almeno 30 minuti. L’Eremo è raggiungibile anche dal paese di Sanzeno, grazie ad un sentiero di roccia suggestivo che parte dal centro del paese e ha una durata di meno di un’ora. In alternativa, è possibile arrivare in auto. Valutate le condizioni climatiche prima di intraprendere i percorsi, poiché il meteo in queste zone è estremamente variabile.

L’Eremo di San Romedio

L’Eremo di San Romedio è molto più di un classico santuario e un luogo di culto. Oltre ad avere un’architettura particolare e insolita, si trova all’interno di un canyon immerso nei boschi e si eleva per 90 metri. Chiaramente indicato per chi vuole coltivare dei momenti di intensa spiritualità, il santuario rappresenta anche un luogo di pace interiore e di bellezza architettonica che colpirà chiunque. Inoltre, nello splendido parco che circonda l’eremo, scorgerete la presenza di un animale noto nei boschi del Trentino: l’orso. La prima impressione è tutt’altro che positiva poiché questa splendida creatura vive in una zona recintata del bosco e pare turbato. La Regione Trentino ha deciso di aiutare questo animale, prima costretto a una cattività feroce e poi incapace di adattarsi alla vita in libertà. Sperando nella buona fede del gesto, il Santuario di San Romedio è sembrato il luogo ideale per regalare una vita nuova a questa creatura.Eremo di San Romedio

Eremo di San Romedio [foto di Elisabetta Nardelli]

Escursioni in Val di Non

Quando pensiamo a una vacanza in Val di Non, la nostra mente vola subito a esperienze insolite nella natura.
Questa Valle ci offre, infatti, la possibilità di vivere la curiosa esperienza di un’escursione in un canyon.
Partendo dal centro storico di Fondo, è possibile intraprendere l’avventura all’interno del Canyon Rio Sass, con un percorso di 3,5 km, della durata di due ore circa. Itinerario adatto davvero a tutti (con abbigliamento idoneo), la scoperta del Canyon avviene in parte nella gola scavata dall’acqua nella roccia e in parte in superficie. Lungo il cammino ammirerete le formazioni calcaree, la potenza dell’acqua, i ponti romani e la splendida natura rigogliosa e selvaggia. Questa escursione è gratuita per i possessori della Trentino Guest Card.Escursione nella gola del Canyon Rio Sass

Gola del Canyon Rio Sass [foto di Elisabetta Nardelli]

Cultura in Val di Non

Oltre allo sport e alla natura, una vacanza in Val di Non offre moltissimi spunti culturali. Sono numerosi, infatti, i musei e i castelli visitabili in zona. Se siete in possesso della Trentino Guest Card vi consiglio di visitare gratuitamente almeno due splendidi castelli: Il Castel Thun e il Castello del Buonconsiglio.
Il Castel Thun è maestoso ed elegante immerso nella Val di Non. Si tratta di una residenza nobiliare arredata, circondata da splendidi giardini.
Il Castello del Buonconsiglio si trova al centro della città di Trento ed è composto da diverse costruzioni che lo rendono imponente. Gli interni sono finemente decorati in stile rinascimentale e si può ammirare anche un grazioso giardino all’italiana.

Cortile del Castello del Buonconsiglio di Trento

Cortile del Castello del Buonconsiglio di Trento [foto di Elisabetta Nardelli]

Gli stimoli che una vacanza in Val di Non offre sono innumerevoli e questi consigli sono solo un piccolo spunto per partire alla scoperta di una Valle incantevole.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi articolo precedente:
Kopi Luwak
Perché dovete evitare il caffè Kopi Luwak di zibetto

Una delle novità degli ultimi sul panorama alimentare mondiale è il Kopi Luwak, un caffè salito agli albori della cronaca...

Chiudi