Search for content, post, videos

Ritrovare l’energia con i Makko-Ho stretches, lo stretching dei meridiani

Makko-Ho stretches

Lista dei buoni propositi? No, grazie

Ok, il panettone lo abbiamo mangiato, con lo spumante abbiamo brindato… e adesso ci tocca la lista dei buoni propositi per il 2019! Non so voi ma io ho smesso di illudermi che comincerò ad andare in palestra tutti i giorni, non sono abbastanza esaltata da iscrivermi alle promo “corsiattrezzipiscinasaunatuttoinclusododicimesi”, so già che non inizierò ad andare a letto presto tutte le sere e di rinunciare ai dolci non se ne parla proprio! Insomma io ho smesso di credere all’efficacia delle liste scritte di getto a tavolino.

 

Makko-Ho stretching

Buoni propositi per il nuovo anno: imparare Makko-Ho stretching [Credits by Unsplash.com]

Questo non significa che io non abbia i miei obiettivi per il 2019, ma si tratta di micro-obiettivi, reali e concreti da raggiungere a piccoli passi e cercando di cogliere gli stimoli con empatia. Quindi no, tranquilli, non leggerete l’ennesima lista di buoni propositi di cui, sono sicura, non sentite il bisogno.

Vi racconterò invece del Makko-Ho stretching una pratica orientale anti-stress, riequilibrante, dinamica, relativamente breve (bastano anche 15 minuti) ma estremamente potente che può aiutare a ritrovare l’energia per affrontare il nuovo anno con serenità ed entusiasmo.

Cos’è lo stretching dei meridiani Makko-Ho

Si chiama Makko-Ho ovvero lo stretching dei meridiani ed è una pratica ideata da Shizuto Masunaga (uno dei padri fondatori dello Shiatsu moderno). Consiste in una successione di esercizi a corpo libero per stimolare, attraverso il movimento accompagnato dal respiro, la circolazione dell’energia nei diversi meridiani energetici riconosciuti dalla medicina tradizionale cinese e giapponese.

I meridiani sono dei canali presenti nel nostro corpo in cui scorre il Ki, cioè il flusso energetico che accompagna il flusso del sangue. Mantenere questi canali liberi da blocchi è fondamentale. Se un meridiano presenta un blocco lungo il suo percorso, l’energia non arriverà a nutrire in modo adeguato alcuni organi.

Come funziona lo stretching dei meridiani Makko-Ho

Ogni singolo esercizio apre il flusso energetico di una coppia di meridiani, legati a organi specifici, e l’intero ciclo armonizza tutti i meridiani. L’obiettivo è quello di favorire l’equilibrio energetico e migliorare la salute della magica triade corpo-mente-spirito.

Senza addentrarsi troppo nell’impianto ideologico del Do-In, che se uno non è troppo affine alle discipline orientali gli passa la voglia, si tratta di semplici movimenti e posture codificate abbinate alla respirazione. Al contrario di esercizi intensi di tipo occidentale, questi esercizi enfatizzano la flessibilità e l’armonia della persona. Secondo il pensiero orientale essere flessibile non significa essere un acrobata ma essere duttile, ovvero saper riconoscere e rilassare la tensione ovunque questa sia presente.

Makko-Ho, stretching dei meridiani

Il Makko-Ho è lo stretching dei meridiani [Credits by Unsplash.com]

L’approccio di base degli esercizi Makko-Ho è quello di visualizzare un’immagine che guidi il movimento del corpo nella sua interezza piuttosto che considerare ogni movimento di una parte del corpo come a sé stante. Per questo motivo il movimento deve partire da dentro e condurre ad una postura che con la pratica si raggiungerà in maniera sempre più aggraziata e senza sforzo.

Sia chiaro che non si tratta di esercizi ginnici ma, come tutti gli esercizi di Yoga e altre discipline orientali, di semplici posture da mantenere respirando normalmente. Non si deve eseguire l’esercizio ma entrate nella postura descritta e mantenerla per qualche minuto o quanto si riesce. È quindi importante prestare attenzione alla respirazione e non accanirsi nel raggiungere la posizione ma cercare il limite dell’allungamento senza sforzarsi, ascoltando le linee di tensione che si creano.

Quali sono i benefici dei Makko-Ho stretches

Makko-Ho significa “pratica che porta alla verità”. Da quest’affermazione che può sembrare trascendentale, si può dedurre che questa pratica aiuta a ristabilire un contatto profondo con sé stessi, con il proprio corpo e il proprio spirito.

Attraverso l’applicazione degli esercizi Makko-Ho si ottiene un graduale miglioramento delle funzioni dell’organismo e di tutti i suoi apparati. Tra i suoi benefici ci sono una postura più equilibrata, il potenziamento del metabolismo e l’equilibrio della sfera emozionale. Una pratica costante ed eseguita con cura può aiutare a sviluppare le capacità di concentrazione, di logica e a liberare la creatività. L’effetto a lungo termine e di vivere con maggiore stabilità e controllo emotivo.

Quando e perché praticare i Makko-Ho stretches

Se siete scettici riguardo alle discipline orientali, se non riuscite mai a trovare il tempo da dedicare al vostro benessere psicofisico, se siete tra quelli che le hanno provate tutte… probabilmente lo stretching dei meridiani Makko-Ho è quello che fa per voi!
L’ideale sarebbe farli al mattino, appena svegli ma va bene qualunque momento. Vi serviranno un tappetino, dei vestiti comodi e un po’ di impegno a svuotare la mente per un minimo di 15 minuti!

lo pratico il Makko-Ho quasi tutti i giorni da settembre, al mattino prima di fare colazione e sto notando parecchi benefici psicofisici. All’inizio mi sentivo impacciata, rigida e continuavo a distrarmi durante le posture… ormai non riesco più a farne a meno! Iniziare la giornata con lo stiramento dei meridiani è davvero differente, me ne accorgo soprattutto quando sono in viaggio o degli impegni improvvisi mi fanno saltare l’appuntamento: durante la giornata faccio fatica a carburare e alla sera mi accorgo di aver sprecato molta energia inutilmente, sforzi che avrei potuto evitare ottimizzando le mie risorse. Ecco, questi esercizi mi aiutano proprio a ottimizzare le risorse energetiche!

A livello pratico ho smesso di soffrire di cervicale e di tutta una serie di tensioni muscolo- scheletriche che spesso mi debilitavano. L’aspetto più importante però è quello pisco-emotivo: affronto le giornate con maggiore serenità e lucidità mentale e sto imparando a riconoscere e ad accettare le emozioni.

Non aspettatevi di diventare asceti nei prossimi 12 mesi ma se praticate il Makko-Ho stretching con costanza noterete una sempre maggiore consapevolezza psicofisica.

I meridiani straordinari e le sei posizioni base dei Makko-Ho stretches

Gli esercizi di base Makko-Ho sono sei ed ogni stretching comprende una coppia dei dodici meridiani energetici che corrispondono agli elementi sui quali si basa la medicina tradizionale cinese:

Metallo (polmone-intestino crasso)
Terra (stomaco-milza-pancreas)
Fuoco Imperiale (cuore-intestino tenue)
Acqua (vescica urinaria-rene)
Fuoco ministeriale (maestro del cuore-triplice riscaldatore)
Legno (fegato-vescicola biliare).

Il beneficio di ogni esercizio è legato alla funzione del meridiano-organo associato. Una sessione di Makko-Ho può durare, e dipende da noi, dai 15 ai 40 minuti. Più lenti e armoniosi sono i movimenti e accompagnati da una respirazione naturale migliori saranno i benefeci che possiamo ottenere.

Immagine che raffigura un soggetto in diverse posizioni

Posizioni base dello stretching dei meridiani secondo [Credits by shiastublog.com]

Prima di iniziare la sequenza però si effettua lo stiramento di due meridiani straordinari: Vaso Concezione (P) e Vaso Governatore (q) questi movimento iniziali sono molto importante per l’attivazione della circolazione energetica, hanno la funzione di preparare il corpo ed accumulare energia che poi verrà distribuita tra i meridiani

Se volete approfondire esistono molti testi online che descrivono in modo dettagliato le illustrazioni, ma per eseguirli correttamente e rispettare l’ordine di esecuzione vi consiglio di seguire questo video. È in lingua inglese ma di facile comprensione.

Bene, ora siete pronti, tappetino a terra, ambiente tranquillo, luminoso e aerato, abbigliamento comodo e atteggiamento rilassato… E per quest’anno lasciate stare le liste e cercate di ascoltare di più voi stessi! ☺

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi articolo precedente:
Ron Millonario cincuenta
Ron Millonario, un assaggio di spirito dal Perù

Dietro quello che mangiamo e beviamo c’è sempre una storia. E la storia che voglio raccontarvi oggi comincia in Perù....

Chiudi