Search for content, post, videos

Cosa vedere a Coober Pedy

coober pedy, drive-in theatre

Capitale mondiale dell’opale, immersa nell’Outback del South Australia, Coober Pedy è una destinazione tutta da scoprire.

Siti di miniere di opali a Coober Pedy ©South Australian Tourism Commission

Coober Pedy è una cittadina australiana unica nel suo genere senza alcun dubbio, questo perché si sviluppa completamente sottoterra ed è un interessante mix di cultura aborigena, atmosfere da Far West ed eccentricità.

Questo centro urbano è abitato da oltre 3.000 abitanti che, per sfuggire al caldo insopportabile dell’Outback (soprattutto in estate quando le temperature si fanno roventi), si sono rifugiati nelle viscere di Madre Terra.

(Ri)scoperta quasi per caso a inizio ‘900 da un quattordicenne inglese, il suo nome mescola due parole di origine aborigena: kupa (uomo bianco) e piti (buco). Spesso paragonato al paesaggio lunare, essendo punteggiato di cespugli e rocce e, nonostante l’inospitalità del territorio, Coober Pedy propone diverse attrazioni interessanti e inaspettate.

Coober Pedy, Big Winch Lookout

Sito panoramico di Big Winch Lookout ©South Australian Tourism Commission

Che cosa fare a Coober Pedy

    • Visitare i negozi di gioielli
coober pedy, negozio opali

Uno dei negozi di opali di Coober Pedy [©South Australian Tourism Commission]

Prima di tutto visitate uno dei numerosi negozi di gioielli, nei quali acquistare i famosi opali, da soli o montati su anelli, collane e bracciali. Uno dei migliori (e caratteristici) della città è Opalios, gestito dalla stessa famiglia da oltre 40 anni. Qui si acquistano ciondoli, bracciali, orecchini con incastonate stupende opali nere e cristalli opalini. Grazie all’attenta lavorazione della gemma e al design unico e raffinato, i gioielli venduti da Opalios sono tanto belli quanto apprezzati a livello internazionale.

      • Dipinti, sculture e mostre da Crocodile Harry
coober pedy, crocodile harry

Gli interni del Crocodile Harry [©South Australian Tourism Commission]

Nello shop Crocodile Harry, ricavato all’interno del bunker che fu a suo tempo di proprietà del Barone von Blumenthal, si trova di tutto. Sculture, mostre temporanee, dipinti e graffiti fanno da cornice ad un antro scavato sottoterra nella roccia che, per la sua particolarità, è stato anche spesso usato come location per film.

      • Giocare a golf  a Cobber Pedy 

Aperto nel 1976, il Coober Pedy Opal Fields Golf Club si snoda lungo il deserto e le aride colline della città. Non aspettatevi, quindi, un campo da golf verdeggiante, quanto piuttosto un’attrazione unica nel suo genere da ammirare prima ancora che da praticare. Qui il green è nero e i fairway sono bianchi. Non è raro, per chi ama giocare a golf e intende cimentarsi in questo campo, avere la possibilità di trovare delle opali tra un tiro e l’altro.

      • Visitare Umoona Opal Mine 
coober pedy, umoona

Visita guidata all’interno della miniera di Umoona [©South Australian Tourism Commission]

Un tour che parte e si conclude sottoterra: questo museo racconta, attraverso un tour guidato, la storia delle miniere di opali che hanno reso Coopber Pedy famosa in tutto il mondo. Tra dimostrazioni pratiche di taglio delle pietre, visita dell’antica miniera, immagini, documentari e chicche sulla vita dei minatori, Umoona è una tappa imperdibile per chi visita questa città. E non dimenticatevi di indossare l’elmetto per calarvi al meglio nell’atmosfera del luogo. Il costo del tour è di 12 AUD per gli adulti e 6 AUD per i bambini.

 

Per chi è curioso e vuole scoprire come si lavora in una miniera di opali questa è l’esperienza perfetta. Grazie a un tour organizzato, Tom spiega la giornata di un minatore: come funziona una macchina che scava gallerie e come appaiono gli opali incastonati nelle pareti. Il costo del tour è di 28 AUD per gli adulti e di 14 AUD per i bambini dai 5 ai 16 anni.

      • Scoprire la tradizione aborigena e i canguri

Alla Josephine’s Gallery si scopre la tradizionale arte aborigena, quell’arte fatta di punti, colori, storie nascoste che raccontano leggende e miti della popolazione australiana. Ma non solo: oltre ai quadri, qui si può anche sostenere, tramite donazioni spontanee, l’Orfanotrofio dei canguri, un ente che si prende cura di questi simpatici marsupiali.

      • Visitare la storica casa sotterranea di Faye

Questa imperdibile esperienza consente di scoprire davvero come vivono gli abitanti di Coober Pedy. Costruita sottoterra da tre donne, seguendo ancora “la vecchia maniera” (cioè con pale e picconi), questa casa risale a circa 40 anni fa ed è una delle maggiori attrazioni della città, anche per la sua stupefacente piscina sotterranea. Il costo del tour è 10 AUD per gli adulti e 2 AUD per i bambini dai 6 ai 16 anni.

 

Dove dormire a Coober Pedy

      • Comfort Inn Coober Pedy Experience Motel: un tempo miniera di opali, oggi è un motel che si sviluppa completamente sottoterra. Un modo unico per vivere come gli abitanti della città è dormire nelle sue accoglienti camere e assaggiare squisite torte nel bar del Motel. Ovunque, infine, è disponibile in wi-fi gratuito. Costo della camera, a notte, da 210 AUD.
      • The Underground Motel: primo motel sotterraneo della città, è uno degli posti più eleganti di Coober Pedy. Le camere sono ampie e confortevoli e, per chi sceglie le suite, vi si accede direttamente dalle proprie verande private esterne. Il costo della camera con colazione inclusa parte da un minimo di 130 AUD.
      • Underground B&B: un’altra soluzione perfetta per vivere al meglio Coober Pedy è di prenotare una casa sotterranea. L’Underground B&B offre l’opportunità migliore per un soggiorno esclusivo, in totale relax e privacy garantita. Il costo della camera per una notte è di 130 AUD.

Dove mangiare a Coober Pedy

      • Outback Bar & Grill: Se vi aspettate un locale cool, lasciate perdere. Questo è un luogo autentico, vivo e talvolta chiassoso, ma si mangia davvero benissimo ed è molto frequentato dai locali. Ricavato all’interno di un vecchio distributore di benzina, i piatti proposti spaziano dalle insalate veg agli hamburger, dalle lasagne alle cotolette con mille salse diverse. Paradiso anche per gli amanti delle birre, l’Outback Bar & Grill è un indirizzo da segnare in agenda. Si trova in 454 Hutchinson Street, Coober Pedy, South Australia.
      • Opal Inn Bistro: situato presso l’Opal Inn Hotel, Motel e Caravan Park, nel centro di Coober Pedy, questo ristorante prepara gustosi piatti vegetariani e non, serviti con cocktail a base di frutta, ma anche insalate, zuppe e torte di pesce. Si trova a Lot 1 Hutchinson Street, Coober Pedy, South Australia.

Come arrivare a Coober Pedy

Il modo più “veloce” di raggiungere Coober Pedy è quello di volare fino ad Adelaide e da lì raggiungere la città con un volo interno, in autobus, in treno o con un’auto a noleggio.

      • Per gli avventurosi: l’idea perfetta è quella di affittare una macchina all’aeroporto di Adelaide (che dista 846 km), imboccare la Stuart Highway e preventivare delle soste lungo la strada, visto che il tempo di viaggio totale dura circa 8-10 ore.
      • Per i frettolosi: chi vuole arrivare prima possibile può prenotare un volo da Adelaide con la compagnia aerea locale Regional Express Airlines. Il costo del biglietto a/r parte da 499 AUD.
      • Per gli amanti dei panorami sconfinati: viaggiare, sì, ma ammirando i paesaggi? La soluzione è quella di prenotare un posto sul bus che collega Adelaide a Coober Pedy. Con il servizio nazionale della compagnia Greyhound il confort è assicurato e le vedute spettacolari anche. Il costo del biglietto a/r parte da 179 AUD.
      • Per gli inguaribili romantici: con il treno delle meraviglie, il Ghan, si arriva a Manguri, a circa 40 km ad ovest di Coober Pedy e si raggiunge la città tramite transfer privati. Prezzo chiaramente su richiesta.

In che periodo visitare Coober Pedy?

Trattandosi di una località desertica e quindi estremamente calda in estate, il periodo migliore per visitarla è da aprile fino ad ottobre, mesi in cui il caldo non è così asfissiante.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi articolo precedente:
deserto del Northern Territory
Dispacci dal deserto del Northern Territory

Mi sveglio verso le 7, quando il conducente del pullman esclama al microfono «Good day, good people!» e annuncia che...

Chiudi